DelVecchio, Cucuzza e Aguzzi: “Il 2014 della giunta del non fare”

di 

23 dicembre 2014

Davide Delvecchio, Marina Antonia Cucuzza, Stefano Aguzzi*

Il sindaco Aguzzi e l'assessore Delvecchio

Il sindaco Aguzzi e l’assessore Delvecchio

FANO – Un fine anno senza novità, sei mesi di governo della nuova Giunta di Sinistra, senza un atto importante nuovo portato a termine, molta approssimazione e poca trasparenza negli atti amministrativi, un enorme aumento di tasse che mette in difficoltà il già precario bilancio delle famiglie fanesi.

Potremmo schematizzare in questo modo il “NULLA” prodotto in questi mesi dalla nuova maggioranza.

Sulle poche cose buone che vengono portate avanti, attingendo agli ultimi atti amministrativi della giunta Aguzzi, riprendiamo la simpatica battuta del Consigliere F5S Hadar Omicioli, che ieri nell’ultimo consiglio Comunale ha dichiarato che questa non è la prima giunta Seri, ma la terza Giunta Aguzzi.

Riferendosi all’approvazione della variante dell’ex hotel Vittoria al Lido che insieme alla maggioranza abbiamo votato in modo favorevole, perché è stata una iniziativa partita da noi  che riqualifica una bella zona del Lido.

Per il resto, si rinnova la sudditanza al Comune di Pesaro e al Sindaco Ricci, l’impianto di cremazione che è giusto fare e sul quale siamo d’accordo, viene portato avanti dalle due società pubbliche Aset holding e Aspes, che vogliono vendere il 49% della proprietà al privato, in consiglio comunale con un emendamento avevamo chiesto di obbligare nel bando di vendita del 49% la nomina dell’amministratore delegato alle sole società pubbliche,  ma l’emendamento è stato bocciato, si lascia alla multi servizi di Pesaro – Hera, la nomina dell’amministrazione delegato che deciderà quanto fare pagare le cremazioni noi crediamo che sia il primo passo per la svendita delle nostre proprietà pubbliche.

Sul regolamento dello sport, si conferma il pensiero che la giunta e la maggioranza hanno delle società sportive, ovvero enti sportivi con finalità di lucro, e non quello che noi pensiamo ovvero che esercitano in maniera encomiabile una vera attività sociale a favore della comunità, a conferma sono stati bocciati gli emendamenti che tendevano a garantire i rimborsi per le spese della gestione degli impianti, che non saranno più garantiti alle società  e la maggior parte degli impianti andrà messo a gara, mentre noi chiedevano di prorogare fino al 2020 le attuali gestioni come prevede il regolamento regionale.

Ci auguriamo che l’anno nuovo porti consiglio alla Giunta e alla Maggioranza, che sia più concreta e che pensi al bene comune, resteremo vigili e propositivi per il bene della città.

*Insieme per Fano – UDC, Forza Italia, La Tua Fano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>