Vis-Samb, Baldinini-Borghetti micidiali. Evacuo illude, Borgese chiude: 1-3

di 

16 novembre 2014

VIS PESARO – SAMBENEDETTESE 1-3

VIS PESARO (4-1-4-1): Teodorani; E.Dominici, Brighi, G.Dominici, Fabbri; Granaiola; Torelli (20′ st Vita), Rossoni (1′ st Pensalfine), Rossi (1′ st De Iulis), Bugaro; Evacuo. All. Bonvini. A disp.: Osso, Bartolucci, Vagnini, Filippucci, Bottazzo, Cobaj.

SAMBENEDETTESE (4-3-3): Fulop; Baldinini, Borghetti, Vallorani, Lobosco; Carteri, Borgese, Franco (21′ st Viti); Padovani (30′ st D’Angelo), Di Paola, Napolano (38′ st Galli). All. Mosconi. A disp.: Carfagna, Pepe, Litwiu, Cichella, Ubaldi, Valim.

ARBITRO: Agostini di Bologna

MARCATORI: 15′ Baldinini (S), 17′ Borghetti (S), 28′ Evacuo (V), 15′ st Borgese (S)

NOTE: Spettatori 1500 circa (circa 550 tifosi provenienti da San Benedetto). Ammoniti: Lobosco (S), Pensalfine (V), Galli (S). Angoli: 1-11. Recuperi: pt 1′, st 3′

Capitan Giovanni Dominici

Capitan Giovanni Dominici, classe ’94

PESARO – Derby numero 32 tra Vis e Samb. L’ultimo, due anni fa, se lo aggiudicarono i biancorossi grazie alle reti di Ridolfi e Paoli, due pesaresi doc che ora giocano in Lega Pro. Vittoria non da poco: al Benelli la Vis non batteva la Samb dal 1990, sempre 2-0, con diversi vecchi amici in campo: da Bonvini, ieri giocatore, oggi mister della Vis. E il guerriero Mauro Mosconi, altro pezzo della storia biancorossa, fratello di Andrea, attuale mister della Samb. Al Benelli la Vis ha vinto 7 volte, contro le 5 della Samb e i 4 pareggi.

Come sempre si  preannuncia un derby carico di contenuti: tanti tifosi, come da tradizione, arriveranno dalla Riviera (più di 600, rinforzati dalle delegazioni gemellate di Bayern Monaco e Montpellier) e tanta Samb, anche qui come tradizione, in campo.

I rossoblù, secondi in classifica, con il miglior attacco del torneo, devastanti in casa (5 vittorie su 5), arrivano con un obiettivo chiaro: vincere anche in trasferta (ultima e unica affermazione il 21 settembre a Celano) in vista degli scontri diretti per il vertice. Torna disponibile l’under Viti, ancora assente il bomber Tozzi Borsoi che a Pesaro sconterà la quarta delle quattro giornate di squalifica ricevute dopo il derby di Jesi.

Anche la Vis è a caccia di vittorie. Ma in senso assoluto: siamo alla decima giornata e la banda biancorossa non ha ancora assaporato i tre punti. Serve una vittoria per la classifica e per sbloccare una squadra che, nonostante l’ultimo posto in classifica, è sempre uscita a testa alta a ogni partita sfiorando l’impresa contro Matelica, Chieti, Campobasso e Recanatese. Bonvini, però, solo all’ultimo capirà chi tra Teodorani (problemi muscolari), Zanigni (problemi muscolari) e De Iulis (pestone) riuscirà a recuperare. Infortunato Rossini, squalificato Pangrazi.

SIAMO IN ATTESA DELLE FORMAZIONI UFFICIALI

Eccole: Eugenio Dominici è la sorpresa a destra, con il gemello Giovanni al centro della difesa. Recupera Teodorani, De Iulis in panchina, in tribuna Zanigni. Nella Samb confermata la formazione che ha battuto, 7 giorni fa, la Fermana 4-0.

2′ CArteri anticipa tutti, anche Teodorani, in area ma spedisce alto il cuoio: occasione.

La Vis con il 4-1-4-1 con Granaiola davanti la difesa e Rossi libero di svariare: bello il suo cross al 3′ liberato dalla difesa rossoblù, che poi si ripete sugli sviluppi di una punizione di Bugaro per Giovanni Dominici in proiezione offensiva.

10′ Occasionissima Samb: girata di testa di Borghetti, colpo di reni di Teodorani in angolo. Che parata.

Ma la Vis c’è: ripartenza rapida di Rossi, colpo di tacco illuminante per Bugaro che trova il fondo e mette in mezzo. La Difesa della Samb libera con qualche apprensione.

Teodorani, in dubbio fino alla fine per un problema muscolare, fa calciare ogni rinvio da Brighi. Bene Evacuo in fase di copertura, ancora troppo isolato davanti: serve più sostegno di Torelli e dello stesso Bugaro.

Mosconi constantemente in piedi a maniche corte e pantaloni corti. In piedi, ma più coperto, Bonvini.

15′ Samb in vantaggio su azione da calcio d’angolo: Baldinini si ritrova il pallone a centro area, Fabbri a terra, Teodorani non può nulla: 0-1

17′ neppure il tempo di capire. Altro angolo, altre indecisioni della difesa vissina, la palla sfila sulla sinistra dove Baldinini appoggia per Lobosco che arpiona e batte in velocità Rossoni, tira dritto in area, mette in mezzo, Teodorani tocca e Borghetti è il più lesto a ribadire in rete (0-2). Che botta…

La Samb non sta più facendo toccare palla alla Vis. Biancorossi pessimi nella gestione delle palle inattive: si è scelto di piazzare Giovanni Dominici per arginare la velocità del tridente rossoblù ma senza Vagnini ha perso centimetri nel gioco area, lasciando ogni contrasto ad alta quota a Rossoni ed Evacuo, due ’96. I gol di due vecchie lenze come Baldinini e Borghetti, due difensori, sono la testimonianza.

26′ E la Samb continua ad attaccare: Pandovani lanciato in area prova la girata di sinistro, Fabbri chiude in angolo.

28′ Bugaro crea una buona situazione centrale e piazza il filtrante giusto per l’inserimento centrale di Evacuo pescato in fuorigioco

28′ Gol della Vis: Evacuo protegge un pallone sulla trequarti, Lobosco in pratica gli offre l’assist, l’attaccante della Vis si gira e punta verso la porta, entrato in area trova il diagonale vincente: palo, palo, gol. Esultanza emblematica quella di Bonvini: Finalmente! Prima rete al Benelli per il giovane attaccante proveniente dal Carpi.

31′ Napolano prova il colpo della domenica: diagonale dai 20 metri, da posizione impossibile, Teodorani para.

32′ La Vis spreca un’occasione ghiottissima: ennesimo affondo di Bugaro sulla sinistra, che poi converge e mette in mezzo un pacco regalo solo da scartare. Torelli controlla e poi scarica altissimo. Mezzo Benelli in piedi a imprecare…

35′ Sesto angolo per la Samb (a zero): ogni volta un pericolo. Questa volta la palla di Napolano affetta tutta l’area, l’arbitro vede un fallo di Baldinini su Brighi.

39′ punizione tagliatissima di Napolano dai 25 metri: palla fuori di un soffio.

Finisce dopo 1′ di recupero: 1-2, partita ancora aperta. La Vis in difesa soffre, e pure tanto, specialmente sugli sviluppi di ogni palla inattiva, ma in attacco ha dimostrato di poter creare problemi alla Samb.

Secondo tempo:

Doppio cambio nella Vis: dentro De Iulis e Pensalfine, fuori Rossoni e a sorpresa Rossi. Vis ridisegnata: 4-2-4 con Giorgio Torelli interno di sinistra con Granaiola davanti la difesa, Pensalfine di punta con Evacuo a destra.

Pensalfine si presenta subito bene: lancio dalle retrovie, scatto bruciante e destro secco fuori di un soffio.

Chiaro l’intento, apprezzabile, di mister Bonvini: giocarsela a viso aperto, sia quel che sia. Tenere la difesa della Samb aperta, sperando negli inserimento centrali di De Iulis e Pensalfine anche al costo di rischiare in difesa. Bisogna mantenere la massima lucidità: al primo errore la Samb si trova in campo aperto.

Flipper in area della Vis: cross di Napolano dalla sinistra, la palla arriva a Carteri che tocca, Fabbri copre, la palla rimbalza fuori di un soffio. Ennesimo angolo: batte Carteri, Borgese si inserisce centralmente, incornata che pare un proiettile: 1-3.

Terzo gol subìto dalla Vis su palla inattiva: Benelli avvolto dai fumogeni dei tifosi della Samb.

Bonvini prova a rimettere ordine: dentro Vita per Torelli. La Samb risponde per le rime: Viti per Franco.

Occasione Vis: punizione di Bugaro, Evacuo trova stacco e pallone: Fulop devia sul pallo ma l’arbitro ferma l’azione per fuorigioco dell’attaccante vissino.

Altra buona combinazione: De Iulis palla al piede, centralmente, palla per Evacuo che ha ancora gamba, sulla destra, batti e ribatti al limite, cuoio per Vita che prova il filtrante per lo stesso De Iulis anticipato da Fulop.

Minuto 28 della ripresa: la Vis guadagna il primo angolo della partita. La Samb ne ha calciati 10.

30′ Ancora Evacuo: palla arpionata da Vita, lancio tagliato per Evacuo che controlla, salta Lobosco e impegna severamente Fulop a terra.

La Samb? C’è sempre. A ogni azione sprigiona tutta la qualità di Napolano come al 34′, quando Teodorani deve alzare sopra la traversa un pallone tagliato al 34′ dal funambolo rossoblù. Nella Vis non basta l’ottima prestazione di Evacuo, schierato da tornate di destra nella ripresa, e il buon impatto di Vita al posto di un confusionario Torelli. Tanta buona volontà ma anche tanti errori, nel palleggio, di De Iulis. Pensalfine, dopo un ottimo approccio, si è via via spento.

Esce Napolano: applausi dalla tribuna del Benelli. Siamo ai titoli di coda. Ma arriva anche la mazzata: Bugaro, dopo uno slalom, cade a terra. L’arbitro vede la simulazione e ammonisce l’esterno pesarese: sarà squalificato per la prossima, importantissima, partita.

40′ Samb vicina al poker con Galli: respinta con i piedi di Teodorani.

Piove sul Benelli: da applausi il tifo, senza sosta, dei tifosi della Vis Pesaro nel settore Prato. Un esempio di tenacia e determinazione.

Ci prova De Iulis: lancio dalla retrovie, l’attaccante biancorosso brucia sullo scatto Lobosco, Fulop indeciso sull’uscita, l’attaccante romano tocca in anticipo la sfera che però esce di pochissimo a lato. Finisce così: 1-3, per la Vis la vittoria è ancora rimandata.

Un commento to “Vis-Samb, Baldinini-Borghetti micidiali. Evacuo illude, Borgese chiude: 1-3”

  1. Roberto scrive:

    A parte i limiti tecnici della squadra ampiamente documentati dalla classifica,ma chi ha deciso di mandare in campo il portiere Teodorani visibilmente menomato?complimenti allo staff tecnico e sanitario

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>