Volley World League 2015: la grande pallavolo maschile torna all’Adriatic Arena: a giugno Italia contro Brasile o Serbia

di 

28 novembre 2014

PESARO – La grande pallavolo maschile ritorna all’Adriatic Arena. Un’anticipazione esclusiva di pu24.it, sempre vicina allo sport, sempre attenta al mondo della pallavolo, femminile (con notizie quotidiane, spesso in esclusiva, sul Volley Pesaro) e maschile (oggi riguardanti la Nazionale italiana).

Reduce da un campionato mondiale in Polonia concluso con un inatteso tredicesimo posto, soprattutto perché gli azzurri allenati da Mauro Berruto avevano viziato critica e tifosi con una lunga serie di podi olimpici, europei e in World League, l’Italia riparte con l’allenatore piemontese: traguardo Rio de Janeiro 2016, le Olimpiadi in Brasile.

Un’Italia che, visti gli ottimi risultati che hanno preceduto Polonia 2014, è ancora al vertice della pallavolo, occupando – con 254 punti – il quarto posto nella classifica mondiale, preceduta da Brasile (335), Russia (330) e Polonia (275).

Il 2015 proporrà la World League che nelle ultime due edizioni ha visto l’Italia sul podio, terza a Mar del Plata 2013 e a Firenze 2014. World League che gli azzurri hanno vinto nel 1990 (Osaka), 1991 (Milano), 1992 (Genova), 1994 (Milano), 1995 (Rio de Janeiro), 1997 (Mosca), 1999 (Mar del Plata) e 2000 (Rotterdam). L’Italia ha vinto 8 volte, seconda al solo Brasile (9). E anche a medaglie totali gli azzurri (15) sono superati solo dalla “Canarinha”, che ne ha vinte 18.

Murilo e Bruninho, campioni brasiliani amati dai tifosi di tutto il mondo (Foto Fivb)

Murilo e Bruninho, campioni brasiliani amati dai tifosi di tutto il mondo (Foto Fivb)

La fase denominata Intercontinental Round della World League 2015 si svolgerà dal 16 maggio al 5 luglio. L’Italia, che farà parte del Gruppo 1 Girone A, con Brasile, Serbia e Australia, giocherà una partita a Pesaro. Stando alle notizie in nostro possesso, nel fine settimana 12-14 giugno, presumibilmente domenica 14, l’avversario sarà il massimo che propone la pallavolo mondiale: il Brasile. Sì, la squadra allenata da Bernardo de Rezende, il famoso Bernardinho, e capitanata da Bruno de Rezende, Bruninho, regista del Modena Volley allenato dal fanese Angelo Lorenzetti. Bruninho è figlio di Bernardinho e di Vera Mossa, che ha giocato in Italia a Perugia e Sumirago. Con il figlio d’arte, si potranno ammirare altri grandi campioni, da Wallace a Murilo, marito di Jaqueline, campionessa d’Italia con la Scavolini Pesaro, Lucarelli, Renan, Lucas; ovviamente se Bernardinho li convocherà.

C’è anche l’ipotesi che la Fivb – la Federazione mondiale – faccia altre scelte e opti perché a Pesaro si giochi Italia-Serbia. Sarebbe ugualmente un grande appuntamento, perché la Serbia allinea giocatori di straordinario valore, quali i perugini Aleksandar Atanasijević, i maceratesi Dragan Stanković e Marko Podrašćanin, i modenesi Nemanja Petrić e Uroš Kovačević.

Per gli appassionati di pallavolo s’annuncia un grande giugno. Per l’Adriatic Arena, che già in passato ospitò una sfida tra Italia e l’allora Jugoslavia, un gradito ritorno, non dimenticando che il record di spettatori dell’Adriatic Arena, allora Bpa Palas, appartiene a una finale scudetto di pallavolo maschile tra Lube Macerata e Sisley Treviso. Esattamente gara 5 del campionato 2005/2006, disputata il 21 maggio 2006 davanti a 10.896 spettatori, primo e unico tutto esaurito nella storia del mega impianto della Torraccia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>