Maltempo, il Consiglio provinciale stanza 100mila euro in più per le emergenze

di 

28 novembre 2014

PESARO – Il consiglio provinciale ha stanziato questa mattina, nell’assestamento di bilancio, 100mila euro in più per il “Fondo di riserva” (che ammonta ora a 300mila euro) per dare maggiore operatività all’ente in caso di emergenze che potrebbero verificarsi da qui alla fine dell’anno (neve, ghiaccio, fiumi ecc.). Il presidente della Provincia Daniele Tagliolini, nel ribadire che quello dei consiglieri sarà un lavoro di squadra, ha assegnato varie deleghe affinché alcune questioni possano essere affrontate con maggiore attenzione: al vice presidente Maurizio Gambini il piano neve, ad Omar Lavanna la viabilità ed il relativo personale, ad Alberto Alessandri i corsi d’acqua principali, ad Alberto Alesi i torrenti minori, a Palmiro Ucchielli il dissesto idrogeologico, a Francesca Paolucci la sostenibilità ambientale ed i circuiti virtuosi da attivare (green economy, riuso, artigianato artistico ecc.), a Margherita Pedinelli la rete scolastica provinciale e il rapporto con gli enti locali, a Davide Dellonti l’edilizia scolastica, ad Andrea Pierotti le politiche comunitarie e le aree protette, a Nicola Barbieri l’innovazione tecnologica e comunicazione, mentre con Matteo Ricci e Massimo Seri le deleghe verranno definite nei prossimi giorni.

Daniele Tagliolini, presidente della Provincia di Pesaro e Urbino

Daniele Tagliolini, presidente della Provincia di Pesaro e Urbino

“La logica di rete – ha detto Daniele Tagliolini – ci permetterà di dare risposte tutti insieme ai problemi del territorio e della gente. Se ci sarà un’emergenza neve, soprattutto nelle aree interne, anche i Comuni della costa dovranno occuparsene, così come quando ci saranno problemi che riguardano i fiumi, soprattutto per la costa, anche i Comuni delle aree interne aiuteranno. Solo così potremo risolvere veramente le situazioni”.

Quanto alla situazione delle Province, Tagliolini ha evidenziato: “Nei prossimi giorni ci attiveremo con le altre Province ed i sindaci per fare incontri con i rappresentanti politici della Regione ed i parlamentari eletti nelle Marche, affinché venga finalmente dipanata la matassa sulle funzioni che resteranno alle Province e sulle relative risorse”.

Nella seduta si è deciso di spostare al 4 dicembre l’approvazione dello statuto della nuova Provincia, che poi passerà all’assemblea dei sindaci per l’approvazione definitiva il 18 dicembre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>