A Senigallia ai Regionali i Sorci Verdi non brillano

di 

21 novembre 2014

I Sorci Verdi nel derby

I Sorci Verdi nel derby

PESARO – Nella terza giornata del campionato D1 girone nord di tennis tavolo, la squadra dei Sorci Verdi ha affrontato l’ostica formazione del Senigallia B. La formazione di Senigallia è scesa in campo molto determinata con Pullè, Landi e Melucci decisi a vincere ad ogni costo. Non da meno è stata la voglia di vincere dei Sorci verdi i quali, nonostante il forte impegno, non hanno mai dimostrato di poter impensierire avversari che hanno giocato veramente bene. L’assenza di Roberto Guidi e il riacutizzarsi dei postumi dell’intervento che ha impedito a Daniele Boidi di competere ai suoi livelli abituali hanno determinato una sconfitta che ci sta tutta contro una squadra che si è dimostrata superiore per tecnica ed esperienza. Giuseppe Rivoli e Andrea Cordella, nonostante prestazioni discrete, nulla hanno potuto infatti contro i più quotati avversari: la mancanza di esperienza e di allenamento continuo che stanno alla base delle vittorie in questo sport si pagano.

Inaspettata è stata la sconfitta in D2 dei Sorci Verdi B, capitanati da Luca Ballerini, contro i giovanissimi della Spiaggia di Velluto. Alessandro Arthemalle e i fratelli Paucchi si sono adattati bene al gioco dei nostri atleti e alla fine sono riusciti a spuntarla. Decisivo è stato il punto del giovane Pacchi Tommaso contro il nostro Principi Guido. Da parte dei nostri si sono viste prestazioni altalenanti con alti e bassi dovuti forse a momentanei cali di concentrazione e ad una sottovalutazione degli avversari. Ballerini e Andreani, colonne portanti della squadra devono e possono dare di più.

Sempre in D2, I Sorci verdi A con Faedi Ferrante, Tarsetti Maurizio, Giuliani Stefano, ha invece battuto Senigallia A. Berluti Federico, Berluti Susanna e Lorenzetti Laura hanno dato filo da torcere ai nostri e solo l’ultimo incontro di Stefano ha deciso la sorti del match. Migliore in campo Berluti Federico, tre partite, tre vittorie.

Nonostante le due sconfitte è stata una bella giornata all’insegna dello sport e del divertimento. Che dire poi del centro olimpico di Senigallia? Uno spettacolo! Vedere otto partite di campionato in contemporanea, dalla serie D2 alla serie B, non capita tutti i giorni. Strutture di questo tipo sono la base necessaria per la crescita del nostro e degli altri sport e dovrebbero essere costruite in ogni città per essere messe a disposizione delle varie ASD. Se non ci sono spazi per giocare o quelli che esistono non sono a costi ragionevoli non possono esistere società e squadre, non può esistere lo sport.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>