“Rossini, un brand giacente: Pesaro potrebbe vivere di musica”

di 

3 dicembre 2014

PESARO – “Rossini nasce a Pesaro nel 1792, dopo tre mesi dalla morte di Wolfgang Amadeus Mozart. Una caratteristica unisce i due grandi compositori, la genialità precoce”. La premessa è di Giovanni Dallasta (consigliere comunale SIAMO PESARO).

Gioachino Rossini“E mentre il mondo celebra il 250° anniversario della nascita del compositore austriaco – continua il consigliere –  il marchio Mozart è diventato un businnes più grande che mai in Austria e in tanti altri paesi, uno tra primi 50 marchi al mondo con un valore stimato di 5 miliardi di dollari di vendite annuali di prodotti a marchio Mozart.In Austria, le più grandi aziende di cioccolato si sono contese il diritto di produrre (cioccolatini, torroni e dolciumi vari) oltre a tutti quei gadget già prodotti (tazze, penne, agende, ombrelli, magliette, palline da golf, tisane etc.) da altre aziende, pagando profumatamente il marchio o garantendo alla proprietà dello stesso le royalty dovute”.

“A Pesaro – sottolinea Dallasta – abbiamo la fortuna di poter intraprendere la stessa strada, promuovere Rossini nel Mondo. La Fondazione G. Rossini che è proprietaria del marchio, ha fatto un egregio lavoro per il mantenimento e conservazione del patrimonio ereditato dal Maestro. Alcuni imprenditori locali stanno appoggiando la Fondazione in alcune iniziative, ma ora occorre dare una spinta ed avere il coraggio e la lungimiranza di aprire nuovi canali affinché Gioacchino Rossini e la sua città natale siano conosciuti in tutto il mondo.Pesaro potrebbe vivere solo di musica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>