Italservice a tutto Ganz! Il PesaroFano va alle Final Eight di Coppa Italia

di 

7 dicembre 2014

PESARO – La partita era bloccata sull’1 a 1. I ragazzi stavano soffrendo. Jelavic si era fatto male dopo un brutto contrasto con Marcio. Serviva una vittoria a tutti i costi per volare matematicamente alle Final Eight e per tenere il passo della capolista Orte. Sembrava impossibile, perché l’Arzignano stava difendendo bene. Ma ecco la giocata delle meraviglie: Matosevic verticalizza da campione per Ganzetti, il “Ganzo” stoppa col destro e sull’uscita del portiere col sinistro disegna un lob morbido morbido che si insacca all’altezza del secondo palo, portando nuovamente in vantaggio il PesaroFano.

Il pubblico applaude il PesaroFano Italservice

Il pubblico applaude il PesaroFano Italservice

Sembra la pubblicità dell’Amaro Montenegro, in realtà è la descrizione del gol del 2 a 1 realizzato dal talento genio-e-sregolatezza Andrea Ganzetti. Un ragazzo che talvolta fa arrabbiare per le sua testardaggine, ma che molto spess sa regalarci capolavori come quelli di ieri. Era stato lui all’8′ ad aprire le danze con un gol ben diverso: tiro-cross di Tonidandel sul secondo palo e Ganzetti che da due passi appoggia in rete in due tempi. Poi l’Arzignano aveva reagito, crescendo di tono nel finale di frazione sino a trovare il pareggio con Amoroso. Finale di primo tempo battagliero. A farne le spese è Jelavic che dopo una spallata violenta di Marcio è volato verso i gradoni della tribuna andando a impattare in maniera tremenda. Per fortuna a sbattere non è stata la testa, bensì schiena, che se n’è uscita con un brutto taglio nella zona lombare. Il guerriero è costretto al Pronto Soccorso, dove l’esito sono 2 punti di sutura e 10 giorni di prognosi. Poteva finire decisamente peggio per quello che si è visto.

Nella ripresa la partita è giocata alla pari dalle due formazioni. Tonidandel per un soffio di testa non trova il vantaggio. Moretti si supera per negare il sorpasso ospite (mamma mia che parata). Si arriva al cuore del secondo tempo ed ecco la bacchetta magica di Ganzetti che si accende, con quel “cucchiaino” al miele che fa esplodere il PalaFiera nel giorno del Futsal Day. A proposito: record di pubblico, circa 400 spettatori; il tutto immortalato dalle telecamere della Rai (il servizio andrà in onda questa sera alle 19.35 sul Tg3). Il gol ridà energie al PesaroFano e poco dopo arriva anche la cavalcata incontenibile di Tonidandel a chiudere i conti: turbo azionato sulla destra, destro potente che vale il 3 a 1 a 8 minuti dalla sirena. Ancora qualche istante ed è Bonci di tacco a sfiorare il quarto sigillo, il cui urlo rimane invece strozzato in gola. L’Arzignano mette il portiere di movimento, Osimani si inventa Matosevic centrale. La conseguenza è che gli ospiti non riescono mai a calciare, mentre il PesaroFano in pallonetto sfiora il poker per ben 4 volte. Poco importa. La gara scivola via senza ulteriori variazioni e al triplice fischio è dolce il boato del pubblico che sottolinea l’ennesima impresa: il PesaroFano vince ancora e con i 3 punti vola matematicamente alle Final Eight, per il secondo anno consecutivo. Visto mai che stavolta si possa pensare di vincerla davanti al pubblico amico? Incrociamo doppiamente le dita.

In conclusione piccolo ma doveroso sguardo alla classifica e al domani. Il PesaroFano ottiene il decimo risultato positivo in dieci gare (7° vittoria e 3 pareggi), così resta imbattuta, ora al secondo posto solitario a -5 dalla Cascina Orte che però deve scontare il turdo di riposo. Lo farà sabato prossimo, quando il PesaroFano sarà ospite del Came Dosson. Vincere vorrebbe quindi dire presentarsi all’ultima in casa proprio contro l’Orte a-2 dai rivali, con la possibilità di compiere il sorpasso in vetta prima della sosta di Natale. E allora forza ragazzi, fateci sognare ancora un pò. Noi in cambio vi promettiamo che il 20 Dicembre al PalaFiera non si potrà entrare per quanta gente ci sarà.

Tabellino ITALSERVICE PESAROFANO-ARZIGNANO 3-1 (1-1 p.t.)

ITALSERVICE PESAROFANO: Moretti, Perišić, Tonidandel, Jelavić, Lamedica, D’Angelo, Pieri, Bonci, Cuomo, Ganzetti, Matosevic, Dionisi. All. Osimani

ARZIGNANO: Urbani, Fracaro, Marcio, Amoroso, Yabre, Houenou, Suksomkorn, Rosa, Kapa, Marzotto. All. Stefani

ARBITRI: Stefano Mezzadri (Parma), Rocco Morabito (Vercelli) CRONO: Ciro Oliviero (Pesaro)

MARCATORI: 7’58’’ p.t. Ganzetti (IP), 16’59’’ Amoroso (A); 9’25’’ s.t. Ganzetti (PF), 11’21’’ Tonidandel (PF)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>