Volley Pesaro: Elisa Mezzasoma, l’unica perugina felice sabato sera: “Allenamenti d’alto livello, così arriviamo pronte alle partite”

di 

25 novembre 2014

PESARO – Elisa Mezzasoma giocava nella Despar Perugia che nel 2008 partecipò alla Girl League. Non solo, era il capitano delle diciottenni umbre. Potete immaginare le emozioni provate sabato sera, prima, durante e dopo la sfida alla Gecom Security. Elisa abita a dieci minuti dal PalaEvangelisti, dove erano presenti familiari, fidanzato, parenti, amiche e amici… Praticamente, giocava in casa.

Elisa Mezzasoma supera un muro avversario

Elisa Mezzasoma supera un muro avversario

“A fine gara erano tutti molti contenti per la nostra vittoria. Loro erano lì a tifare per me e per Pesaro”.

In campo, lei era l’unica perugina felice.

“Eh sì!”.

Le avversarie le hanno detto qualcosa?

“In verità, no, perché della squadra di quest’anno conosco solo una ragazza non abbiamo giocato insieme. E personalmente non conosco neppure i componenti dello staff perugino”.

Una vittoria importante, in una trasferta difficile, ma qualcuno dice che è più forte Orvieto. La sua opinione?

“Sicuramente Orvieto ha giocatrici più esperte, con più curriculum. Sono due squadre diverse. Con noi, Perugia ha sofferto molto in ricezione, faticando di conseguenza a ricostruire il gioco”.

In ogni caso, finora, avete giocato tre volte in trasferta, a San Giustino, Orvieto e Perugia, vincendo sempre. Verrebbe da dire: peccato ne manchino solo due (Todi e Trevi)…

La risposta di Elisa è un sorriso.

In tutta sincerità, quando è stato pubblicato il calendario, non era facile ipotizzare che nelle prime tre trasferte il Volley Pesaro avrebbe conquistato altrettante vittorie contro squadre che alla vigilia erano accreditate – e lo sono ancora – a un ruolo di protagoniste.

“Giochiamo con grande determinazione. Entriamo sempre in campo convinte dei nostri mezzi. Finora, abbiamo giocato abbastanza bene tutte le partite, tranne la prima di campionato, ma si sa che il debutto è sempre difficile ed è normale non essere al meglio”.

Intervistando la vostra presidente Barbara Rossi abbiamo registrato tante belle parole per tutte le ragazze. Gliele ripropongo: “Sono felicissima, al di là del risultato, della sesta vittoria, dei tre punti conquistati in un campo difficile, dell’avere allungato sulla seconda. La gioia più grande la provo vedendo le ragazze in campo, osservando quanto si impegnano, come onorano la nostra maglia, con quanta intensità giocano. Sono con noi da pochi mesi ma è come se lo fossero da sempre”. E’ proprio così?

“Sì, è davvero così. C’è un bel gruppo e questo è davvero importante. Anche gli allenamenti sono di alto livello e le ragazze che finora hanno giocato poco fanno un grande lavoro, tenendo alta la qualità dell’impegno quotidiano. Così, quando arriva la partita, siamo prontissime”.

In occasione della prima intervista, lo scorso luglio, lei – pure riservata come sempre – non esitò a confermare che il vostro obiettivo è la serie A2: “Il proposito è quello, ci puntiamo tutti”, disse. Quattro mesi dopo?

“E’ evidente che il nostro obiettivo è arrivare tra le prime tre e poi giocarci la promozione ai playoff”.

Soddisfatta della scelta di giocare a Pesaro.

“Sì, sono molto soddisfatta della scelta. La rifarei sicuramente”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>