Volley Pesaro è avvertito: domenica l’Idea Volley non sarà per niente… Gentili

di 

19 dicembre 2014

Francesca Gentili nelle stagioni urbinati (foto Andrea Ceccarini)

Francesca Gentili nelle stagioni urbinati (foto Andrea Ceccarini)

PESARO – Avviso al Volley Pesaro: domenica sera, l’Idea Volley Bologna non sarà per niente… Gentili. Il commento via telefono, da Bologna, è una risata, allegra, convinta. L’umore di Francesca Gentili, bolzanina di 24 anni, è buono, anche se resta la rabbia per la sconfitta di sabato scorso, a Trevi.

Francesca ha indossato per due stagioni la maglia della Chateau d’Ax Urbino, maturando un’esperienza importante, con un’eredità spiacevole. Lei è destinataria di uno degli assegni, emessi dalla Robur Tiboni, finiti nel registro dei protesti per “mancanza totale o parziale di fondi nel momento in cui il titolo viene presentato per il pagamento”.

Con Francesca abbiamo parlato anche di questo problema, augurandoci che il presidente della Robur Tiboni, Giancarlo Sacchi, mantenga fede all’impegno e onori l’accordo con la giocatrice altoatesina.

Oggi, con l’ex ducale, parliamo della sfida al vertice del girone C di serie B1 tra Idea Volley Bologna (quarta) e Volley Pesaro (primo). Francesca Gentili conosce le prossime avversarie, a incominciare dall’allenatore Matteo Bertini.

“Conosco molto bene Matteo, che nel 2008 curava le statistiche dell’Italia juniores con cui vincemmo l’Europeo. Bertini è molto preparato, molto bravo”.

Quindi la sfida con Pesaro non rappresenta una novità.
“Avendo giocato due stagioni a Urbino, ho vissuto intensamente il derby. Anche la città viveva intensamente la sfida con Pesaro…”.

Mi pare sia lo stesso sentimento che anima oggi Bologna.
“Il Volley Pesaro è primo in classifica, ha vinto nove partite su nove, è una bella squadra, faremo il possibile e l’impossibile per fermarne la marcia, ma sappiamo che ci attende una sfida molto difficile, perché le nostre avversarie, a parte le indiscutibili qualità individuali, con giocatrici ricche d’esperienza, formano una bella squadra che propone un gioco molto veloce. Noi siamo più giovani e giochiamo insieme per la prima volta. Quello che non ci manca è la voglia di fare bene…”.

Beh, non è che Anna Grizzo sia poco esperta…
“E’ vero, ma Pesaro è complessivamente più esperta di noi”.

La scorsa stagione, Grizzo giocava, con due pesaresi di oggi, Bellucci e Zannini, nel Loreto che espugnò il PalaCampanara, togliendo 3 punti playoff alle ragazze di Bertini.
“Anna ci ha raccontato di quella partita, di quella vittoria…”

Pensavamo che l’Idea Volley avrebbe espugnato Trevi per dare l’assalto al primato di Pesaro, perché una vostro successo domenica vi avrebbe lanciate a un solo punto di distacco. Invece… E’ dipeso soprattutto dal ridotto utilizzo di Bertolotto?
“Anche noi confidavamo di vincere a Trevi. Sicuramente i problemi fisici di Marta Bertolotto, la nostra palleggiatrice titolare, ci hanno condizionato, ma la sconfitta è soprattutto figlia di una brutta prestazione di squadra. Una prova negativa, soprattutto di testa, perché abbiamo commesso tanti errori. Ma proprio per questo domenica saremo animate da una grande voglia di riscatto, per mostrare che sappiamo fare assai più di quello che si è visto a Trevi”.

La vostra regista giocherà?
“Sì, Bertolotto sarà in campo contro Pesaro e la nostra squadra si schiererà al completo”.

L’Idea Volley ha costruito una squadra che, senza dubbio, dimostra la voglia di provare a conquistare la serie A2.
“E’ vero, l’obiettivo è quello, ed è per questo che ci stiamo mangiando le mani per l’ultima partita. Personalmente, una settimana dopo, non ho digerito la sconfitta, ma il campionato è ancora lungo, spero ci sarà l’occasione per rifarsi. In ogni caso, conta soprattutto che la società è seria e ha un bel progetto, con giocatrici valide…”.

Avete studiato i filmati delle partite di Pesaro?
“L’abbiamo fatto e lo ripeteremo stasera e domani…”.

Voi che pallavolo proponete?
“Siamo un gruppo giovane, che magari non ha i posti 4 che presenta Pesaro, ma lavora insieme soprattutto nel muro-difesa per ottenere i risultati e può mettere in difficoltà la prima in classifica. Di una cosa sono certa: venendo da una sconfitta causata da tanti errori, l’approccio alla gara di domenica sarà sicuramente diverso, più determinato, più deciso”.

Vi segue un buon pubblico?
“Dovevamo giocare in un altro impianto, più grande, più capiente, ma ci sono stati problemi con il basket e adesso utilizziamo la palestra di Monte San Pietro, un piccolo paese fuori Bologna, che non ha grande visibilità”.

Al seguito del Volley Pesaro ci sarà un pullman di tifosi.
“Sono contenta, perché la loro presenza regalerà un’atmosfera adeguata all’importanza della partita”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>