Forza Nuova chiede un incontro al Prefetto: “Ma quanti profughi ci sono realmente in provincia?”

di 

17 novembre 2014

PESARO – In una nota stampa Forza Nuova rende noto di aver formalmente richiesto un incontro al Prefetto di Pesaro, Attilio Visconti, per ottenere chiarimenti in merito all’emergenza profughi.
Secondo FN sono ormai centinaia gli stranieri alloggiati in varie strutture ricettive della provincia di Pesaro e Urbino, e le istituzioni nascondono la reale portata del fenomeno ai cittadini.
“In qualità di coordinatore regionale di FN ho inoltrato una formale istanza di audizione al Prefetto di Pesaro e Urbino-afferma Davide Ditommaso – per ottenere chiarimenti in merito a quanti “profughi” siano presenti nel territorio provinciale e la loro attuale ubicazione.
Il fenomeno va ben al di là dei dati inizialmente forniti, di fatto siamo portati a pensare che si tratti di diverse centinaia di stranieri e che ne siano in arrivo molti altri, quindi le istituzioni stanno nascondendo la verità.
La presenza di questi immigrati , oltre a comportare costi insostenibili per lo stato in un momento di grave crisi, rappresenta un pericolo sia dal punto sanitario che da quello della sicurezza essendo i controlli del tutto superficiali come denunciato dalle stesse forze di polizia.
Sappiamo da fonti certe che gli spostamenti di questi profughi, che per noi restano clandestini al di là degli eufemismi, vengono effettuati in pullman a notte inoltrata, per impedire che i residenti vicini alle strutture ricettive si allarmino e mettano in atto legittime forme di protesta.
Emblematica in tal senso la sollevazione popolare della scorsa settimana a San Lorenzo in Campo contro l’arrivo di 30 immigrati in una struttura privata del posto.
Va dato atto che anche alcuni Sindaci coraggiosi iniziano a ribellarsi ai diktat del Ministero degli Interni, primi fra tutti lo stesso primo cittadino di San Lorenzo e quello di Cartoceto, che disobbedisce in sostanza ad Alfano, capo del suo stesso partito.
FN rimane in stato di mobilitazione continua ed appoggerà qualsiasi forma di protesta popolare e tutte quelle amministrazioni che difendono i diritti e la sicurezza dei propri cittadini”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>