Young Syrian Lenses, Biagianti e Lagattola raccontano chi voleva fare informazione in Siria. Guarda il trailer

di 

16 dicembre 2014

Si chiama “Young Syrian Lenses” e ha ricevuto il patrocinio ufficiale di Amnesty International Italia. E ‘ un documentario firmato Biagianti – Lagattolla: verrà presentato in anteprima assoluta ad Urbino, alla Facoltà di Sociologia, mercoledì 17 dicembre alle ore 15. Di seguito il trailer.

 

Il documentario “Young Syrian Lenses” nasce dall’incontro di due autori marchigiani Ruben Lagattolla e Filippo Biagianti.

Ruben Lagattolla dopo una lunga esperienza di documentarista nei campi profughi di Iraq e Kossovo riesce nel maggio 2014 ad entrare in Siria dal confine turco tramite l’aiuto di un fotografo italiano, Enea Discepoli, già stato più volte in Siria. Una volta oltre il confine con il supporto di alcuni media attivisti siriani, il gruppo riesce a raggiungere Aleppo. L’intento è quello di filmare l’attività dei ragazzi che lavorano nei network di informazione e documentare il loro lavoro di fotografi. L’occasione è offerta dal fatto che la rete di media attivisti ad Aleppo ha in programma di organizzare una mostra fotografica/evento per testimoniare i tragici episodi che si verificano ogni giorno ad Aleppo libera, sotto assedio del regime di Bashar al Assad, da quasi quattro anni. La mostra fotografica non verrà mai realizzata, la scuola dove dovevano essere esposte le foto viene bombardata e distrutta pochi giorni prima dell’arrivo dei fotografi italiani. Il documentario è stato girato ad Aleppo tra il 30 aprile e il 9 maggio 2014.

Una volta in Italia Lagattolla cerca aiuto per la produzione ed il montaggio del documentario. Inizia così a collaborare con Filippo Biagianti, un giornalista videomaker di Urbino, che con Ruben cura la regia ed il montaggio del film. La produzione vera e propria inizia nel luglio 2014 e va avanti a tappe forzate fino a metà settembre, quando viene realizzato il primo final cut del documentario.

L’intento è quello di raccontare la realtà siriana con un approccio il più possibile umano, senza cadere nella retorica dell’appartenenza religiosa, del fondamentalismo islamico, della spettacolarizzazione della guerra.

Il progetto “Young Syrian Lenses” è stato portato avanti e concluso senza nessun budget, in maniera totalmente indipendente e volontaria. Di fondamentale importanza è stato lo straordinario lavoro di reportage fatto da Lagattolla nei giorni passati ad Aleppo.

Il programma:

ore 10 inaugurazione della mostra fotografica del fotoreporter Enea Discepoli

ore 15 proiezione del documentario Young Syrian Lenses – Media attivisti ad Aleppo 53′ di Ruben Lagattolla e Filippo Biagianti

ore 16 dibattito accademico con alcuni sociologi e con gli autori del film

Locandina

Locandina

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>