Natale con i tuoi, Santo Stefano con la Vuelle: all’Adriatic Arena arriva Bologna

di 

24 dicembre 2014

Vuelle contro Roma foto Danilo BilliPESARO – Natale con i tuoi e Santo Stefano con… la Vuelle. Infatti, come da tradizione di queste ultime stagioni, il basket italiano non si ferma per le festività natalizie, anzi raddoppia i suoi impegni con quattro partite nel giro di due settimane, cercando un po’ di quella visibilità sui media concessa dallo stop del campionato di calcio di serie A, così dopo aver passato un paio di giorni con le proprie famiglie, il tifoso biancorosso si presenterà venerdì pomeriggio all’Adriatic Arena per un match molto importante per la classifica e il morale di una Consultinvest uscita malino dalla sconfitta casalinga di domenica scorsa contro Trento.

E il calendario propone forse la partita più attesa della stagione perché, anche se sono lontani i tempi in cui Victoria Libertas e Virtus lottavano per lo scudetto, la sfida contro Bologna rimane la più sentita dalla tifoseria pesarese che vorrebbe chiudere l’annata casalinga con una bella vittoria contro una rivale storica, ma come sempre non sarà semplice portare a casa i due punti, anche se la Granarolo non è poi così superiore alla Vuelle come organico e profondità del roster, anche se è bene ricordare che ha già vinto cinque partite, pur avendo solo otto punti in classifica per la penalizzazione di due punti inflittagli per un ritardo nei pagamenti federali.

L’obiettivo di chiudere il girone d’andata con dieci punti è ancora alla portata dei ragazzi di Dell’Agnello che lunedì andranno a far visita a Pistoia, per poi ricevere Cantù e finire con la trasferta di Caserta ed è proprio la squadra campana ad aver tenuto banco in questi giorni, con l’esonero a sorpresa di Zare Markovski, arrivato ad inizio novembre per rivoluzionare la squadra e il coach macedone non si è fatto pregare con cinque nuovi innesti ed altrettante partenze che hanno stravolto il roster estivo, ma nonostante i tanti cambiamenti effettuati la Pasta Reggia è ancora ferma a quota zero e i dirigenti casertani hanno deciso di affidare la squadra a Vincenzo Esposito, personaggio eclettico quando giocava e ancora da scoprire come allenatore che, dopo qualche esperienza in Legadue, è al suo primo incarico come head coach in serie A, la sensazione da fuori è che qualcosa non abbia funzionato nei rapporti tra Markovski e i suoi giocatori, perché l’organico attuale di Caserta non è certamente da ultimo posto e c’è il pericolo per tutte le altre formazioni pericolanti che, una volta innestate le marce alte, la Pasta Reggia non si fermi più e cominci ad inanellare vittorie su vittorie, cominciando dal derby casalingo contro Avellino.

Anche, e non solo, per questi motivi, sarà bene che la Consultinvest ricominci ad incamerare vittorie il più presto possibile, a cominciare dal match contro Bologna, perché non si può sempre sperare nelle disgrazie altrui.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

CONSULTINVEST PESARO – GRANAROLO BOLOGNA
Venerdì 26 dicembre – ore 18.30 – Adriatic Arena di Pesaro

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Formazione difficile da inquadrare questa Granarolo, dove gli italiani sono sempre sul punto di esplodere senza mai riuscirci fino in fondo e dove gli stranieri spesso non riescono ad essere incisivi come da pedigree, il regista di questa Virtus è il rookie Abdul Gaddy, buona carriera nel college, con qualche problema ad adattarsi al gioco europeo non essendo un realizzatore puro, ma la vera stella bolognese è sicuramente Allan Ray, tiratore mortifero con quasi il 50% da tre e oltre il 90% dalla lunetta, pericolo pubblico numero uno se messo in condizione di tirare dietro ad un blocco. Le liete sorprese stagionali arrivano da Simone Fontecchio, ala 19enne già autore di un paio di buzzer beater, che si è guadagnato il posto in quintetto a suon di buone prestazioni e dal lungo Okaro White, rookie che sta viaggiando a medie di tutto rispetto (12 punti e 6 rimbalzi), mentre l’altro centro Augustus Gilchrist sta faticando a ritagliarsi il suo spazio.

Coach Giorgio Valli può contare su una panchina di buona qualità, con il 20enne playmaker Matteo Imbrò fermato da qualche problema fisico di troppo nella strada verso la sua esplosione, in un reparto esterni che può contare anche sull’americano Jeremy Hazell, mentre sotto canestro ampio spazio alla linea italiana con il sempre utile Valerio Mazzola e i 221 cm di Gino Cuccarolo.

IL DUELLO CHIAVE

Kendall Williams vs Abdul Gaddy
Entrambi alla loro prima esperienza da professionisti, hanno accusato gli alti e bassi tipici di chi è appena uscito dal college, con qualche problema comune in fase realizzativa e di adeguamento al modo di giocare europeo, con il pesarese che sembra giocare con il freno a mano tirato e il bolognese che soffre la concorrenza interna di Matteo Imbrò.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Non si può certo dire che sia stato un esordio brillante quello di Frank Gaines in maglia Consultinvest, con un zero su sette dal campo che non è un bel biglietto da visita per chi arriva con la nomea di tiratore, ma una partita storta si può perdonare a chiunque e già dal match contro Bologna l’ex casertano ha l’occasione di un pronto riscatto, anche se è chiaro che non siamo di fronte ad un fenomeno. Sarebbe bello poter avere l’imbarazzo della scelta al rientro di Myles tra un mesetto, perché vorrebbe dire che Gaines viaggerà alle stesse cifre di Anthony (15 punti col 42% dal campo) e che Williams sarà decisivo nei finali infuocati, ma molto più realisticamente c’è da augurarsi che Myles rientri completamente ristabilito, mettendo in condizione lo staff societario di guardarsi nuovamente intorno alla ricerca di quel playmaker che faccia davvero la differenza in futuro, ma nel frattempo si prosegue con questo roster, sperando che Nicholas Crow trovi finalmente la sua prima tripla del campionato (0/9 finora) e che Raspino si renda utile in altre fasi del gioco, perché alla sua scarsa attitudine offensiva (3.8 punti col 23%) eravamo preparati, meno ai soli 3 rimbalzi catturati di media in 21 minuti di presenza sul parquet ad ogni match, chiaro sintomo di una combattività non proprio da gladiatore, Naturalmente dovrà essere ancora una volta Ross il trascinatore di questa Vuelle, aiutato magari dal Reddic delle ultime giornate, apparso più coinvolto nel gioco, sperando che le festività aiutino Williams a trovare quella continuità persa attraversando l’Oceano, mentre siamo convinti che capitan Musso due partite di fila non le possa sbagliare, portare a casa la vittoria non sarà semplice per questa Consultinvest, contro una Virtus Bologna difficile da decifrare, con gli stessi alti e bassi della Vuelle all’interno dello stesso match, ma le partite impossibili arriveranno più avanti, queste invece, sono quelle da provare a vincere.

LA DODICESIMA GIORNATA IN PILLOLE

Turno festivo che si svolge tutto nella giornata di Santo Stefano e che si aprirà alle ore 17 con la diretta su Raisport di Brindisi-Roma e che si concluderà con l’altra diretta Raisport delle 20.30 di Cremona-Cantù, tutti gli altri match sono in programma alle 18.30 tra i quali spicca il derby campano tra Caserta ed Avellino, mentre Milano ospiterà Capo D’Orlando e l’altra capolista Venezia tenterà di espugnare un parquet molto ostico come quello di Trento, Varese proverà a giocarsi le ultime chance di approdare alla Final Eight nel match casalingo contro Sassari, con Reggio Emilia che spera di ritornare in testa alla classifica ospitando Pistoia.

I PROSSIMI MATCH DELLA CONSULTINVEST

Lunedì 29 dicembre – ore 21.00 – Giorgio Tesi Group Pistoia – Consultinvest Pesaro
Domenica 4 gennaio – ore 18.15 – Consultinvest Pesaro – Acqua Vitasnella Cantù
Domenica 11 gennaio – ore 18.15 – Pasta Reggia Caserta – Consultinvest Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>