Housing sociale, un fondo immobiliare per Villa Ceccolini. Ricci, De Regis e Delle Noci: “Estinti 14 mutui, debito abbattuto di 1,6 milioni”

di 

18 novembre 2014

PESARO – C’è un Fondo immobiliare sull’intervento di housing sociale a Villa Ceccolini. L’interesse è della Fondazione Housing Sociale di Cariplo, la cui proposta progettuale ha ricevuto nella mattinata, “come atto di indirizzo”, il parere favorevole della giunta. Lo comunica il sindaco Matteo Ricci, che aggiunge: “E’ un bel risultato, perché il Fondo si attiverà per realizzare una fetta molto più alta di sociale, rispetto a quanto richiesto dal Piano particolareggiato”. Una svolta che si è concretizzata nei giorni scorsi, con l’interesse del Fondazione milanese: “Diamo un’opportunità in più, anche per le fasce più deboli, rispetto alle tensioni sociali legate alla casa. E riqualifichiamo un quartiere puntando sulla qualità. Con verde pubblico, pista ciclabile, piazza e piccola area commerciale”. La delibera di indirizzo approvata è propedeutica alla partenza del Piano attuativo, conforme al Piano regolatore. Il Comune aveva imposto il 50 per cento di housing sociale nel quartiere. Ma la proposta del Fondo immobiliare, gestito con la partecipazione di Cassa Depositi e Prestiti, in un percorso che coinvolge anche un pool di imprese pesaresi, alza la quota al 75 per cento. Nel complesso sono 17mila metri quadrati di residenziale, per 260 appartamenti. Di cui il 75%, appunto, destinati ad edilizia convenzionata.

“E’ un intervento importante per la città – osserva l’assessore Stefania De Regis – Si rivolge al mercato dell’affitto a lungo termine, a quello a riscatto, e alla vendita in edilizia convenzionata”. Prezzi calmierati, dunque, “sia per l’affitto che per la vendita. La proposta sarà in grado di incidere significativamente nel mercato delle locazioni. E contribuirà a sostenere il settore edile in un momento difficile”. L’iter prevede ora due passaggi in giunta comunale per il Piano attuativo. Mentre la previsione per la partenza dei lavori è per l’inizio del 2016.

Mutui estinti

Via libera della giunta anche per la nuova operazione di abbattimento del debito, “con l’ulteriore estinzione anticipata di mutui, per una cifra pari un milione e 616mila euro. Ora la manovra sarà portata in assestamento di bilancio”, spiega l’assessore Antonello Delle Noci. Nel dettaglio, si tratta di 14 mutui a tasso variabile, accesi con Cassa Depositi e Prestiti, con scadenza tra il 2020 e il 2025. “Con questo intervento, che si somma a quelli fatti dal Comune negli ultimi 5 anni – osserva Delle Noci – abbiamo estinto il 40% dei debiti complessivi del Comune. Una quota rilevante. Il tasso di interesse ora è sceso addirittura all’1.5 per cento. Siamo il Comune più virtuoso delle Marche, e uno dei più virtuosi a livello nazionale, sul fronte dell’abbattimento del debito”. Non solo: “Restano 15 milioni e 300mila euro di avanzo: saranno utili per gli investimenti, in vista dell’allentamento del patto di stabilità dal prossimo anno”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>