Volley, l’abbraccio dei tifosi pesaresi alle ex in maglia Igor Gorgonzola Novara: che festa al PalaFiera di Forlì

di 

27 dicembre 2014

PESARO – In attesa di rivedere all’opera le proprie beniamine, che tornano in palestra sabato pomeriggio, alcuni appassionati sono andati a salutare alcune ex.

Venerdì 26 dicembre, al PalaFiera di Forlì, era in programma l’undicesima e ultima giornata di andata del campionato di serie A1: in campo Volley 2002 e Igor Gorgonzola Novara. Un’opportunità per rivedere e salutare il Professore, al secolo Luciano Pedullà, e abbracciare alcune giocatrici che sono state protagoniste a Pesaro, a iniziare dal Capitano Martina Guiggi per proseguire con Alix Klineman, Cristina Chirichella e Noemi Signorile.

Presenti anche alcune famiglie arrivate da Pesaro, a conferma della bellezza unica della pallavolo.

Al contrario di quanto accade in altre discipline, sempre meno sport, dove è vietato invadere il campo per evitare che gli atleti vengano insultati o  addirittura vigliaccamente colpiti nelle calca, la pallavolo è un’oasi di freschezza, di purezza. E così, a fine gara, il simpatico speaker romagnolo ha invitato il pubblico a entrare in campo per chiedere autografi e fare fotografie con le ragazze di entrambe le squadre.

Un’invasione pacifica, festosa, con  le giocatrici letteralmente abbracciate dall’affetto dei tifosi, delle giovanissime tifose. Fra il pubblico anche chi era arrivato da Pesaro e da Fano. Ed è stata una lunga emozione, soprattutto per i protagonisti, scoprire, anzi riscoprire l’affetto che si nutre ancora oggi, malgrado Pesaro non sia più in A1. Luciano Pedullà ha sorriso, quasi scusandosi per la cattiva prova offerta dalla sua squadra, pure vittoriosa e capace di incrementare il vantaggio sulla seconda, la Liu Jo Modena dell’amico Otello Pedini.

Alix Klineman, sorpresa e felice, ha riconosciuto subito sia il cronista sia i fratelli Andrea e Filippo Masini. Purtroppo, Martina è andata presto nello spogliatoio e non è stato possibile salutarla, come è avvenuto con Noemi Signorile e Cristina Chirichella. Noemi ha abbracciato lungamente una giovanissima amica e poi ha dato appuntamento a Urbino. Peccato che il calendario proponga la trasferta della capolista di A1 al PalaMondolce ducale il 25 gennaio, alle ore 18, quando il Volley Pesaro ospiterà il Proger V. Friends Roma. “Vi seguiremo ai playoff”. “Se ci arriveremo”, ha sorriso Pedullà.

Cristina Chirichella, alla quale i tifosi piemontesi hanno dedicato uno striscione: “La stella + bella è Chirichella”, ma anche la più applaudita dalle giovanissime tifose, ha abbracciato i fratelli Masini e sorriso alla nostra domanda su quando tornerà a Pesaro.

Con l’augurio che il giorno non sia lontano. Anche se da avversaria… Da avversaria? No, da amica, perché chi ha indossato la maglia di Pesaro non sarà mai avversaria.

Domenica erano tante a Forlì. Come abbiamo commentato con Pietro Babbi, il direttore sportivo che queste ragazze le aveva sapute portare alla corte della Robur, anch’egli spettatore appassionato al PalaFiera. Perché rivederle all’opera provoca un magone, ma anche orgoglio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>