Vuelle disastrosa: Pistoia vince di 31

di 

29 dicembre 2014

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA – CONSULTINVEST PESARO 84-53
GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Brown 7, Cinciarini D. 11, Williams C.J. 20, Moretti D. 3, Milbourne 13, Filloy A. 9, Amoroso 12, Severini 2, Magro 2, Hall 5. All. Moretti P.
CONSULTINVEST PESARO: Williams K. 5, Ross 7, Basile 5, Gaines 5, Musso 7, Raspino 6, Judge 14, Crow 0, Reddic 4, Tortù 0. All. Dell’Agnello
ARBITRI: Chiari, Lanzarini, Calbucci
PARZIALI: 17-9, 25-14, 19-15, 23-15

PISTOIA – Bruttissima partita quella giocata a Pistoia da una Consultinvest che già dalla palla a due ha mostrato di non essere in serata a che ha subito per quaranta minuti l’avversario senza mai riuscire a combinare qualcosina di positivo. Dopo un primo tempo deficitario, Pesaro non trova la consueta rimonta nella ripresa e finisce per venire umiliata dalla Giorgio Tesi che stravince col risultato di 84 a 53. Poco da salvare per una Vuelle che ha avuto poco o niente anche dalle sue punte, con Musso e Ross completamente fuori partita e il solito evanescente Kendall Williams. Ci si consola con la sconfitta di Caserta, ma non può bastare per salvare una serata disastrosa.

Starting five pesarese che ripresenta Tommaso Raspino in un quintetto con Judge e Ross sotto canestro e Musso e Williams come esterni. Parte male la Vuelle con le prime tre azioni che producono altrettante palle perse e Pistoia si porta subito sul 5 a 0. Per vedere il primo canestro biancorosso si devono aspettare due minuti e mezzo grazie ad un’entrata di Raspino, ma sono sempre i padroni di casa a condurre grazie ai tanti rimbalzi offensivi catturati, Kendall Williams si fa subito notare per un cross dalla linea da tre punti e ci si deve affidare a capitan Musso per rimanere a contatto della Giorgio Tesi, entra sul parquet anche Gaines in un primo quarto dove si segna col contagocce e nel quale coach Dell’Agnello ha già dato fondo a tutta la sua panchina, Reddic si fa notare solamente per due falli commessi uno dietro l’altro, in una Consultinvest che non riesce a produrre punti e come logica conseguenza di una pessima verve offensiva, la Giorgio Tesi chiude meritatamente avanti il primo quarto con il punteggio di 17 a 9.

Un canestro di Cinciarini apre il secondo quarto per una Giorgio Tesi che si porta sul più 11 (20-9), Gaines sbaglia tre tiri consecutivi compresi un paio di entrate non impossibili e Pesaro continua nel suo preoccupante digiuno offensivo con soli 11 punti segnati in 13 minuti e se anche la difesa comincia a mostrare delle crepe, difficilmente si riuscirà a recuperare dal 29 a 11 fissato sul tabellone al 14’, soprattutto senza i consueti punti di Ross e Musso, imprecisi e confusionari come tutti i loro compagni. Dell’Agnello prova a schierare i suoi a zona, ma viene subito bucata dal Williams pistoiese con una tripla frontale che consente ai padroni di casa di doppiare la Consultinvest (34-17), Basile si fa notare con una bell’entrata ed un assist in chiusura di un secondo quarto che ha visto Pesaro giocare veramente una brutta pallacanestro e che la Giorgio Tesi conduce agevolmente per 42 a 23.

Le statistiche di metà partita evidenziano la pessima percentuale al tiro (8 su 30) della Consultinvest che viene surclassata in ogni voce statistica da Pistoia con una valutazione che recita 49 a 14 per i padroni di casa.

Pesaro ci ha ormai abituato a dei primi tempi deficitari per poi rimontare nella ripresa, ma la Vuelle vista nei primi venti minuti non ci ispira grossa fiducia sulla possibilità di riavvicinarsi alla Giorgio Tesi, una tripla di Basile inaugura il terzo periodo di gioco con la difesa pesarese che continua a concedere troppe conclusioni facili agli avversari (48-26). Musso continua a litigare con i ferri del PalaCarrara e senza i suoi punti sono cavoli amari per l’attacco pesarese che non può contare né su Reddic, né su Williams, seduti mestamente in panchina a riflettere sulle nefandezze compiute finora sul parquet. Di solito in questi frangenti dovrebbe salire in cattedra Ross, ma anche LaQuinton stasera sembra aver lasciato la grinta sul pullman e Pistoia senza grossi sforzi si mantiene saldamente in vantaggio (55-32 al 26’). Pesaro continua nel suo attacco confusione, una certezza quando è Kendall Williams a condurre le danze e non è che in difesa le cose vadano tanto meglio con schiacciate solitarie concesse alla Giorgio Tesi Group che chiude saldamente avanti il terzo quarto sul 61 a 38.

Si arriva così all’ultimo periodo di un match che Pesaro non ha mai interpretato nella maniera giusta e l’antisportivo fischiato a Ross alla prima azione del quarto è il segnale del nervosismo che serpeggia in un gruppo che ha perso la tranquillità di qualche settimana fa, Pistoia ha capito da un pezzo di avere già i due punti in tasca e continua a punire con merito tutte le disattenzioni della Vuelle ferma a soli 45 punti segnati in 35 minuti, si iscrive a referto Kendall Williams con i primi punti di serata, ma sul meno 20 serve a poco ormai e ci si avvia mestamente verso la sirena finale di una partita che non ha mai avuto storia, più per grosso demerito della Consultinvest che per grossi meriti della Giorgio Tesi Group che comunque ha strameritato di vincere un match che si conclude con il risultato finale di 84 a 53.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>