Polizia, che 2014: 1870 furti e 20 rapine. Emessi 9300 permessi di soggiorno

di 

20 dicembre 2014

La Questura di Pesaro e Urbino  ha emesso oltre 1600 ordinanze nel 2014, con le quali ha predisposto servizi di vigilanza e di ordine pubblico in occasione di importanti eventi, impiegando il personale della Polizia di Stato e delle altre Forze dell’Ordine. Al fine di pianificare al meglio detti servizi, fondamentale è stato l’apporto della DIGOS e delle Squadre Informative dei Commissariati, sue propagini, con la loro puntuale attività di monitoraggio e di mediazione.

La stessa DIGOS ha effettuato numerosi servizi di vigilanza in occasione di importanti eventi politici, culturali e sportivi, garantendo, inoltre, la tutela delle Personalità intervenute, nonché ha esperito puntuali indagini, denunciando in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria 30 persone per il loro coinvolgimento in scontri in occasioni di competizioni sportive, per reati connessi a manifestazioni di protesta e per occupazione abusiva di edifici.

Anche grazie all’attività svolta dalla Questura, nella Provincia di Pesaro e Urbino le tensioni e le proteste, dovute anche ad una persistente crisi economica ed alle sue ricadute in termini di perdita dei posti di lavoro e di disagio sociale, non sono sfociate, nel periodo di riferimento, in scontri ed in incidenti di rilievo. Importante anche l’impegno profuso dalla Polizia nel contrasto alla criminalità ed in particolare a quella c.d. “diffusa”.

Si riportano alcune delle principali voci relative ai reati denunciati o scoperti dalla Polizia di Stato nella Provincia: Tentati omicidi 5 – Omicidi 1 – Lesioni dolose 74 – Violenze sessuali (di cui nr.1 in danno di minore) 5 – Furti 1870 di cui in esercizi commerciali 185 – Rapine 20 di cui in abitazione 3 – Estorsioni 3 – Sequestri di persona 1 – Truffe e frodi informatiche 52 – Danneggiamenti 209 – Stupefacenti 57.

Nell’anno in corso sono stati denunciati presso gli Uffici della Polizia di Stato n. 2.926 delitti. Per quanto concerne il contrasto si riportano alcuni dati: Numero di persone arrestate 144 – Numero di persone denunciate all’A.G. 582.

Attività della Squadra Mobile: – Persone denunciate: 35; – Persone arrestate: 61; – Stupefacenti sequestrati: cocaina 1 kg. ; hashish 4,5 Kg.; marijuana 13 Kg.; eroina 10 gr.; – Oggetti preziosi: 98; – Merce contraffatta (nr. capi): 460;

Alcune delle principali operazioni di Polizia Giudiziaria condotte dalla Squadra Mobile: marzo 2014, arresto in flagranza di 3 stranieri dediti a furti all’interno di sale giochi ed esercizi pubblici; marzo 2014 arresto di uno straniero per spaccio di eroina, nell’ambito di un’indagine scaturita a seguito di due episodi di overdose; giugno 2014, identificato e denunciato all’A.G. un cittadino italiano, autore di furti in danno di esercizi commerciali con il metodo della “spaccata2, mediante l’utilizzo di un tombino in ghisa prelevato dalla strada; agosto 2014, denunciati all’A.G. due cittadini italiani, autori di un tentativo di estorsione ai danni di un pesarese; agosto 2014, arresto in flagranza di 5 cittadini stranieri per furto e resistenza a P.U..

I predetti costituivano un sodalizio specializzato in furti in abitazione; agosto 2014, arresto in flagranza di reato di due stranieri, trovati in possesso di 40 panetti di hashish (per un peso di 4 kg.) destinati allo spaccio; ottobre 2014, denuncia e successiva esecuzione della misura degli arresti domiciliari (disposti dall’A.G.) di tre cittadini italiani specializzati in truffe agli anziani; novembre 2014, arresto di un cittadino italiano sorpreso nella flagranza del furto di rame; dicembre 2014, arresto di un cittadino italiano a Fano per il reato di tentato omicidio.

Attività dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico: – Posti di controllo effettuati: 1140; – Persone identificate 13009; – Autovetture controllate: 6638; – Controlli a persone agli arresti domiciliari: 2878; – Pattuglie effettuate: 2098; – Pattuglie poliziotto di quartiere: 124; – Persone arrestate/fermate: 26; – Persone indagate in stato di libertà: 150; – Denuncie/querele ricevute: 1576.

Allo scopo di migliorare il contrasto al fenomeno dei reati contro il patrimonio e soprattutto dei furti in abitazione, dal mese di luglio 2014, sono stati disposti mirati servizi di controllo, in orario serale e notturno, con cadenza settimanale, anche con l’impiego di personale di rinforzo dei Reparti Prevenzione Crimine, che ha affiancato quello delle Volanti e della Squadra Mobile della Questura. Per quanto riguarda la città di Pesaro, sono stati attivati servizi di contrasto all’abusivismo commerciale, anche su imput ministeriale, nonché iniziative per contrastare il fenomeno dei furti, in particolare in abitazioni.

A tale riguardo, l’accurata gestione delle risorse, anche attraverso il reimpiego di personale già addetto ai servizi burocratici, ha consentito, da l mese di luglio 2014, di assicurare, con cadenza quasi giornaliera, un secondo equipaggio della Volante per il controllo del territorio a Pesaro. Il trend, per quanto riguarda il numero dei reati consumati in Provincia e denunciati o scoperti dalla Polizia di Stato, con riferimento al periodo luglio/dicembre anni 2013 e 2014, risulta sostanzialmente stabile o in lieve calo in lieve calo.

In tale contesto la Divisione Polizia Anticrimine della Questura, ha fornito un importantissimo contributo, in termini di analisi dei fenomeni e di emissione di provvedimenti in alcuni specifici settori di competenza: Accertamenti antimafia 207 – Provvedimenti Avvisi orali 11 – Fogli di via obbligatori e divieti di ritorno 102 – Provvedimenti Richieste di ammonimento 15 – Ammonimenti 9 di cui: – per atti persecutori (stalking) 5 D.A.S.P.O. 21 – Proposte di sorveglianza speciale 2 – Controlli a persone sottoposte a misure di prevenzione e di sicurezza 76 – Controlli a persone sottoposte a misure alternative alla detenzione 2.678.

Una particolare menzione va all’Ufficio Minori, inserito nella Divisione Anticrimine. Gli operatori specializzati del’Ufficio Minori, nel corso del 2014, hanno esperito attività connesse al collocamento di minori in difficoltà in strutture di accoglienza ed educative in 41 casi. Funzionari dello stesso Ufficio, nell’ambito dei progetti finalizzati all’educazione alla legalità, hanno partecipato a 25 incontri con le scolaresche della Provincia, con il coinvolgimento di oltre 500 ragazzi. Il Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica ha effettuato 400 sopralluoghi a seguito della consumazione di reati ed ha proceduto al foto segnalamento di 1150 persone per attività di polizia giudiziaria ed a 1120 persone in relazione all’applicazione della normativa in materia di immigrazione (con un consistente incremento di tale dato a partire dal mese di maggio, con l’arrivo dei profughi nelle strutture ricettive della zona). Numerosissimi anche i servizi di documentazione con riprese fotografiche e filmati, effettuati in occasione di manifestazioni politiche e di protesta o di eventi sportivi.

La Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura ha pienamente garantito il diritto dei cittadini ad effettuare i propri spostamenti, emettendo, con procedure celeri anche nei periodi di maggior affluenza come in occasione delle partenze per le vacanze estive o per le festività Natalizie, 7500 passaporti e 450 dichiarazioni di accompagnamento di minori. Nello stesso periodo la Divisione ha rilasciato o rinnovato 1300 autorizzazione al porto di fucile per uso caccia o tiro al volo, rigettando 50 istanze ed ha emesso 800 autorizzazioni all’importazione o all’esportazione di armi. L’attività di controllo esperita nei confronti di pubblici esercizi ha portato all’emissione di 4 provvedimenti di sospensione dell’attività ex art. 100 TULPS ed al rigetto/sospensione di una decina di licenze.

Notevole anche l’impegno profuso dall’Ufficio Immigrazione, parte integrante della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale. Detto Ufficio,a titolo esemplificativo dell’attività svolta, a fronte di circa 35.000 persone non italiane regolarmente soggiornanti nella Provincia, ha emesso, nel 2014, 9.300 permessi di soggiorno, nella maggior parte per motivi di lavoro (3710), familiari (3225), a seguito di richieste di asilo (630) e di studio (410). Ha trattato circa 540 istanze di protezione internazionale (di cui sono state 140 accolte, e circa 400 in fase di valutazione) ed ha adottato 140 provvedimenti di espulsione (dei quali 30 con accompagnamento alla frontiera)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>