Parte la Stagione di Prosa della Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino

di 

5 dicembre 2014

PESARO – Lello Arena, Giobbe Covatta, Giorgio Montanini, Eugenio Allegri, Galatea Ranzi, Amanda Sandrelli, Vito, Laura Curino, Gianluca Guidi, Amanda Sandrelli, Elena Bucci e Marco Sgrosso sono alcuni dei protagonisti della Stagione di Prosa 2014-15 della Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino, nata dall’impegno condiviso di Provincia, Regione Marche, Comuni e Amat. Il programma, che prenderà il via l’11 dicembre per concludersi il 10 aprile 2015, prevede 25 spettacoli in 7 suggestivi teatri del territorio: Comunale di Gradara, Battelli di Macerata Feltria, Apollo di Mondavio, della Concordia di San Costanzo, Tiberini di San Lorenzo in Campo, Bramante di Urbania e, da quest’anno, il prestigioso Teatro Angel Dal Foco di Pergola, recentemente riaperto al pubblico. Come spiegato in conferenza stampa dal dirigente del Servizio cultura Massimo Grandicelli, nonostante le difficoltà la Provincia è riuscita ad assicurare risorse alla rassegna grazie ad un bando regionale che assegnava fondi per la cultura. Una rassegna che vede circa 2500 spettatori ogni anno e grande attesa per gli spettacoli. “In questo periodo di crisi, ci stupiamo di come il progetto – ha aggiunto il direttore dell’Amat Gilberto Santini – non solo resista, ma anzi si sviluppi con una proposta culturale di grande qualità, che si rivolge ad un pubblico diversificato”. “L’Unione fa la forza – ha commentato la coordinatrice della rete dei teatri Lucia Ferrati -, credo sia questa la chiave di lettura del successo della rassegna. Inoltre, recuperiamo la tradizione degli antichi teatri, che erano luoghi di aggregazione, proponendo anche una contaminazione delle arti, così come degustazioni e aperitivi”. “Il teatro – ha commentato l’assessore alla Cultura del Comune di Urbania Alice Lombardelli – ha una forma empatica molto forte. Ci interessa che i cittadini non si perdano nell’aridità del momento, vogliamo coinvolgerli”. Lucia Ferrati si è quindi soffermata sui tre filoni tematici in cui si articolerà la stagione 2014-2015.

Per “IL TEATRO E LA SUA STORIA”, verrà proposto un excursus su celebri autori teatrali, dall’antichità a oggi, con artisti d’eccezione: Galatea Ranzi in “Fedra”, Jurij Ferrini con “Mandragola” di Machiavelli, Tonio De Nitto nel “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare, Eugenio Allegri ne “L’Arte della Commedia”, Lello Arena ne “L’Avaro” di Molière e Gianluca Guidi in “Oscar”, vita e opere di Oscar Wilde.

Per “TEATRO E SOCIETA’, QUANDO LA SCENA SI FA CIVILE” si susseguiranno interessanti proposte di teatro civile: “L’Amico ritrovato” a Urbania per la “Giornata della Memoria”, “Srebrenica” a Gradara per il ventennale del genocidio bosniaco e “Figlie dell’epoca”a San Lorenzo in Campo per il centenario della Grande Guerra (entrambi interpretati da Roberta Biagiarelli), “Gente di rispetto” a Gradara diretto da Pietro Conversano dedicato al giornalista catanese Giuseppe Fava, “Camillo Olivetti” di Laura Curino a Mondavio, “La semplicità ingannata” di Marta Cuscunà a San Lorenzo in Campo per la Giornata internazionale della donna, “L’Agnese va a morire” a Gradara con Elena Bucci e Marco Sgrosso per il 70° della Liberazione, la trasposizione teatrale de “Il gabbiano Jonhatan Livingstone” a Macerata Feltria di Stefano Francoia ed “Eco-fatto, ridendo e scherzando salviamo l’ecosistema” a Mondavio con Massimiliano Martini.

Per “SCENARIDENS”, consueto appuntamento dedicato a divertimento e comicità, si alterneranno al Teatro della Concordia di San Costanzo Giobbe Covatta, Giorgio Montanini (reduce da importanti apparizioni televisive su Rai3), Piero Massimo Macchini diretto da Max Giusti e Rossana Carretto diretta da Paola Galassi. Sempre all’insegna del sorriso: “Cenerentola” di Factory Compagnia Transadriatica a Macerata Feltria, “Se Garibaldi scende da cavallo” con un insolito Vito a Urbania e, al Teatro Angel Dal Foco di Pergola, il musical “Ti amo, sei perfetto, ora cambia” diretto da Marco Simeoli, “Tale madre tale figlia” con Amanda Sandrelli, “Il mio amico Giorgio Gaber” di Gian Piero Alloisio e “Stare meglio oggi” di Carlo De Ruggieri.

Tante le proposte collaterali: progetto Scuola di Platea, incontri con registi, compagnie, personaggi della cultura e società civile (come Eva Cantarella, Nicole Corritore ed Elena Fava), “contaminazioni artistiche” con CartoonSEA (esposizione dal VI Premio Nazionale di umorismo e satira), mostre di One Day Art Exhibition (fotografie di Letizia Morini, maschere della Commedia di Andrea Cavarra e disegni sulla Resistenza degli studenti di Fano), esposizioni di manufatti a cura di Confartigianato. Riproposti aperitivi a Km 0 e degustazioni grazie a Confartigianato, Associazione Stramonio, aziende e ristoratori.

I biglietti per gli spettacoli hanno un costo da 8 a 15 euro. E’ possibile abbonarsi per un unico teatro o fare un abbonamento a carnet scegliendo fra tutti gli spettacoli proposti. Hanno diritto a riduzione gli spettatori fino a 25 anni e oltre i 65, i possessori della AMATo abbonato Card, Carta Musei Marche e Tessera Plus Rete Servizi Bibliotecari di Pesaro e Urbino. Biglietti e abbonamenti potranno essere acquistati in prevendita (con maggiorazione di un euro) alla Biglietteria del Teatro Rossini di Pesaro, tel. 0721 387621 (da mercoledì a sabato, ore 17- 19.30) e alla biglietteria del Teatro della Fortuna di Fano, tel. 0721 800750 (da mercoledì a sabato ore 17.30 – 19.30, mercoledì e sabato anche 10.30-12.30) o il giorno stesso dello spettacolo, dalle ore 17 nelle biglietterie di ogni singolo teatro. Parte dei posti disponibili viene messa in vendita on-line su www.vivaticket.it Info su abbonamenti e biglietti: 0721.3592515 cell. 366 6305500; e-mail: reteteatripu@amat.marche.it.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>