“L’angolo del sindaco”: la nuova rubrica di pu24 parte da Francesca Paolucci, primo cittadino racing (come Valentino)

di 

22 dicembre 2014

L’ANGOLO DEL SINDACO. Con questo pezzo inauguriamo una nuova rubrica, l’angolo del sindaco.

Mentre in Italia sta crescendo in maniera esponenziale l’onda dell’antipolitica, Pu24 cercherà di raccontare, in questa rubrica curata da Maurizio Bruscolini che oltre ad essere appassionato di moto da sempre segue con attenzione le vicende politiche della nostra provincia, in che modo i sindaci del nostro territorio stanno esercitando il mandato conferitogli dai cittadini.

L’obiettivo è quello di informare con interviste un po’ fuori dagli schemi, cercando di evidenziare, se possibile, i lati positivi della politica dei giovani (non solo politicamente) primi cittadini del nostro territorio.

Sta cambiando il mondo e noi cercheremo di capire se anche la politica sta cambiando. Cominciamo da Tavullia, il Comune del sorriso.

FRANCESCA PAOLUCCI UN SINDACO RACING COME VALENTINO ROSSI, MICA STANDARD

di Maurizio Bruscolini

TAVULLIA – Varcando la soglia dell’ufficio del nuovo sindaco di Tavullia, si capisce subito che qualcosa è cambiato.

L’ufficio è sobrio, ordinato, senza fronzoli. Sulla scrivania solo un paio di cartelline, niente pile di pratiche accatastate una sopra l’altra, a significare che qui non ci sono “arretrati”, non ci sono sospesi o pratiche in attesa.

Dietro il tavolo lei, Francesca.

Francesca Paolucci, sindaco di Tavullia

Francesca Paolucci, sindaco di Tavullia

Francesca Paolucci ha 42 anni, guida una giunta giovane non solo politicamente e ci accoglie in jeans maglietta e tacco sei.

Sommando l’età sua e dei suoi assessori, la media fa 46 ed è una combinazione che lascia di stucco.

Loro, il sindaco e i suoi assessori, amministrano oltre al Comune principale anche cinque frazioni per un totale di ben 44 chilometri quadrati di territorio.

L’altra combinazione che ci colpisce è che il Comune di Tavullia ad oggi ha 8.046 abitanti, 4 dei quali sono piloti di moto (e questo è un record nazionale), tre in lizza nel Mondiale nella varie classi della MotoGp, Valentino, Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia, mentre Luca Marini sta facendo apprendistato ed è in lizza nel campionato spagnolo velocità.

Quarantadue anni ben portati, la signora Francesca Paolucci è stata eletta sindaco conquistando il 34% di voti.

Praticamente una valanga di consensi, considerando che le liste in ballo erano 4 e che al primo degli sconfitti – la lista “Francesca Sindaco per Tavullia” – ha “dato il giro” distanziandolo di ben 200 preferenze.

“La novità – spiega Francesca – è stata che abbiamo rotto gli schemi rigidi di partito, non di uno, di tutti i partiti. Abbiamo fatto la nostra lista a pochi mesi dalle elezioni amministrative pensando che era necessario puntare sulle persone e sui programmi e ci abbiamo provato: la nostra è stata una scommessa”.

Le scommesse si vincono o si perdono, Francesca ha vinto.
“Tavullia ha capito subito il nostro messaggio, e abbiamo iniziato un percorso politico nuovo, con la P maiuscola, dove il nostro partito era, è e sarà fino a fine legislatura Tavullia: Tavullia e la sua gente”.

A vederla, può sembrare una donna fragile: non lo è affatto, anzi. Lei, il primo sindaco donna della storia amministrativa di Tavullia, racconta con semplicità i suoi primi 100 e passa giorni di mandato.
“Sono stati giorni durissimi, dedicati in gran parte all’ascolto: ho voluto verificare insieme ai cittadini lo stato generale del Comune. Volevo capire. La prima cosa che ho fatto è stata quella di “mettere a punto” la macchina amministrativa, cambiando anche le funzioni ai dipendenti per fare in modo che le loro professionalità venissero utilizzate al meglio”.

“Ho visitato tutte le frazioni, ascoltato gli abitanti confrontandomi – prosegue decisa – e poi sono passata all’azione. Con la mia Giunta, il primo passo importante dal punto di vista amministrativo che abbiamo fatto è stato quello di abbassare gli oneri di urbanizzazione in tutti i settori edilizi di circa 11 punti”.

E’ servito?
“Certo che è servito, è servito parecchio: da noi sia l’edilizia produttiva sia quella residenziale si stanno muovendo e arrivano numerose nuove richieste”.

Poi?
“Poi abbiamo varato gli incentivi comunali alle attività produttive, che consistono nell’esonero del pagamento delle imposte locali ad imprese che assumono mano d’opera. Anche questa iniziativa sta dando i frutti sperati”.

E per i prossimi 100 giorni?
“Per i prossimi 100 giorni voglio dare ancora un impulso al lavoro, il lavoro è fondamentale: io voglio che a Tavullia si respiri un clima positivo e senza lavoro questo non è possibile. Diciamo che ed ho in mente azioni mirate per fare in modo che questo avvenga ma non gliele dico: prima le faccio”.

Decisa, concreta e con i piedi per terra il sindaco nella poliedrica veste di donna, madre e moglie che “sacrifica” e toglie tanto del suo tempo alla famiglia per donarlo alla “sua” Tavullia.

Francesca Paolucci e Valentino Rossi fanno gli auguri a tutti i tavulliesi

Francesca Paolucci e Valentino Rossi fanno gli auguri a tutti i tavulliesi

E, inevitabilmente, Francesca non può esimersi dal parlare del suo rapporto col cittadino più illustre, quel Valentino Rossi che – come si vede in foto – insieme a lei fa gli auguri di buone feste ai cittadini, a tutti i “loro cittadini”: “Io nutro una grande stima per Vale (lo chiama proprio così, ndr) ma soprattutto un grande affetto. La stima non è solo dovuta e doverosa: è stima vera. Perché negli ultimi anni Vale, sia come uomo sia come pilota, ha fatto un percorso importante, caratterizzato da una grande attenzione per il suo paese. Ha investito moltissimo a Tavullia e qui Valentino adesso ha le sue cose importanti: la sua casa, la sua pista, la sua azienda (la VR46, ndr), e l’Accademy per i giovani piloti. Ha tutto qui e voglio sottolineare con forza che, investendo, ha creato occupazione oltre ad essere, grazie alla sua popolarità, un grande promoter del nostro territorio”.

Detto in parole semplici: a Tavullia Rossi, Vale un bel po’.

Il tempo è tiranno, staremmo ancora qualche ora a parlare con lei ma bussano alla porta quindi salutiamo il sindaco e lei ci congeda con un sorriso e con un “a presto”.

Usciamo dal Comune e sulla porta incontriamo Sara Muratori e Patrizio Federici (due assessori della giunta composta anche da Alessandro Pieri, vice sindaco, e Mirko Baronciani) che dialogano con alcuni cittadini. Anche loro ci lasciano con un sorriso: sarà perché è Natale ma in questo sabato nebbioso (il giorno dell’intervista) a Tavullia abbiamo visto tanti sorrisi e ci viene spontaneo: Tavullia è il Comune del sorriso.

3 Commenti to ““L’angolo del sindaco”: la nuova rubrica di pu24 parte da Francesca Paolucci, primo cittadino racing (come Valentino)”

  1. Giiorgio scrive:

    Interessante, personaggio interessante che non conoscevo. E’ giusto aprire uno spaccato
    che parli anche di chi non è tropo conosciuto e lavora, come il sindaco di tavullia in silenzio.

  2. orilio scrive:

    Auguri per questa nuova rubrica!!
    Meno male che i giovani cercano di cambiare la politica ( non facile con gli obsoleti e ammuffiti che girano nelle stanze del potere! )
    Tavullia : il comune del sorriso , ovviamente, io ci sono nato!!! (un po’ di anni fa .)

  3. Massimo scrive:

    Auguri per la nuova rubrica. Speriamo che i giovani sindaci si impegnino veramente per la gente e per il loro territorio!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>