Pcl Pesaro contro Forza Nuova: “Spostando l’attenzione sul falso nemico si difende il vero nemico: il sistema economico capitalista”

di 

11 novembre 2014

Pcl Pesaro

La notizia della sistemazione di un gruppo di profughi all’Hotel Principe sta sollevando un polverone. I fascisti di Forza Nuova hanno indetto un presidio, mentre Questura e Comune si affrettano a proporre una “soluzione”: spostarli nell’entroterra, lontano dagli occhi dei pesaresi più benestanti. Nel loro comunicato i fascisti sostengono che i migranti vengano in Italia a farsi una vacanza a spese dei contribuenti italiani…decisamente oltre il limite del ridicolo! Lungo le frontiere dell’Europa negli ultimi anni sono morte decine di migliaia di persone, strano modo di venire in vacanza..

La migrazione è un fenomeno inarrestabile: nessuno in Italia si sogna di etichettare come “invasori” i migliaia di “nostri” giovani costretti ad andare all’estero a cercare lavoro, ma si fa presto a lamentarsi quando sono gli “altri” a venire sul nostro territorio. Non ci sono barriere o leggi che tengano quando è in gioco la propria vita: i migranti che vengono in Italia non hanno più nulla da perdere, il loro è un estremo tentativo nella speranza di poter sopravvivere, magari dignitosamente. Fingere di non vedere questo carico di sofferenza è degno di chi si rifa all’ideologia fascista, persone infime alle quali non dovrebbe essere concessa alcuna agibilità politica.
Non si tratta soltanto di bassezza umana: spostando l’attenzione sul falso nemico si ottiene il risultato di difendere il vero nemico di lavoratori e disoccupati (nativi e immigrati), cioè il sistema economico capitalista. E’ sempre stato questo il compito dei fascisti nella storia.

Da anni, invece, non si fa che dire che parlare di antifascismo non avrebbe più senso, permettendo a questi gruppi di aprire sedi, manifestare nelle piazze e fare leva sulle difficoltà dovute alla crisi per aumentare i propri adepti. Finchè vivremo in una società capitalista, basata sul profitto e sullo sfruttamento dei lavoratori (divisi tra italiani e stranieri, tra vecchi e giovani, tra uomini e donne) avrà sempre senso parlare di antifascismo ed essere militanti antifascisti.

Perchè antifascismo è anticapitalismo; e anticapitalismo è lotta per una società senza più sfruttati, per il comunismo.

Il Partito Comunista dei Lavoratori è e sarà sempre in prima fila per impedire l’agibilità politica ai fascisti che usano come unico “argomento” politico l’odio e la violenza verso i più deboli.

Solidarietà a tutti i migranti! Fuori i fascisti dalle nostre città!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>