Urbino ko anche a Piacenza: 1-3. Le FOTO di Andrea Ceccarini

di 

4 dicembre 2014

NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA – ROBUR TIBONI URBINO 3-1 (25-15, 25-16, 21-25, 25-20)
NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA: Sorokaite 18, Valeriano 1, Dirickx 3, Leggeri 8, Vargas Valdez 9, Van Hecke 24, Carocci (L), Di Iulio, Angeloni 5, Wilson 7, Caracuta. Non entrate Brussa, Poggi. All. Chiappini
ROBUR TIBONI VOLLEY URBINO: Zecchin 1, Agostinetto, Bruno (L), Richey 1, Fresco 8, Vujko 1, Santini 3, Lestini 16, Walker 1, Spelman 9, Leggs 11. Non entrate Giacomel. All. Micoli
ARBITRI: Zanussi, Sessolo
NOTE: Spettatori 2000 circa. Incasso 7300 Durata set: 20, 23’, 27’ 28’ tot. 98. NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA battute sbagliate12, vincenti 7, muri 14, 2ª linea 12, errori 15 ROBUR TIBONI URBINO b.s. 11 b.v. 4 muri 8 2ª linea 6, e. 12
di M.Novella Ferri

 

PIACENZA – Un set strappato a Piacenza non è bastato alla rincorsa iniziata alla Robur Tiboni per potere recuperare lo svantaggio e tentare di arginare il dominio,parziale, della Rebecchi. Sconfitta, meno amara del solito, per la pallavolo che ha dato spettacolo, al Palabanca di Piacenza. Urbino riesce a vincere il secondo set di questo campionato, mentre la distanza per il guadagno di un punto in questa magra classifica è proprio ad un passo. Le ragazze di Stefano Micoli pagano il timore della vigilia nei confronti delle campionesse d’Italia della Rebecchi, mentre la ex Van Hecke non ha timore di chiudere qualsiasi palla la Dirickx le offra. Forse la paura della vittoria, la poca determinazione dell’Urbino fanno la parte del padrone nel corso dei primi due parziali, quando Sorokaite e Leggeri hanno ‘strada facile’ verso la conquista dei parziali. Il tecnico Micoli cerca di gestire anche le seconde linee, decisione che lo ripaga nel corso sia del terzo che del quarto set. Zecchin entra in cabina di regia, al posto di Agostinetto, mentre questo cambio sembra mettere in difficoltà il gioco delle padrone di casa. L’alzatrice veneta cambia il gioco delle aquile ducali , ma cambia soprattutto l’approccio al gioco. La determinazione è la protagonista, finalmente. Lestini e Leggs sono le giocatrici che Piacenza fa più fatica a gestire, mentre a Fresco viene dato il posto da titolare al posto di Spelman solo nel quarto conclusivo set. L’approccio al gioco viene a cambiare solo dalla fine del secondo parziale, quindi il terzo set vede la Rebecchi rincorrere la formazione di capitan Santini, non sufficientemente incisiva in trasferta. Il dominio della Robur è incontrastato e prosegue nel corso del quarto set, ma Van Hecke rappresenta, assieme a Sorokaite, una vera e propria spina nel fianco per le aquile ducali . Questo ultimo set, purtroppo, riflette l’andamento delle ultime partite di cui Urbino è stato protagonista: equilibrio e voglia di fare bene, bella pallavolo messa in campo che tende ad affievolirsi attorno al ventesimo punto. Un pizzico di rammarico accompagna Micoli & co, ma senza troppi ripensamenti, dal momento che proprio domenica si scende nuovamente in campo, davanti ai sempre presenti Fedelissimi (anche in trasferta a Piacenza) al Palamondolce contro la Pomì Casalmaggiore.

LE FOTO DI ANDREA CECCARINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>