Candele a Candelara: tre weekend di mercatini natalizi

di 

26 novembre 2014

Candele a Candelara

Candele a Candelara

PESARO – Torna Candele a Candelara, il primo mercatino natalizio italiano dedicato alle candele che conferma il suo crescente successo prolungando per il secondo anno consecutivo l’iniziativa a ben tre week-end per consentire alle migliaia di visitatori provenienti da tutta Italia di ammirare al meglio la suggestiva e colorata festa dedicata alle candele. Una festa che quest’anno si arricchisce di importanti novità.

Prima fra tutte “Bolliti d’Italia” un evento nell’evento dedicato ad un piatto tipico della tradizione natalizia contadina che a Candelara troverà la sua massima espressione con un mese intero dedicato a brodi, cappeletti e lessi di carne. Un connubio tra gastronomia e tradizione che sarà proposto non solo all’interno della festa ma in una serie di ristoranti della zona per tutto il mese di dicembre.

Candele a Candelara si svolgerà dal 29 novembre al 14 dicembre (nei giorni di sabato 29 e domenica 30 novembre; sabato 6, domenica 7 e lunedì 8 e sabato 13 e domenica 14), la XI edizione di Candele a Candelara, mercatino natalizio che si svolge nell’antico borgo medievale sulle colline attorno a Pesaro dove ogni sera la luce artificiale viene spenta per lasciare posto a migliaia di fiammelle accese. Un’atmosfera unica e suggestiva grazie a due spegnimenti programmati dell’illuminazione elettrica di 15 minuti ciascuno (alle 17.30 e 18.30).

Per tre quarti d’ora ogni pomeriggio Candelara (che deve il suo nome proprio alle candele), sarà completamente rischiarata dalla luce calda e rassicurante delle candele. L’orario di apertura della festa rimane lo stesso: dalle ore 10 alle 21. Confermata la novità dei giochi pirici che prenderanno vita durante lo spegnimento programmato. Contemporaneamente saranno anche liberati palloncini luminosi che rischiareranno magicamente il cielo sopra il borgo.

In questa edizione la festa riserverà ai visitatori diverse attrattive. A cominciare dalla Via dei Presepi, dove si potranno ammirare natività realizzate da artigiani di ogni parte d’Italia con i più diversi materiali (cera, legno, pietra, terracotta, ceramica, argento, sughero). Sarà inoltre possibile assistere dal vivo alla preparazione di candele, rigorosamente di cera d’api, come avveniva nel Medioevo. Altra novità della festa, il Vicolo innevato. Una piccola strada all’interno del Borgo dove sarà sparata neve artificiale e dove ognuno potrà ricoprirsi di soffice schiuma.

Nel piccolo parco all’interno delle mura castellane saranno sistemate delle sagome in legno a grandezza naturale raffiguranti i personaggi del Presepe. Ci saranno poi delle videoproiezioni di natività in movimento. Il tutto rimarrà esposto al pubblico per tutto il periodo natalizio fino all’Epifania.

Si conferma anche per questa edizione la collaborazione (quella con l’Associazione Cerai d’Italia), sarà possibile ammirare Candelara in tutto il suo fascino grazie alle mille fiammelle di cera che ogni sera saranno accese per rischiarare in maniera sempre più ecologica il Borgo.

Ma nel mercatino di Candele a Candelara troveranno posto anche le sculture in ferro battuto. Si tratta di silhouettes ornate da centinaia di candeline che disegneranno i protagonisti del Presepe nella via del Borgo. Anche quest’anno funzionerà, ed anzi sarà potenziata,  la gettonatissima Officina di Babbo Natale dove centinaia di bambini potranno lavorare con diversi materiali (creta, cera, carta, legno ), e realizzare addobbi e figure legate al Natale. I bambini potranno incontrare Babbo Natale e consegnare direttamente una letterina con espressi i propri desideri.

Ma Candele a Candelara ospiterà qualificate animazioni provenienti da tutta Italia legate alla figura di Babbo Natale. Ci sarà anche un’intera banda musicale formata da 35 Babbo Natale; oppure i tradizionali Babbo Natale con zampogne e cornamuse. Completeranno il programma artisti di strada  (acrobati, giocolieri, cantastorie).

Candelara quest’anno oltre a ripetere la felice esperienza di “gemellaggio” con Pesaro, inaugura una nuova collaborazione tesa a promuovere il territorio della provincia con le città di Urbino, Fano e Gradara. Con la città di Rossini attraverso un collegamento diretto dove sono previste diverse iniziative legate alla manifestazione che offriranno ulteriori opportunità di svago e intrattenimento. La centralissima Piazza del Popolo diventerà infatti la Piazza dei sapori con esposizione, degustazione e vendita delle eccellenze gastronomiche del territorio. Con Urbino, dove sarà organizzato il Presepe Rinascimentale. Nella città Ducale saranno dislocate infatti varie natività interpretate attraverso i secoli. Inoltre sarà possibile ammirare una selezione di dipinti del Rinascimento italiano dedicati al tema della Natività a cura di Vittorio Sgarbi nell’Oratorio di San Giuseppe. Inoltre visite guidate al Presepe del Brandani a cura dell’Associazione Pro Urbino. A Fano  i visitatori di Candelara potranno scoprire l’incredibile Presepe di Don Marco Polverari, uno dei pochissimi esempi di presepe meccanizzato (allestito nel suggestivo sotterraneo settecentesco di Palazzo Fabbri in via Mura San Gallo). Un Presepe unico in Italia che si sviluppa su oltre 350 metri quadri con 200 statue che si muovono e con oltre 60 scene realizzate plasticamente e 200 scene bibliche raffigurate. Un complesso ed affascinante viaggio biblico dalla Creazione del mondo alla Resurrezione del Signore mosso da incredibili meccanismi ed ingranaggi. Altra meta molto gettonata per i turisti sarà Gradara con visita guidata al castello di Paolo e Francesca, info 0541 964115 associazione turistica pro loco.

Al Teatro Rossini di Pesaro, nel rispetto della ormai consolidata fama musicale,  domenica 7 dicembre sarà organizzato un  concerto di Natale con l’Orchestra di Fiati del Complesso musicale di Candelara. Inoltre mostre e cene a lume di candela con particolari menù nei ristoranti del centro storico che aderiscono all’iniziativa.

Per migliorare l’accoglienza e rendere più fruibile la visita di migliaia di persone a Candelara, per il quinto anno l’organizzazione ha predisposto un percorso  più fluido e scorrevole lungo la centralissima via del Borgo dove si trovano oltre cinquanta casette in legno che ospitano oggetti d’artigianato, articoli da regalo e candele d’ogni forma e foggia. L’ingresso alla manifestazione sarà di 2,50 euro (esclusi i minori di 12 anni). Anche quest’anno funzioneranno due grandi strutture riscaldate. In una i piatti della tradizione:  polenta con i funghi, baccalà con le patate, pasticciata ed erbe cotte, carne alla brace, piadina, olive fritte,  frittelle di mele, caldarroste e vino novello a volontà. Nell’altra invece “Bolliti d’Italia” con menù a base di Cappelletti in brodo e lessi di carne.

Sarà possibile effettuare visite guidate alla Pieve del XII secolo. In una struttura adiacente i turisti potranno riscoprire l’antica tradizione della lavorazione di tessuti con telai dei primi del Novecento. Una lavorazione che sarà eseguita in diretta da artigiane che ancora oggi perpetuano questa antica tradizione candelarese.

In relazione al gran numero di camperisti che anche quest’anno raggiungeranno Candelara, gli organizzatori hanno predisposto appositi parcheggi di sosta.

Per agevolare la visita dei camperisti e del pubblico l’organizzazione della festa (Associazione turistica Pro Loco di Candelara), ha istituito anche quest’anno un servizio di bus gratuiti che collegheranno ogni 20 minuti i parcheggi e la città di Pesaro con il centro del paese.

In occasione della manifestazione, l’organizzazione ha predisposto una serie di convenzioni con ristoranti, alberghi e agriturismo della zona. Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.candelara.com.

Attesi tantissimi camperisti

Candele a Candelara si conferma anche quest’anno uno dei mercatini natalizi più gettonati dai camperisti. Sarà perché la manifestazione è stata la prima in Italia dedicata a questo oggetto che da sempre evoca i colori e le emozioni della festa. Sarà forse perché Candele a Candelara da undici anni si illumina senza l’ausilio della luce artificiale con due spegnimenti programmati (alle 17.30 e 18.30), dell’energia elettrica. Sarà perché Candelara offre ai suoi visitatori autentici oggetti artigianali, intrattenimenti, specialità gastronomiche o perché è un borgo medievale sulle colline attorno a Pesaro dal fascino unico.

Insomma Candele a Candelara offre più di un motivo agli amanti delle escursioni su quattro ruote. Quest’anno, dopo i positivi riscontri dello scorso anno si rinnova la formula dei tre week-end (29-30). Ed ancora (6-7-8 dicembre), e l’ultimo il week-end dal (13 al 15) dicembre.

Per i camperisti, sempre numerosi per Candele a Candelara, sono previste quest’anno quattro aree di sosta. A Villa Berloni, nella stessa Candelara (solo su prenotazione al 339 2937316), e a Pesaro il parcheggio del Campus scolastico di via Nanterre (Zona Cinque Torri). Ist. Genga  N 43°  53’ 33.29”  E 12°  53’ 34.62”. Inoltre è a disposizione il parcheggio di via del’Acquedotto (nei pressi della stazione ferroviaria Lat.  43°53’37.05”N – Long.  12°52’ 28.25” E). A questi si aggiunge quest’anno l’area attrezzata del Camping Norina in Via Marina Ardizia 181 – Km. 244 S.S. Adriatica  (tra Pesaro e Fano) Tel. 0721/55792 – Fax 0721/55165 e-mail: info@campingnorina.it latitudine 43.883213 / longitudine 12.959179. Per questa ultima area di sosta il collegamento con Pesaro avverrà con la linea Adriabus fino a Pesaro centro. Di qui altre navette trasporteranno i camperisti a Candelara.

Per tutte le altre aree di sosta i collegamenti con bus navetta sono garantiti ogni 30 minuti nei percorsi indicati (www.candelara.com) dalle ore 9.30 fino alle 22.30.

Bus di linea Adriabus sono inoltre disponibili proprio nelle vicinanze del parcheggio camper. L’azienda di trasporti offre un’opportunità ai camperisti: con biglietto (1,50 euro) si potrà viaggiare tutto il giorno su tutta la rete urbana ed extraurbana: Urbino, Gradara, Fano e centro storico di Pesaro dove si troveranno iniziative particolari: la Piazza dei sapori (con le eccellenze gastronomiche del territorio), le cene a lume di candela nei ristoranti convenzionati del centro; la visita ai Musei civici, Palazzo Ducale e Casa Rossini; i Concerti al Teatro Rossini (7 dicembre alle ore 21.15)

Info dettagli sul sito ufficiale della manifestazione: www.candelara.com

Perché Candele a Candelara ?

Alcuni cenni storici

Secondo lo storico Luigi Michelini Tocci il toponimo di Candelara – dal latino Candelaria – è da ricercarsi ad una fonte di luce, ad un fuoco, ad un faro. Mentre gli studiosi locali, raccogliendo comunicazioni orali tramandatesi nei secoli, indicano la leggenda secondo cui un signore di Pesaro, volendo costruire un castello in questa zona, fece accendere tre candele in tre posti diversi del borgo. Nel luogo in cui non si fosse spenta, egli avrebbe poi costruito il suo castello. La candela che non si spense fu quella posta ad ovest della Pieve. Questo luogo infatti è il più riparato dai venti. Qui sorse il castello, ed attorno la borgata. Il nome di Candelara, dunque deriva dalle sunnominate candele che sono diventate dagli inizi di due secoli fa lo stemma del paese.

Gli eventi in programma

Spazio gastronomia: vi saranno caratteristici banchi con prelibatezze culinarie, deliziose specialità locali tra cui: frittelle di mele, caldarroste, vin brulè, crêpes, cioccolata calda, bomboloni caldi, arrosticini, olive e cremini fritti. Una grande Tensostruttura riscaldata sfornerà di continuo polenta alla carbonara, tagliatelle al ragù, carne alla brace, oca arrosto e coniglio in porchetta, pasticciata con erbe cotte, baccalà con le patate, vino novello.

Spazio animazioni: giullari, trampolieri, artisti di strada, musica meccanica con un organetto ottocentesco,

musiche itineranti con zampogne e ciaramelle, la Banda dei 35 Babbo Natale preceduti da una slitta carica di doni.

Chiesa di S. Lucia: canti natalizi con il coro Jubilate .

Mercatino natalizio a lume di candela: magica atmosfera da vivere tutte le sere alle ore 17.30, alle 18.30 e alle 19.30 (con spegnimento dell’illuminazione elettrica e musiche di sottofondo per circa 15 minuti),  giochi pirici e lancio di palloncini luminosi alle ore 17.30.

La via dei presepi dove si potranno ammirare natività realizzate da artigiani di ogni parte d’Italia con i più svariati materiali (cera, legno, ferro, pietra, terracotta, ceramica, argento, vetro).

La processione di santa Lucia (tradizione svedese) un gruppo di fanciulle vestite di bianco accompagnano Lucia che le precede con una coroncina di candele in testa.

Visita guidata  alla Pieve, tutti i giorni al costo di un euro a persona.

Per i più piccini:

Gli animali ammaestrati della fattoria di Antonio Toma. Anche quest’anno funzionerà la gettonatissima Officina di Babbo Natale con il laboratorio dei suoi folletti dove i bambini potranno lavorare con diversi materiali (creta, candeline in cera, carta, legno), preparare una letterina e consegnarla direttamente a Babbo Natale.

La casetta dei folletti aperta a tutti i bambini.

A Pesaro: la piazza dei sapori, musei civici, palazzo ducale e casa Rossini (anche visite guidate con Coop Isairon  ref. Luigi 338 3385064), cene a lume di Candela nel settecentesco palazzo Gradari, mostre di presepi, concerto natalizio al Teatro Rossini sabato 14 dicembre alle ore 21.15 con l’orchestra di fiati di Candelara diretta dal maestro Michele Mangani (ingresso 5 euro).

Informazioni tecniche:

1.      Carico e scarico acque a Pesaro a tre km dal parcheggio:

           in Via dei Cacciatori (Lat.  43°54’30.18”N   Long.   12°54’  2.79” E)

2.      Centro Assistenza tecnica camper M & M Camper Pesaro 333 6734564 (Mirco)

3.      Info dettagli sul sito ufficiale della manifestazione: www.candelara.com.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>