City brand, ecco le applicazioni pratiche. Ma da Pordenone è pronta la diffida

di 

13 dicembre 2014

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

PESARO – Continua a far parlare il city brand presentato dall’amministrazione comunale pesarese. Se Matteo Ricci, il sindaco, sulla propria pagina Facebook propone alcune applicazioni pratiche del cuore rovesciato a forma di P che riportiamo all’inizio di pezzo, riempito con immagini varie a indicare le peculiarità della nostra terra, la polemica si arricchisce a distanza.

Pordenone, infatti, rivendica i propri diritti su un marchio quasi completamente identico, realizzato da ConCentro – agenzia speciale per il turismo della Camera di Commercio di Pordenone – e regolarmente registrato nel 2008. Nell’articolo del Messaggero di oggi che riporta la notizia, nell’articolo a firma Luca Fabbri, il direttore di ConCentro annuncia una diffida, “come avvenuto anche con Caserta e Basilea”, anche se spiega che è certo che non si sia trattato di un’operazione di copiatura bensì di una coincidenza creativa. Il sindaco Ricci, però, tira dritto.

I brand di Pesaro e Pordenone

I brand di Pesaro e Pordenone

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>