Volley Pesaro: da Wijnhoven a De Gennaro a Zannini, il Ministero della Difesa è sempre in buone mani

di 

16 dicembre 2014

PESARO – Incantati dal Volley Pesaro, dalla difesa, dal lavoro a muro, dal toccare praticamente tutti gli attacchi avversari, dalla voglia che anima tutte le giocatrici che si sbattono pur di non fare cadere una palla. Di solito restano in mente le schiacciate devastanti, le fast, i primi tempi, i muri che danno punti diretti. E Pesaro, con le “bastionate” di Elisa Mezzasoma e gli attacchi imperiosi da posto 4 di Francesca Babbi ha tanto da ricordare. Ma a chi piace la difesa restano nitide le immagini delle giocate davvero super nella propria metà del campo di una squadra che ha costruito una corazza in ricezione e difesa. Due fondamentali che portano un gruppo a metà dell’opera.

Sara Zannini, fortissimo libero del Volley Pesaro

Sara Zannini, fortissimo libero del Volley Pesaro

Domenica, contro Pagliare, abbiamo visto difese disarmanti (per le avversarie, ovvio!). Così, Sara Agostini ha chiuso con 2/10, Claudia Di Marino, una delle centrali più forti del girone C, addirittura 0/14, Roberta Taddei e Annalisa Pepe, due attaccanti molto rispettate, se non temute, da coach Bertini, a un complessivo 14/51 (5/27 la prima, 9/24 la seconda).

Tutta colpa, anzi merito, delle difese di tutte le pesaresi. Sì’, perché anche la diciottenne Sofia Spadoni, centrale, è stata protagonista di gesti che hanno strappato l’applauso. E che dire di Bellucci e Di Iulio, di Babbi e Zannini?

Pesaro ha potuto contare, in passato, su liberi del calibro di Elke Wijnhoven e Monica De Gennaro (migliore nel ruolo nei recenti mondiali). Oggi a ricoprire il delicato incarico di Ministro della Difesa è Sara Zannini.

“Sofia – racconta Zannini – ha fatto una partita incredibile, è stata bravissima, perché sostituire una titolare, soprattutto il capitano, non è mai semplice. Lei ha messo in campo tutta la grinta, la voglia di giocare che ha e dimostra negli allenamenti e ci ha dato una grossa mano”.

Non facevate cadere una palla…

“E’ la forza della nostra squadra,di questo gruppo. Io sostengo da sempre che la difesa è il fondamentale in cui siamo tutte – e ribadisco tutte – bravissime, in cui diamo il meglio. Oltre alle qualità tecniche, c’è tanta voglia di non fare cadere a terra una palla. Una voglia che è figlia di uno spirito di gruppo davvero incredibile”.

Si vede che giocate insieme con grande piacere. Quando è arrivata a Pesaro avrebbe ipotizzato di avere 26 punti dopo 9 giornate, di vincere le prime 9 partite e di avere 5 lunghezze di vantaggio sulla seconda?

“M’aspettavo, ci aspettavamo, una grande annata, stiamo dominando il campionato, ma credo che nessuno s’aspettasse di lasciare per strada un solo punto. Ci speravamo, questo è vero… E’ un sogno, speriamo di continuare così”.

Presentando la partita con Pagliare, abbiamo scritto che il Volley Pesaro doveva ricordare la sconfitta della scorsa stagione con Loreto… Ah, Sara, fu anche colpa sua e di Valentina Bellucci… veniste a vincere a Pesaro con pieno merito, togliendo alle ragazze anche allora allenate da Matteo Bertini tre punti che avrebbero significato playoff. Con Pagliare non è accaduto, perché avete giocato con una concentrazione feroce.

“Se è per questo, anche noi temevamo il derby. Appena si molla, rischi di soffrire, perché hai di fronte squadre esperte, ben preparate. Ma c’era il risultato di Trevi, la sconfitta di Bologna, a darci la carica, perché vincendo sarebbe aumentato il vantaggio sulla seconda…”.

Così è stato e adesso v’attende l’ultimo impegno del 2014, a Bologna.

“Speriamo di giocare una bella partita e concludere l’anno nel migliore dei modi”.

E la pressione è tutta sulle emiliane, ora staccate di 7 punti.

“Ce la metteremo tutta per incrementare il vantaggio, perché vincendo a Bologna si andrebbe a più 10 sull’Idea Volley. Prima, però, ci godiamo la bella vittoria con Pagliare e da martedì la testa penserà alla prossima partita”.

A cui pensano anche i Balusch, che hanno organizzato un pullman, anzi un… autoBusch, che partirà domenica, alle ore 15, dal piazzale antistante l’Adriatic Arena. Chi fosse interessato può contattare il presidente Mauro Filippini, telefonando al numero 368234851 o attraverso la pagina Facebook degli appassionati di pallavolo.

A proposito di Bologna, siamo in grado di offrire il tabellino dell’Idea Volley nella sconfitta di Trevi:

Grizzo 22, Severi L1, Russo 11, Rubini 9, Gentili 11, Leonardi 10, Bertolotto, Novi 1, Rapisarda, Dall’Olio 2, Mazzini, Alikhani, Quattrini. All. Zaccherini. Statistiche di squadra: battute sbagliate 6, vincenti 11, muri 10.

“Una battuta d’arresto che non complica assolutamente il cammino di questo gruppo di ragazze creato quest’anno dal DS Sabbioni – è scritto nel sito web della società felsinea -. Il campionato è ancora lungo e complicato, aperto a tutte le possibilità, anche se Pesaro sembra sopra le altre squadre di una spanna, mentre Perugia, Orvieto e Firenze sono tutte in zona. Nell’ultima partita dell’anno l’Idea Volley ci deve dire quanto vale Pesaro. Partita da non perdere domenica 21 dicembre al Pala Jesse Owens ore 18”.

Grazie all’ufficio stampa del Todi Volley, primo avversario delle pesaresi dopo la sosta per le festività, domenica 11 gennaio, a Campanara, siamo in grado di pubblicare anche il tabellino della sfida tra fiorentine e tuderti.

CS San Michele Firenze – Todi Volley 3-1

Parziali:25-17, 25-17, 25-27, 25-18)

Firenze: Rosati 14, Sacconi 14, Fidanzi 12, Cheli 11, Miccadei 8, Stolfi 1, Agresti (L), Colzi 3, Filindassi, Ceresi. N.E. – Brandini, Botarelli. All. Alderani.

Todi: Grazietti 24, Antignano 10, Sabbatini 7, Devetag 7, Spicocchi 6, Gatto 2, Mastrilli (L1), Tomatelli 2, Testasecca, Brizi. N.E. – Colarusso, Ribelli, Cerquetelli (L2). All. Ricci.

Zambelli Orvieto, si dimette l’allenatore Iannuzzi

Una notizia da Orvieto. Alle 11, la Zambelli, che con 17 punti occupa la quinta posizione in classifica, staccata di 2 lunghezze dal terzo posto, ha diffuso il seguente comunicato che riguarda “i due maggiori artefici della trionfale scorsa stagione culminata con la storica promozione nella terza categoria nazionale ed ideatori dell’attuale roster allestito nel mercato estivo 2014.Il coach Giuseppe Iannuzzi, per dare una scossa all’ambiente e favorire l’inversione di tendenza ad un periodo di difficoltà emerso con le prestazioni non convincenti delle ultime giornate, ha rassegnato ieri sera le sue dimissioni dall’incarico di allenatore della prima squadra. La società sportiva ha dovuto accettarle a malincuore ed ha trasferito al contempo da oggi al vice allenatore Marco Gobbini la responsabilità di guidare gli allenamenti della Zambelli Orvieto di serie B1 femminile. Il club biancoverde valuterà un eventuale apporto di Iannuzzi nel settore giovanile, riservandosi la facoltà di prendere ulteriori decisioni per quanto riguarda il completamento dello staff tecnico per la squadra maggiore. Per quanto riguarda il settore dirigenziale sono state affidate al neo direttore generale Gianni Montanari anche tutte le funzioni legate alla direzione sportiva, sostituendo nell’incarico Fabrizio De Santis”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>