Chef in the City, Rachele Palazzetti vola in finale nella sfida a base di carne BovinMarche

di 

21 novembre 2014

FANO – Non è stato semplice per la giuria tecnica decretare il secondo finalista di Chef in the City nella sfida andata in scena ieri sera all’Osteria Al26 di Fano che ha messo a confronto l’antipasto di Rachele Palazzetti (impiegata di San Filippo sul Cesano) con il secondo di Salvatore Dario (assistente di cantiere di Fano).

Entrambi i piatti avevano un comune denominatore, la carne marchiata BovinMarche messa a disposizione grazie alla collaborazione con Coldiretti di Pesaro e Urbino. Conad centro di San Lazzaro ha invece selezionato una lunga serie di verdure da cui attingere per la composizione delle ricette. Palazzetti ha preparato un sigaro di fesa farcito al radicchio su sandwich di spinaci e patate dal nome “Sigari marchigiani” mentre Dario ha realizzato un “Vulcano di sapori” formato da uno scamone aromatizzato con spinaci e crema di verdure.

Le pietanze sono state accompagnate dai vini della cantina Terracruda (il Bianchello del Metauro Doc “Boccalino” e il Pergola Doc Aleatico Superiore “Ortaia”) e anticipate da una degustazione di formaggi di Latticini Giuliana (Asiago stagionato e pecorino “Il Botticello). A conclusione della cena il “Tortino Charlotte” preparato dalla pasticceria Sciù Sciù.

Alla fine a prevalere è stato l’antipasto di Rachele Palazzetti che ha conquistato sia il giudizio della giuria tecnica sia quello della popolare. Per Dario il premio di consolazione offerto da Arredare La Tavola mentre tutti i presenti hanno ricevuto in regalo una confezione di Pasta di Montagna. I più fortunati sono tornati a casa con le bellissime e coloratissime padelle griffate Flonal Spa che torneranno ad essere protagoniste anche nella finalissima di domenica 30 novembre quando al Calamara si affronteranno Rachele Palazzetti e Marco Vitali. Una finalissima già sold out, con oltre 200 persone che faranno parte della giuria popolare per contribuire a scegliere lo Chef in the City del 2014.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>