Il pusher degli studenti universitari che patteggia: spaccio da 3.000 euro al mese

di 

11 dicembre 2014

CocainaURBINO – La polizia di Urbino ha arrestato un 39enne, originario dell’Emilia Romagna, accusato di essere un pusher degli studenti universitari. A quanto si è appreso, gli agenti avrebbero ritrovato nella sua abitazione, situata nel centro storico della città ducale, mezzo chilo di marijuana e alcuni grammi di hashish, oltre a due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Ufficialmente viveva con una piccola pensione d’invalidità, ottenuto dopo un infortunio. Dall’attività di spaccio – dicono gli inquirenti – sarebbe riuscito ad arrivare a guadagnare anche 3.000 euro al mese, rivendendo la droga a 8 euro al grammo dopo averla comprata a 3. Pare che addirittura si fosse introdotto nell’ambiente universitario, entrando in un’associazione studentesca.

Il 39enne ha deciso di patteggiare, con giudice del tribunale di Urbino che lo ha condannato a un anno e sei mesi di reclusione, oltre che a una multa di 4.500 euro.

2 Commenti to “Il pusher degli studenti universitari che patteggia: spaccio da 3.000 euro al mese”

  1. Martina scrive:

    cosa c’entra la foto della cocaina?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>