I grillini pesaresi attaccano: “Non hanno voluto aprire Pesaro all’arte e alla cultura”

di 

3 dicembre 2014

Federico Alessandrini e Francesca Remedi*

PESARO – Mercoledì scorso, 26 novembre, in consiglio comunale è stata discussa e bocciata una mozione presentata, qualche settimana prima, dai Consiglieri M5S di Pesaro Federico Alessandrini e Francesca Remedi, con la quale si chiedeva al sindaco ed alla giunta di votare e sostenere un’iniziativa diretta ad avvicinare i cittadini di Pesaro e provincia al proprio patrimonio storico, culturale e museale: tutti i principali musei aperti al pubblico al costo simbolico di 1 euro con l’obiettivo di sensibilizzare i pesaresi e non solo alla ricchezza della  città. Si chiedeva, QUINDI, A TAL SCOPO, di istituire delle giornate, che potevano essere una settimana o 4 weekend – da pubblicizzare nelle scuole e sui giornali, nelle quali il Comune “apriva Pesaro” all’arte e alla cultura (come espresso nelle linee guida del sindaco).  Bocciata! Non piace lo spirito dell’iniziativa. La risposta è stata: c’è già la card!!

Anzi, piuttosto che capire lo spirito della proposta, durante la dichiarazione di voto c’è chi nel pd ha detto che dovrebbero essere i cittadini a pagare di tasca propria le visite ai nostri musei agli stranieri!! (Perché, hanno dichiarato, che in Romagna e all’estero si fa in questo modo!!)

In sostanza, ci sarebbe piaciuto che l’amministrazione avesse capito che volevamo incentivare la conoscenza, l’amore e la passione per l’arte e per i beni culturali della città partendo proprio dall’offrirli ai cittadini (a ogni famiglia) cercando di aiutare la politica del comune in tal senso. A prescindere dalla bocciatura in aula, che francamente ci rammarica per l’occasione persa dall’Amministrazione Comunale,  è stato invece un immenso piacere aver notato che, proprio ieri, in televisione abbiano dichiarato che a Roma per un intero week end (6/7/8 Dicembre 2014) sarà possibile visitare diversi Musei al costo di 1 euro e altri addirittura gratuitamente!! Ma… che ne sanno di Arte e di Cultura a Roma??

Non pensiamo di sbagliare affermando che, secondo molti politici pesaresi, il prezzo della cultura sia pressoché insostenibile, (come abbiamo letto nelle varie testate giornalistiche locali, che però hanno completamente ignorato la proposta fatta dal Movimento 5 Stelle).

“Se pensi che l’istruzione sia costosa, prova con l’ignoranza”!  (Derek Bok, 25° presidente dell’Università di Harvard 1971-1991).

E infatti, a  breve (sabato), Pesaro avrà  un nuovo “brand” (marchio) che il sindaco Ricci utilizzerà per rappresentare la nostra Pesaro in Italia e nel mondo…. e saranno tutti contenti!

Questa sì che è cultura!

*Consiglieri M5S Pesaro

Un commento to “I grillini pesaresi attaccano: “Non hanno voluto aprire Pesaro all’arte e alla cultura””

  1. Luciano scrive:

    Avete ragione, ignoranti e presuntuosi. Ovvero, PD (non tutti9, ovvio, ma ….)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>