Robur Tiboni, la Diouf non fa sconti: a Busto arriva un’altra sconfitta. Le foto di Ceccarini

di 

23 novembre 2014

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – ROBUR TIBONI URBINO 3 – 0

( 25 – 19; 25 – 20; 25 – 14)

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Lyubushkina 9 , Havelkova 15, Michel 1, Wolosz 1, Marcon 11, Diouf 18 Rania 7, , Leonardi L, Degrandi , Rania , Perry , Camera , All. Parisi.

ROBUR TIBONI URBINO URBINO: Agostinetto 1, , Lestini 7 , Leggs 10, Spelman 8, Santini 4, Walker 5, Bruno L , Fresco 3, Zecchin , Richey , Giacomel L , Vujko , All. Micoli – 2° All. Ebana

Arbitri Ravallese, Gasparro

NOTE Spettatori 3100 ca. Durata set: 27’, 25’, 22’ tot. 74’. UNENDO YAMAMAY battute sbagliate 10, vincenti 2, muri 10, 2ª linea 15, errori 20 ROBUR TIBONI URBINO b.s. 5 b.v. muri 8 2ª linea 6, e. 10

 

di M. Novella Ferri

URBINO – Un’altra amara trasferta per le ragazze di Stefano Micoli che in poco più di quattro giorni sono state protagonista di due incontri proibitivi, contro due formazioni (Novara mercoledì e Busto stasera) fra le maggiormente quotate per il raggiungimento della vetta della classifica e la conquista del tricolore. Oggi più che mai la fame di punti aumenta, mentre l’inizio di questo 70° massimo campionato è stato poco favorevole alle aquile ducali che devono cercare di non lasciare più nulla alle avversarie.

Santini, Spelamn Leggs e tutte assieme sono partite per Busto Arsizio con il desiderio di portare a casa oltre ai punti una discreta prestazione. Le premesse dell’avvio incontro hanno lasciato ben sperare il seguito di Fedelissimi sempre presenti, anche in trasferta. Il primo set è infatti proseguito sul filo dell’equilibrio, palla dopo palla, azione dopo azione fino al 19 – 19. Leggs e Walker hanno cercato di arginare l’esplosività in attacco di Havelokova e della nazionale Diouf, ma le bustocche sono riuscite ad avere il sopravvento sulle ducali. Purtroppo delle imprecisioni e sviste da parte delle aquile ducali, farcite da errori al sevizio hanno permesso alle padrone di casa di lasciare indietro Lestini e Santini ed intascare il primo parziale.

Il cambio di campo ha visto nuovamente Urbino desiderosa di ben figurare. L’avvio di set ha infatti le feltresche imporre il proprio ritmo di gioco alle padrone di casa, in breve il punteggio è 7 – 1 a sfavore della Yamamay, mentre il time out tecnico mette in mostra il tentativo di recupero delle ragazze di Parisi, Urbino è sempre avanti, 8 – 4. Le padrone di casa non vogliono lasciare spazio e Lestini e Spelman, la Yamamay recupera lo svantaggio e sorpassa, portandosi sul 16 – 14. La palleggiatrice Wolosz sa che le palle punto vanno ad Havelokova e Diouf, le quali puntualmente rispondono. Santini si trova nuovamente a spingere le ‘proprie’ ragazze alla rincorsa per recuperare la differenza, ma Busto ha la marcia ingranata che le permette la conquista del parziale.

Nel corso del terzo set Micoli cerca di giocare la carta del cambio, lasciando a riposo Spelman per l’argentina Fresco. Busto gioca in vantaggio anche a livello psicologico, Urbino cerca comunque di tenere sotto controllo il punteggio, le centrali feltresche non sono sufficientemente offensive, contrariamente a quelle bustocche, Il time out tecnico vede la Yamamay avanti di misura, 8 – 6, ma in breve le padrone di casa aumentano il vantaggio fino a quando le aquile ducali non interrompono la corsa verso la vittoria del parziale e dell’incontro delle avversarie.

Dopo la quinta di campionato Urbina è alla ricerca di punti importanti non solo per la classifica, ma soprattutto per il morale, mentre proprio sabato 29 la sfida sarà in diretta davanti le telecamere della diretta Rai, contro la Liu Jo Modena

LE FOTO DI ANDREA CECCARINI:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>