Vuelle, il campionato riparte da Cremona: missione difficile ma non impossibile. MYLES, lesione all’adduttore

di 

12 dicembre 2014

Se il campionato di basket fosse una corsa ciclistica, potremmo paragonare questo avvio di stagione della Consultinvest come una serie di tappe in salita, con pendenze superiori al 15% difficili da scalare per un gruppo alle prime esperienze, dove spesso il distacco preso a fine tappa è stato pesante, nell’ordine di una ventina di minuti (punti), specialmente su percorsi completamente nuovi (trasferte) per chi arriva da oltreoceano e non ha mai affrontato salite così impegnative, con gli avversari che si fanno largo anche grazie ai gomiti alti nelle volate, mentre tu sei ancora lì a chiedere il permesso per conquistare spazio nel gruppone, così dopo nove tappe la Vuelle si trova con un distacco incolmabile dalle prime posizioni e questo era ampiamente previsto, ma fortunatamente vede ancora la coda del gruppo lì davanti e soprattutto non ha ancora indossato la maglia nera dell’ultima classificata, con Caserta che, nonostante abbia allestito un organico di tutto rispetto, è ancora ferma a quota zero.

Adesso il calendario propone le ultime sei tappe del girone d’andata, che non saranno proprio del tutto pianeggianti, ma almeno non propongono più lo Stelvio e il Mortirolo, ma salite pedalabili dove, se riesci ad andare su con il tuo passo, puoi anche mantenere la scia dell’avversario e provare a superarlo nelle volate finali, unico modo per portare a casa la tappa non avendo le caratteristiche tecniche del grande passista, quello in grado di staccare gradualmente l’avversario, ma disponendo di un team capace di grandi scatti, ma anche di grandi blackout, con la speranza che nel momento più bello non ti salti la catena come accaduto a Williams domenica scorsa, con l’ingenuo Kendall che si è addormentato sul più bello con il pallone in mano mentre la sirena suonava la fine del match, da qui al 11 gennaio la Vuelle affronterà all’Adriatic Arena: Trento, Bologna e Cantù, mentre Cremona, Pistoia e Caserta l’aspettano in trasferta, senza voler fare nessun tipo di tabella è chiaro a tutti che Pesaro dovrà cercare di incamerare più punti possibili nei prossimi trenta giorni, sapendo che poi si ripresenteranno le salite spezza gambe, anche se qualche pizzico d’esperienza in più la potrai mettere sul percorso e potrebbe uscire anche qualche risultato a sorpresa.

La seconda parte del Giro D’Italia della Vuelle parte da Cremona, una delle principali sorprese di questo inizio di stagione, capace di vincere cinque partite su nove, pur essendo sulla carta una delle candidate estive alla retrocessione, merito di coach Cesare Pancotto, un maestro nelle partenze sprint, con una preparazione iniziale mirata, anche per sfruttare eventuali lacune strutturali nelle altre formazioni, negli ultimi turni la Vanoli sembra in leggera flessione, pur rimanendo una delle migliori squadre difensive del campionato, con appena 73 punti subiti di media contro gli 86 incassati ogni sera dalla Consultinvest, Cremona è una squadra che gioca un basket ragionato a livello offensivo, mentre spesso usa zone miste per mettere in difficoltà gli attacchi avversari e un modo per provare a sbancare il PalaRadi potrebbe essere quello di cercare con insistenza il gioco in transizione per non trovarsi di fronte le varie difese match up di Pancotto, le trasferte impossibili sono finite, adesso arrivano quelle difficili, farle diventare fattibili dipende solamente da Dell’Agnello e i suoi giocatori.

AGGIORNAMENTO MYLES

Il giocatore Anthony Myles, in seguito all’ infortunio muscolare subito nel corso della partita Colsuntivest – Umana Venezia, è stato sottoposto ad accertamenti che hanno evidenziato una lesione muscolotendinea dell’adduttore lungo della gamba sinistra.
Lo staff sanitario della società ha stabilito il programma riabilitativo.
Il giocatore verrà sottoposto fra 30 giorni a nuovi controlli con relativi aggiornamenti sulle sue condizioni, utili a determinare i tempi del suo reintegro in squadra.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

VANOLI CREMONA – CONSULTINVEST PESARO

Domenica 14 dicembre – ore 18.15 – PalaRadi di Cremona

Diretta televisiva su TVRS – canale 111 del digitale terrestre

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Cremona ha scelto l’asse play-pivot tutto italiano, con Luca Vitali regista che dirige il gioco dall’alto dei suoi 200 cm e Marco Cusin che, dopo aver iniziato la stagione a Sassari, ha preferito tornare alla Vanoli, dove ha ritrovato il quintetto e un minutaggio congruo al suo ruolo di centro titolare della Nazionale azzurra, a difendere l’onore degli Usa ci pensano la guardie Kenny Hayes, discreto tiratore e buon contropiedista e Jazzmar Ferguson, atletico e buon difensore, con l’ala James Bell che non sta convincendo pienamente con un migliorabile 25% da tre, sotto canestro ad affiancare Cusin c’è l’ex Montegranaro Luca Campani, che con l’assenza per infortunio di Cameron Clark si è conquistato un posto nello starting five, Dalla panchina coach Cesare Pancotto può far uscire il positivo Fabio Mian e l’ala Giulio Gazzotti che si stanno conquistando un buon minutaggio, mentre Nicola Mei è il nono uomo delle rotazioni.

IL DUELLO CHIAVE:

 

Wally Judge vs. Marco Cusin: Judge sta faticando più del dovuto a trovare il suo spazio in questa Vuelle, anche a causa della mancanza di un play capace di innestarlo, mentre l’asse play-pivot Vitali-Cusin funziona a meraviglia e non sarà facile per Wally contenere la verticalità del pivot della Nazionale.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

 

L’infortunio occorso ad Anthony Myles, che terrà lontano dal parquet la guardia americana per almeno tre-quattro settimane, rischia di complicare maledettamente il cammino della Vuelle verso la salvezza, perché il numero uno (di canotta) biancorosso è stato sicuramente fin qui il giocatore più continuo e quello che si è meglio adattato al modo di giocare europeo, ma la sfiga è sempre da mettere in preventivo e non ti può sempre andare tutto liscio come l’anno scorso, dove se fosse capitato qualche imprevisto ad Anosike e Turner non staremmo probabilmente qui a parlarvi della serie A, così la Consultinvest giocoforza sarà costretta ad anticipare il suo ritorno sul mercato, previsto per l’inizio del 2015, e per trovare immediatamente le risorse si è bussato proprio alla porta del main sponsor che non si è tirato indietro, mettendo sul piatto la cifra necessaria per acquistare il play guardia destinato a prendere il posto di Williams tra un mesetto, ovvero quando Myles sarà pienamente recuperato, ma nel frattempo Kendall rimane a tutti gli effetti un giocatore della Vuelle e chissà che non riesca a risolvere i suoi tanti problemi, più caratteriali che tecnici, e dare finalmente il suo contributo alla causa.

Ma chi arriverà alla corte di Dell’Agnello? Sfumata l’ipotesi Kee Kee Clark, troppo costoso per la Vuelle e non disponibile fino al 29 dicembre, ci si sta guardando intorno a 360° con un occhio di riguardo alla Legadue, dove la situazione di Forlì rischia di farsi sempre più complicata e l’eventuale esclusione dei romagnoli dal campionato aprirebbe scenari interessanti, anche perché la Consultinvest ha un solo visto disponibile per gli extracomunitari e pescare un giocatore dalla serie inferiore farebbe risparmiare alla Victoria Libertas anche i 12.500 euro di tasse federali, balzello da pagare per ogni giocatore che mette piede per la prima volta in Italia nella stagione in corso, l’identikit del nuovo acquisto corrisponderebbe ad un play guardia con punti nelle mani, con qualche anno d’esperienza europea a medio livello, capace di innestare il pick and roll e di dare una mano in fase difensiva, ma non aspettiamoci un fenomeno, perché si continuerà a viaggiare su giocatori da 4/5000 euro al mese di stipendio, rispettando gli ordini di scuderia che consigliano di non spendere soldi che non sono presenti in cassa in questo preciso momento.

Purtroppo non rimane molto tempo per vagliare tutte le opzioni disponibili, perché stanno arrivando le partite da provare a vincere per la Consultinvest, che per domenica prossima contro Trento dovrà necessariamente avere il nuovo esterno nel proprio roster, nel frattempo ci sono due punti da provare a conquistare, contro una Cremona che a sua volta giocherà senza un americano (Cameron Clark) e non sembra al massimo della forma, e anche con una rotazione ridotta all’osso, coach Dell’Agnello dovrà provare a prendersi finalmente i suoi primi due punti fuori dalle mura amiche.

LA DECIMA GIORNATA IN PILLOLE

 

I due consueti anticipi del sabato apriranno questo decimo turno con Pistoia che ospita Brindisi, mentre la diretta streaming della Gazzetta vedrà di fronte Avellino e Roma, ma il big match della giornata si svolgerà domenica pomeriggio a Venezia con la capolista che affronterà la Grissin Bon Reggio Emilia, mentre l’altra seconda in classifica, Milano, ospiterà Caserta ancora ferma a quota zero, con Capo D’Orlando che proverà a togliersi dalla zona calda della classifica sfruttando il match casalingo contro una Cantù in difficoltà. Nel posticipo delle 20.30 su Raisport si affronteranno Varese e Bologna, mentre lunedì sera Sassari farà visita alla Dolomiti Energia Trento.

I PROSSIMI MATCH DELLA CONSULTINVEST:

 

Domenica 21 dicembre – ore 18.15 – Consultinvest Pesaro – Dolomiti Energia Trento

Venerdì 26 dicembre – ore 18.30 – Consultinvest Pesaro – Granarolo Bologna

Lunedì 29 dicembre – ore 21.00 – Giorgio Tesi Group Pistoia – Consultinvest Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>