Colle dei Cappuccini, scena da Stursky e Hutch: fugge, sperona i carabinieri e scappa a piedi

di 

22 novembre 2014

URBINO – Scena alla Stursky e Hutch la mattina dello scorso 21 novembre al Colle dei Cappuccini. Nei consueti controlli in occasione dei giovedì universitari, gli uomini dell’Arma si avvicinavano ad un mezzo del 118 in sosta ai Cappuccini, zona dei collegi universitari, dove alcuni studenti avevano segnalato ai sanitari un 31enne in stato di alterazione psicofisica dovuta ad un consumo eccessivo di alcolici. Ma il 31enne in sella alla propria auto si era dato alla fuga.

Immediatamente i militari delle stazioni di Urbino e Santangelo in Vado hanno iniziato la ricerca del mezzo e, mettendosi in contatto con la centrale operativa di Urbino che ha allertato la pattuglia del radiomobile per intervenire.

Chi alle 5 circa si trovava in zona ha potuto rivivere le emozioni della serie cult anni ’80: fari spenti, alta velocità in direzione Bivio Borzaga con senso di marcia invertito. Inseguito dalle pattuglie L.A., procacciatore d’affari e negoziante di abbigliamento residente a Pergola, aumentava la velocità di marcia all’altezza dell’incrocio di via Falasconi a Fermignano.

Il 31enne, in quel momento particolarmente pericoloso per se e per gli altri, tentando di sottrarsi al controllo scartava a sinistra speronando l’autoradio dei Carabinieri urtando così la porta anteriore destra, e procurando contusione al Capo equipaggio. Il militare ferito e il collega riescono a bloccare l’uomo che comunque tenta di fuggire a piedi.

Immediatamente sottoposto al controllo con etilometro che ha rilevato un tasso alcolemico 2.13 g/l . L’uomo non nuovo a vicende analoghe è stato fermato e nel tribunale di Urbino è stato convalidato l’arresto con rinvio del processo.

Nel mese di novembre sono stati più di 100 i controlli effettuati con alcolblow (test del palloncino) e 6 le patenti ritirate a giovani provenienti dai territori vicini ad Urbino arrivati nella città ducale in occasione dei giovedì universitari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>