Cocaina, eroina e marijuana, blitz antidroga tra Abruzzo e Marche

di 

19 novembre 2014

Stroncato un traffico di droga che, dai Balcani, faceva base in Abruzzo e serviva per rifornire anche parte del mercato marchigiano. L’operazione antidroga delle fiamme gialle ha portato all’arresto di 19 persone in Abruzzo. Dalle prime ore della mattina, 130 finanzieri del Gico dell’Aquila, della compagnia di Giulianova e di altri reparti di Teramo, Pescara, Chieti, Avezzano, Ancona, Pesaro, Macerata, Ascoli Piceno e Bari, anche con l’aiuto di unità cinofile, hanno eseguito 27 ordinanze di misure restrittive di cui 17 in carcere, 2 agli arresti domiciliari e 8 con l’obbligo di firma. L’operazione “Prince” è iniziata a settembre 2012 ed è coordinata dal procuratore Fausto Cardella e dal sostituto Fabio Picuti. L’operazione ha consentito di sgominare un clan malavitoso formato principalmente da appartenenti alla famiglia di etnia rom Di Giorgio.  In questi anni il risultato è stato il sequestro di oltre 5 chili di droghe, in prevalenza tipo eroina ma anche cocaina e marijuana e l’arresto in flagranza di reato di dieci trafficanti.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>