Cosa vedere al cinema? The Interview, il miglior film di Rogen ora sotto la lente di NextMovie

di 

31 dicembre 2014

Su The Interview c’è poca improvvisazione e una sceneggiatura più rigida (rispetto hai classici del regista Rogen), ne beneficiano quindi il ritmo e la tenuta comica. Nel complesso però non è un lungometraggio che vuole far satira del potere, nè troppo interessato alla Corea Del Nord di per sè (nonostante si svolga quasi tutto “In Nord Corea”) quanto uno che porta avanti la tematica dell’umorismo da “gay ingenui” e del bromance con cui Franco e Rogen sono nati.

È di certo la commedia più matura per Rogen e di converso quella in cui James Franco dà il 100% di sè con un personaggio cialtrone, ignorante e illuso da una vita alimentata dai media che ha una sua originalità. Addirittura ci sono anche delle battute che finiranno di sicuro nei libri di storia di Hollywood (James Franco che corregge il dittatore che parla di Stalin: “Attento Kim, da noi si pronuncia Stallone!“) se non delle gag visive fondate, come spesso in questi film, sul mostrare troppo che funzionano molto.

Se vi chiedete qual’è l’immagine che esce della Corea Del Nord si può dire che Kim Jong-un venga visto come nuovo Hitler ovviamente: bambinone sadico, abile manipolatore dei media, un cretino qualsiasi. Diversa è la raffigurazione dei coreani del nord che, sono sia soldatini del sistema sia uomini e donne desiderosi di un futuro diverso. Nonostante il film sia basato quasi sul Nord Corea, secondo noi, questo è un lungometraggio che non mette in ridicolo un paese distrutto psicologicamente dalle guerre e dalle sanzioni internazionale , mentre l’attacco alla Sony si presume essere stato causato da una loro ex dipendente non legata alla Corea del Nord.
Approfitto per consigliarvi di vedere il film quando e se uscirà in Italia, non rimarrete delusi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>