Arrestati tre minorenni albanesi, in due mesi avevano rubato 40 diversi capi di abbigliamento

di 

2 gennaio 2015

URBINO – A conclusione di attività investigativa della Polizia di Stato in servizio nel Commissariato di Pubblica Sicurezza di Urbino sono stati denunciati tre giovani albanesi di età compresa tra i 15 e i 17 anni, resisi responsabili di furti, l’ultimo dei quali avvenuto il 29 dicembre scorso, presso negozi di abbigliamento in un centro commerciale di Urbino.

In particolare è emerso che negli ultimi due mesi presso due distinte attività commerciali erano stati sottratti almeno 40 capi di abbigliamento di vario genere, tra cui giacchetti, pantaloni, felpe e cappelli.

La refurtiva trovata

La refurtiva trovata

Il metodo utilizzato dai tre era quello di prendere i capi di abbigliamento esposti negli scaffali dei negozi, portarli all’interno dei camerini di prova, dopodiché venivano strappate le placche antitaccheggio dagli indumenti e venivano poi indossati degli stessi ragazzi; le placche antitaccheggio venivano lasciate all’interno degli stessi camerini.

Solitamente venivano effettuati singoli furti, ripetuti però con notevole frequenza e anche più volte nella stessa settimana, solitamente il pomeriggio.

L’attività di indagine degli agenti di Polizia, effettuata anche con l’ausilio dei sistemi di videosorveglianza, ha permesso di deferire per furto, aggravato per l’aver commesso i fatti in concorso e con violenza sulle cose, alla Procura dei Minorenni presso il Tribunale di Ancona, tre giovani albanesi, ospiti presso una Comunità presente nel territorio urbinate.

E’ stata recuperata una parte dei vestiti sottratti, che comunque non potranno essere posti nuovamente alla vendita in quanto danneggiati per aver tolto le placche antitaccheggio. Inoltre buona parte dei capi di abbigliamento sottratti era in uso ai giovani all’atto stesso del fermo.

Si allega fotografia della refurtiva.

Un commento to “Arrestati tre minorenni albanesi, in due mesi avevano rubato 40 diversi capi di abbigliamento”

  1. fabio scrive:

    te pareva che non c’erano loro di mezzo….ma dai su non vi preoccupate qualche giorno poi di nuovo in giro a riprendere l’attività, tanto qui siamo in Italia….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>