Grazie alla Casa della Speranza 18 senza fissa dimora si ripareranno nei mesi freddi

di 

5 dicembre 2014

PESARO – Per le persone senza un dimora fissa, da qualche anno, l’Ambito sociale 1 di Pesaro in collaborazione con associazioni di volontariato e della cooperazione offrono un servizio di accoglienza notturna per chi non ha un tetto. E’ questo, oltre all’arrivo del freddo, l’argomento della conferenza stampa che si è svolta stamane, nella sala Rossa del Comune di Pesaro. Sono intervenuti l’assessore alla Solidarietà Sara Mengucci, il presidente dell’Ambito Territoriale Sociale 1 Roberto Drago e i rappresentanti delle associazioni di volontariato e cooperazione che collaborano al servizio per i senza tetto. Una collaborazione fra pubblico e privato per ospitare le persone senza fissa dimora nella “Casa della Speranza” nei mesi freddi da novembre al 30 aprile. Un esempio di “rete” della solidarietà (da quest’anno si è aggiunta anche la croce rossa), per affrontare e cercare di rispondere alle vecchie e alle nuove povertà, determinate dalla crisi economica o dalle difficoltà dell’esistenza. Casa della speranza ospita 18 persone, (32 volontari) e 2 operatori.

Nella foto qui sotto, da sinistra, Pino Longobardi (Labirinto), Gaetano Buttaffarro (Caritas) Paola Ricciotti (I bambini di Simone) Sara Mengucci (Assessore alla Solidarietà) Roberto Drago (Coordinatore Ambito Sociale Territoriale n. 1) e Benjamin Gunsch (Croce Rossa):

Casa della Speranza

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>