La cena da… corsa con la Pia. Le foto

di 

6 dicembre 2014

VALLEFOGLIA – Metti una sera a cena e se a prepararla la cena è la Pia, la sera diventa subito una serata speciale.

Venerdì sera Mirco Cassiani, il presidente della Scuderia Ferrari Club Pesaro e titolare della Carrozzeria Cassiani in via Pantanelli 183 a Montecchio, ha organizzato all’interno della sua carrozzeria l’abituale cena di fine anno, una serata dedicata agli amici e ai collaboratori che lavorano con lui.

 

 

Chiaramente non poteva mancare la rappresentanza della Scuderia Ferrari, capeggiata dal vice Roberto Saguatti, insieme alla nutrita partecipazione della Concessionaria Peugeot di Pesaro e dalla numerose officine pesaresi tra le quali la M.P, la Pit Stop, la Camillini e l’elettrauto dei campioni, il mitico “Bragiola” ( al secolo Marco Gurini) famoso per essere l’uomo che da sempre cura “le scintille” dei veicoli di Valentino Rossi.

In questa cornice non poteva mancare neppure la redazione “festaiola” di Pu24 rappresentata anche dall’ estensore di queste righe che si è esibito, senza alcun ritegno, nello sport che pratica con grande successo da anni ovvero “ L’alzata di gomito”.

Arrivati davanti alla Carrozzeria Cassiani all’ora stabilita, abbiamo visto parcheggiato vicino all’ingresso un furgone colorato molto conosciuto tra gli appassionati di moto, quello della Severino Hospitality ,il ristorante mobile che prepara pranzo e cena nelle piste di tutta Europa durante le gare della MotoGp.

Pensavamo il mezzo fosse lì per qualche ritocco ma ci sbagliavamo: <Ho chiamato la Pia – ci ha detto Cassiani- per dare una mano perché dovevamo essere una trentina ma alla fine ci siamo ritrovati a tavola in settanta>.

Settanta persone da sfamare per la Pia, la moglie dell’indimenticabile Severino che alcuni lustri fa fondò l’hospitality più famosa del paddock della MotoGp, sono una passeggiata se poi è anche aiutata dalla famiglia Cassiani nella preparazione, allora diventa una festa mica un lavoro, perché lei nei giorni di gara di appassionati ne nutre a frotte, centinaia e centinaia sia pranzo sia a cena.

E’ iniziata così la festa, una festa che è stata un inno al nobilissimo “pancia mia fatti capanna”, a cominciare con gli antipasti.

Una vagonata di sfiziosi antipasti, gustosissimi, coloratissimi in un buffet allestito con grande maestria su una tavola lunga una trentina di metri.

Che spettacolo avrebbe detto Valentino Rossi osservando la tavolata di squisitezze mentre a noi non è sfuggita, anzi è balzata subito all’occhio, la qualità dei vini con Flexnet ( il Moet & Chandon spagnolo) bello fresco che faceva capolino dai vassoi.

E questo è stato solo l’inizio, praticamente “lo spegnimento del semaforo”, lo start “della gara” proseguita con una caratteristica: nessuna staccata per i commensali ma sempre “in pieno” ad assaporare quanto la Pia e suo figlio Michele – che per l’occasione ha arruolato i suoi figli Diego ed Elena nella veste di camerieri- portavano i tavola.

Tre generazioni impegnate per una cena mentre i padroni di casa, Mirco e Silvia Cassiani, si fregavano le mani per la soddisfazione visto il gradimento mostrato dagli ospiti ai piatti della Pia, spazzolati senza alcuna pietà.

Una bella serata conclusa a tarda ora con il consueto brindisi, quello della staffa per il sottoscritto… portato a casa dai ragazzi della Scuderia Ferrari Club Pesaro.

LE FOTO DI ALDO IACUCCI:

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

2 Commenti to “La cena da… corsa con la Pia. Le foto”

  1. orilio scrive:

    Che maestria …quella penna, grazie per i ragazzi del club ferrari,che cena….superba!!!!
    Che commensali!!!!! Affamati e sfamati con delizie , deliziose…. e che vini!!!!!!
    Una splendida serata da 300 all’ora!!!!!

  2. IL BARISTA scrive:

    Quando c’e’ da mangiare bene e’ sempre una bella serata. Vedendo le foto provo una sana invidia e mi dispiace non esserci stato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>