Ricci: “Regioni da ridurre. Umbria e Marche sarebbero da mettere insieme”

di 

25 novembre 2014

PESARO – Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e vice presidente nazionale del Pd, lo dice da un pezzo: “Le Regioni sono percepite dai cittadini come enti lontani. Dobbiamo riformarle, ridurne il numero eccessivo e mettere insieme quelle più piccole: Umbria e Marche insieme, per esempio”. Ricci parte da questo, come dichiarato all’Ansa, per spiegare il calo di affluenza alle elezioni regionali interpretato, da molti, solo con una lettura politica. “Per me è anche e soprattutto il risultato di un sentimento: le Regioni sono spesso percepite come enti lontani, devono essere ridotte e tornare alla funzione di pianificazione e legislazione” ha rimarcato anticipando che porterà l’argomento in Direzione nazionale lunedì prossimo. “Marche e Umbria insieme non fanno gli abitanti di Roma. Marche, Umbria e Toscana insieme fanno gli abitanti del Veneto. Perché devono avere leggi regionali differenti? Non possono avere un unico consiglio e un’unica struttura amministrativa?”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>