Semaforo Ross per Capo D’Orlando, la Consultinvest vince con un tiro sulla sirena

di 

23 novembre 2014

CONSULTINVEST PESARO – UPEA CAPO D’ORLANDO 62-60

 

Consultinvest Pesaro: Williams 2, Ross 21, Myles 18, Basile N. 0, Musso 4, Raspino 0, Judge 10, Crow 0, Reddic 4, Tortù ne. All. Dell’Agnello

Upea Capo D’Orlando: Archie 12, Freeman 15, Hunt 6, Basile G. 0, Motta ne, Soragna 13, Pecile 2, Burgess 7, Henry 5, Strati ne. All. Griccioli

Arbitri: Begnis. Rossi. Paglialunga

Spettatori: 3790

Parziali: 19-12, 13-22, 16-5, 14-21

Vuelle contro Roma foto Danilo Billi

Ross in azione. Foto Danilo Billi

Pesaro – Vince Pesaro con un tiro di Ross ad un secondo dalla sirena al termine di una partita giocata in modo mediocre dalla due formazioni con tanti errori e poco spettacolo, ma è tutto bene quel che finisce bene con la Vuelle che ha rischiato di buttare via il match dopo essere stata per due volte in vantaggio anche di 12 lunghezze, Myles e Ross i migliori per Pesaro mentre Williams è ormai in piena crisi, per lo showtime non sembra l’anno giusto ma questi due punti consentono alla Victoria Libertas di respirare con un pizzico in più di tranquillità.

Piccola novità nello starting five pesarese con Ross che partirà dalla panchina in un quintetto che ripresenta Myles, recuperato dopo i piccoli guai fisici e Musso, insieme a Williams e alla coppia di lunghi formata da Judge e Reddic ed è proprio Juvonte a segnare il primo canestro del match e sulla tripla di Musso Pesaro pareggia i cinque punti segnati da Burgess per i siciliani, Wiliams si presenta sbagliando un rigore solo soletto da un metro e ci vuole la tripla di Myles per tornare avanti sull’8 a 7, le due formazioni fanno a gara a chi perde più palloni in maniera banale tra contropiedi gettati al vento e errori solitari al tiro, con il solo Myles che sembra in palla con la seconda tripla di serata, entra sul parquet anche Ross insieme a Raspino per una Consultinvest che sta sprecando parecchie occasioni per piazzare il break (13-8 al 7’), si rivede dopo un mese di lontananza dai campi di gioco anche Nicholas Crow in una Vuelle dal quintetto atipico dove Basile segna il libero del 17 a 10, si iscrive a referto anche Ross con una bella conclusione dai quattro metri e il primo tempo si chiude con i padroni di casa avanti per 19 a 12.

Pesaro prova l’allungo ad inizio secondo quarto con Basile e Ross che portano la Vuelle sul 23 a 12, ma l’Upea si sveglia dal suo torpore e torna in un amen a meno sette costringendo coach Dell’Agnello a chiamare il suo primo timeout, con l’Upea che piazza un parziale di otto a zero targato Soragna (25-23), l’attacco biancorosso si inceppa improvvisamente con il solo Myles (11 punti) in grado di combinare qualcosina, mentre Ross alterna buone giocate con le consuete forzature, torna sul parquet anche Williams dopo oltre dieci minuti di panchina punitiva impostagli dal suo allenatore con la speranza che Kendall ritrovi qualche sprazzo di qualità in un mare di mediocrità, la Consultinvest non riesce a ritrovare la brillantezza del primo quarto e i primi venti minuti si chiudono con l’Upea in vantaggio per 34 a 32.

Le statistiche di metà partita evidenziano la pessima serata delle due formazioni dalla linea dei 6.75 con un misero 20% e una sostanziale parità a rimbalzo con una valutazione globale che recita 38 a 25 per gli ospiti.

Parte forte l’Upea in avvio di ripresa portandosi sul più sei (32-38) con Pesaro che deve tornare da Myles per rientrare, Ross commette il suo terzo fallo prematuramente trovando anche il modo di tirare un airball a tre metri dal canestro e solo grazie a due liberi del numero uno biancorosso la Vuelle ritorna in parità a quota 38, la Consultinvest ritrova all’improvviso la voglia di difendere e grazie ad una tripla fortunosa di Ross piazza un parziale di 14 a 0 che la fa volare sul 46 a 38, l’Upea è in rottura prolungata con un digiuno offensivo che dura da oltre sette minuti spezzato solamente da un libero di Henry e un terzo quarto dove gli ospiti hanno segnato solamente cinque punti si chiude con la Consultinvest in vantaggio per 48 a 39.

Una schiacciata di Ross apre l’ultimo periodo di gioco per il nuovo massimo vantaggio (50 a 39), ma Soragna e Freeman ricuciono parzialmente il divario fino al 50 a 44, con il capitano siciliano che con un gioco da tre punti riporta l’Upea fino al meno tre, Pesaro si blocca nuovamente in fase offensiva con poche idee e esecuzioni estemporanee che facilitano il compito della difesa ospite e ci vuole una tripla di Ross dall’angolo per riportare la Vuelle sul più otto (55-47 al 35’), ma due triple consecutive di Freeman consentono ai siciliani di farsi di nuovo sotto sul 55 a 53, e su un tap-in di Hunt il match torna in perfetta parità con tre minuti sul cronometro, Ross trova il suo 19esimo punto per il 58 a 55 ma è ancora Freeman a pareggiare, Judge segna due liberi d’oro per il 60 a 58 prima del solito Freeman che in entrata fissa il 60 pari, si entra nell’ultimo minuto con Ross che sfonda in entrata e Williams che si fa stoppare, ma sull’errore di Freeman la Vuelle ha 10 secondi per provare a vincere il match e con un tiro rocambolesco di Ross dai cinque metri trova il 62 a 60 con un secondo da giocare, l’Upea chiama timeout riuscendo a tirare con Archie un tiro anche pulito, ma il ferro respinge il pallone e il pubblico di Pesaro può festeggiare una vittoria sofferta ma fondamentale per la salvezza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>