Favola di Natale dal carcere: i detenuti di Villa Fastiggi scrivono “I Tintoretti” per i bambini pesaresi

di 

11 dicembre 2014

La casa circondariale di Villa FastiggiPESARO – Una favola di Natale dal carcere di Villa Fastiggi. È il regalo che i detenuti di Pesaro hanno pensato di donare ai bambini e alle scuole della città. Il racconto si intitola “I Tintoretti” ed è la storia di un Natale colorato capace di abbattere, almeno per un giorno, le spesse mura di un carcere.

La trama

Nella valle dell’Arcobaleno, alle pendici del monte Tempera, vive una piccola comunità di folletti ai quali è stato affidato il compito di colorare la natura all’avvicendarsi delle stagioni. Sono minuscole creature a forma di pennellino, capaci di generare tutti i colori semplicemente abbracciandosi stretti-stretti e intrecciando la folta capigliatura fatta di morbide setole. Per il Natale devono dipingere il grande Abete Bianco all’interno di un carcere, custodito nel folto di un bosco da un gigantesco orso triste ma dal cuore buono.

Un inno alla voglia di rinascere a vita nuova propria del Natale, attraverso una storia che si regge su numerose allegorie e colpi di scena con un finale tutto da scoprire.

La favola è stata illustrata dal fumettista pesarese Michele Scodavolpe e viene pubblicata dal “Nuovo Amico” (settimanale delle diocesi di Pesaro-Fano-Urbino) distribuito gratuitamente nelle edicole e in tutte le chiese del territorio a partire da domani (venerdì 12 dicembre). Una copia plastificata verrà esposta stabilmente durante le feste, accanto al presepe allestito sotto l’albero di Natale di piazza del Popolo. La possibilità si deve anche all’attenzione dell’amministrazione della Casa Circondariale di Pesaro e al presidente del Consiglio comunale Luca Bartolucci.

“Il nostro desiderio – spiegano i redattori di ‘Penna Libera Tutti’, mensile del carcere – è che il nostro piccolo dono sia gradito dalla città e per questo ci piacerebbe invitare coloro che lo vorranno a contraccambiare inviandoci le loro impressioni o semplicemente gli auguri che rivolgiamo con tutto il cuore a tutti i pesaresi”. E’ possibile leggere la favola anche su www.ilnuovoamico.it o richiederne copia e lasciare eventuali messaggi indirizzando una mail a info@ilnuovoamico.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>