Formula 1: Ferrari via Mattiacci, al suo posto Maurizio Arrivabene. Prosegue l’era Marchionne

di 

25 novembre 2014

F1 Grand Prix of Japan - Practice

F1 Grand Prix of Japan – Practice

Rivoluzione in casa Ferrari, fuori dopo soli sei mesi Marco Mattiacci “sostituito” da Maurizio Arrivabene.A dire la verità era già da alcuni giorni che la posizione del manager romano, arrivato a sorpresa in Ferrari al posto di Stefano Domenicali, esonerato forse frettolosamente, era vacillante come riportavano i rumors che arrivavano dai box di Yas Marina durante il week end finale del Mondiale.Quindi nuovo ribaltone dopo gli addii di Montezemolo, Alonso e appunto Domenicali, ora è la volta di Mattiacci, quattro cambi in sei mesi,nemmeno il vulcanico presidente del Palermo calcio Zamparini , famoso per i numerosi e improvvisi esoneri, è mai arrivato a tanto.Scherzi a parte questo avvicendamento e’un’altro tassello del nuovo corso targato Marchionne, atto a riportare se non subito almeno entro un paio di anni la Ferrari a ranghi più consoni al marchio. Dopo l’ingaggio di Vettel (curato da Mattiacci), ecco quello di Arrivabene a capo della Gestione Sportiva, il manager bresciano conta una lunga militanza nel mondo delle corse ed in particolare della Formula 1.

Uomo Philips Morris, da sempre vicino alla Ferrari,membro della F1 Commission, profondo conoscitore degli aspetti politici del “circus”, Marchionne lo ha presentato come un leader, un uomo capace di muoversi nei sempre più complicati “meandri” della formula uno, un modello da seguire per serietà e impegno. Concordiamo con il Presidente sulle capacità di Arrivabene, a noi “esterni” però sorge spontanea una domanda: anche se si poteva capire che Mattiacci fosse un ” traghettatore” a tempo determinato, perché gli è stata data carta bianca , operando parecchie assunzioni,ridefinendo importanti ruoli come quello di Allison, con addirittura l’ingaggio di Vettel. La risposta l’avremo fra qualche mese, nel frattempo chissà se l’altro gossip che circola da tempo sul ritorno di Ross Brawn a Maranello è fondato, se come è accaduto per l’avvicendamento Mattiacci-Arrivabene questa notizia verrà smentita ufficialmente, allora saremo sicuri del clamoroso ritorno. Al di la di tutte le considerazioni più o meno possibilistiche o da semplici spettatori confusi, l’unica certezza è quella del presente del nuovo corso Marchionne, sul quale tutti abbiamo espresso e ancora nutriamo dubbi, ma che fino ad ora dobbiamo ammettere ci ha sorpreso sia nel bene, vedi Vettel e perché no Arrivabene, come nel male vedi Montezemolo, Alonso e perché no Mattiacci.

Formula 1 Grand Prix, Spain, Sunday

Formula 1 Grand Prix, Spain, Sunday

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>