La città ducale fa il pienone: merito de “La Bella Principessa” ma non solo

di 

30 dicembre 2014

A Urbino fila per la Bella Principessa

A Urbino fila per la Bella Principessa

URBINO – “La Bella Principessa”, “Amarcord. Tonino Guerra tra poesia e polis”, “Pilgrimage” di Matteo Basilè e l’”Adorazione dei Magi del Tintoretto” hanno garantito il tutto esaurito ad Urbino.

“Tutti gli alberghi sono pieni, è rimasto solo qualche posto alla Tortorina, siamo veramente contenti”, esulta Maria Francesca Crespini, assessore alla promozione territoriale del Comune di Urbino.

L’assessore Crespini, che lavora in stretta sinergia con l’assessore alla rivoluzione Vittorio Sgarbi, è soddisfatta del lavoro fatto e dell’aver creato questi eventi culturali in così poco tempo.

I dati parlano da soli: al 28 novembre la Bella Principessa di Leonardo ha staccato 11.006 biglietti, solo 1.460 nei giorni del 24, 26, 27 e 28 dicembre. Le altre 3 mostre, aperte il 19 dicembre, hanno venduto 600 biglietti, di cui è difficile fare una distinzione perché non tutti acquistano il biglietto unico, ma solo quello di una o più delle 3 singole esposizioni.

La rivelazione potrebbe arrivare da un piccolo, ma importante opuscolo, in stampa e diffuso prossimamente, curato da Sgarbi che potrebbe attribuire, dopo analisi scientifiche, l’Adorazione dei Magi a Jacopo Rubusti, detto Tintoretto, e non al figlio Domenico.

Tra le importanti novità della promozione culturale, la pubblicità in città sullo schermo in piazza, di cui ne verranno installati altri nelle frazioni e dai banner affissi in città e dai vista point elaborati in collaborazione con l’ISIA.

In attesa de Gli Uomini Illustri, la Bella Principessa, in Urbino in anteprima mondiale e strappata alle richieste del Louvre di Parigi, potrebbe rimanere nella città ducale, dato il grande successo, fino all’apertura dell’Expò di Milano dove sarà esposta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>