Vuelle mai doma: a Cremona vittoria in rimonta 80-73

di 

14 dicembre 2014

VANOLI CREMONA – CONSULTINVEST PESARO 73-80
VANOLI CREMONA: Hayes 7, Gazzotti 12, Vitali 17, Mian 0, Campani 2, Pisacane ne, Ferguson 13, Mei 0, Cusin 6, Bell 16. All. Pancotto
CONSULTINVEST PESARO: Williams 5, Ross 19, Basile 4, Musso 23, Caverni ne, Raspino 0, Judge 5, Crow 5, Reddic 19, Tortù 0. All. Dell’Agnello
ARBITRI: Baldini, Borgioni, Weidmann
PARZIALI: 24-17, 23-19, 13-23, 14-21

 

CREMONA – Eccola la prima vittoria esterna della Consutinvest che dopo essere stata anche sotto di 11 lunghezze, riesce in una clamorosa rimonta nel secondo tempo e grazie a Ross, Reddic e Myles ribalta il punteggio aggiudicandosi il match con il risultato finale di 80 a 73. Una grande prova dei ragazzi di Dell’Agnello che non hanno mai mollato nonostante qualche passaggio a vuoto di troppo e grazie ad un ottima ripresa si sono portati avanti anche di dieci punti controllando con qualche patema l’avversario nei minuti finali, con questa vittoria salgono a sei i punti di vantaggio su Caserta e si può aspettare il nuovo americano con un pizzico di tranquillità in più.

Un’assenza per parte, con Cremona che deve fare a meno di Cameron Clark, mentre Pesaro dovrà rinunciare ad Anthony Myles fino alla fine del girone d’andata e la mancanza della guardia americana spinge coach Dell’Agnello ad inserire nello starting five capitan Musso, con Williams confermato play titolare, parte forte la Vanoli grazie all’asse play-pivot con Vitali che innesta Cusin per il 6 a 0 iniziale, con la Vuelle che segna i primi due punti dell’incontro dopo tre minuti grazie ad una bella entrata di Musso, ma sul canestro in contropiede subito da Gazzotti, Dell’Agnello chiama il suo primo timeout per non far scappare i padroni di casa dopo la consueta partenza ad handicap della Consultinvest, primi cambi in casa Vuelle con Judge che si deve accomodare in panchina gravato di due falli, sostituito da Reddic e Basile che prende il posto di uno spaesato Williams, ma la Vanoli continua a spingere e grazie ad una tripla di Gazzotti si porta al massimo vantaggio sul 15 a 6, si rivede anche Crow in un quintetto atipico che non sembra avere molti punti nelle mani, dove il solo Musso riesce a vedere il canestro, anche se qualche sprazzo di vita sembra provenire da Reddic che segna il libero del meno tre (14-17), ma incredibilmente Pesaro non riesce a trovare una contromisura per Gazzotti che con la seconda tripla di giornata arriva già in doppia cifra, la difesa pesarese non riesce ad incidere ed il primo quarto si conclude con i padroni di casa avanti per 24 a 17.

Ross trova un bel canestro in giro e tiro ad inizio secondo quarto e quando Basile infila la tripla del meno due la partita si riapre, con un break di 7 a 0 siglato da una schiacciata di Reddic in contropiede per il 24 pari, ma il sorpasso pesarese è rimandato grazie ad un antisportivo dubbio chiamato a Ross che la Vanoli sfrutta piazzando a sua volta un contro parziale di 7 a 0 che la riporta avanti sul 31 a 24, costringendo Dell’Agnello a chiamare il suo secondo timeout, si attendono ancora i primi due punti di Williams mentre Reddic finalmente si fa valere, almeno in fase offensiva, raggiungendo la doppia cifra personale con il canestro del 28 a 33, Pesaro spreca qualche pallone di troppo con Ross che ancora non sembra pienamente calato nel match e Williams, al di là di uno sporadico canestro in entrata, continua nel suo brutto momento, concedendo punti facili a Luca Vitali che ringrazia e riporta i suoi sul più sette e ci vogliono quattro punti consecutivi di Musso per rimanere attaccati agli avversari (34-39 al 18’), la Vuelle prova a mettersi a zona tre-due con alterne fortune e il secondo quarto si chiude con un tap-in a fil di sirena di Cusin per il massimo vantaggio dei padroni di casa sul 47 a 36.

Le statistiche di metà partita evidenziano la brutta serata della Consutinvest al tiro da tre (2 su 12) contro il 5 su 9 degli avversari, mentre a rimbalzo le due formazioni si equivalgono (18 per parte), ma se Pesaro non ritroverà LaQuinton Ross (-1 di valutazione) non sarà facile provare a recuperare gli undici punti di distacco.

E il secondo tempo si apre proprio con una tripla di Ross per il meno otto per una Consultinvest che ripresenta sul parquet anche Wally Judge, rimasto in panchina per 15 minuti dopo aver commesso due falli, LaQuinton sembra aver capito che alla Vuelle servono maledettamente i suoi canestri e con dieci punti consecutivi riporta i suoi sul 47 a 51 e quando capitan Musso segna la tripla del 50 a 51 dall’angolo, il match sembra finalmente tornato sui binari dell’equilibrio con la Consultinvest che per la prima volta si porta in vantaggio grazie ad un’azione da tre punti di Musso per il 55 a 53, ma ci pensa Bell con due triple consecutive a riportare avanti i padroni di casa sul 60 a 57, Pesaro sembra in grado di reggere nonostante qualche errore di troppo dalla linea e il terzo periodo di chiude con la Vanoli in vantaggio per 60 a 59.

Si inizia l’ultimo periodo con Judge che si fa fischiare un ingenuo quarto fallo, con capitan Musso che segna il suo 21esimo punto personale per il 61 pari e con un libero di Judge la Consultinvest rimette il naso avanti sul 64 a 61, Reddic dai cinque metri trova il suo 16esimo punto per il massimo vantaggio ospite (61-66 al 33’) e sul quarto fallo di Vitali, Nicholas Crow ha l’occasione di allungare ulteriormente con tre liberi segnati per il 69 a 61, con la Vuelle che piazza un parziale di 10 a 0, Williams chiude mestamente la sua partita commettendo il quinto fallo, ma non è propriamente un fattore negativo per Pesaro che grazie ad un ottimo Reddic si porta sul 71 a 61, ma c’è sempre Luca Vitali da tenere d’occhio con le sue solite triple da sette metri che hanno sempre fatto male alla Victoria Libertas e quando anche Bell trova il canestro dai 6.75 il match è nuovamente riaperto (67-72), la svolta della partita potrebbe arrivare dal tecnico fischiato a Vitali, reo di simulazione che gli costa la quinta penalità personale, con Ross che sfrutta il libero per riportare i suoi sul 75 al 67 e si entra negli ultimi tre minuti con Pesaro che cerca di mantenere l’esiguo vantaggio, sprecando però con Basile due ghiotte occasioni, subito punito da Ferguson per il 70 a 75, Ross segna un solo libero per il più sei biancorosso e quando Ferguson trova di nuovo la tripla completamente libero ci sono da giocare ancora 85 secondi con la Vuelle avanti di sole tre lunghezze, Musso commette infrazione di passi e il capitano deve commettere fallo su Cusin per non concedergli un canestro facile, con il pivot della nazionale che sbaglia i due liberi, Ross ringrazia e segna dai quattro metri il canestro del più cinque (78-73) con 43” sul cronometro, Cremona sbaglia e cominciano i falli sistematici per mandare in lunetta gli avversari, con Ross che fa uno su due per il 79 a 73, Mian sbaglia dalla linea e Basile si presenta in lunetta con 16” da giocare, segnando il libero dell’80 a 73, la Vanoli perde palla e la Consulinvest può festeggiare la sua prima vittoria esterna, meritata e cercata con tutte le sue forze.

Un commento to “Vuelle mai doma: a Cremona vittoria in rimonta 80-73”

  1. simone scrive:

    “riesce in una clamorosa rimonta nel secondo tempo e grazie a Ross, Reddic e MYLES”…. forse musso…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>