Movimento 5 Stelle: “Nella calza della Befana si allargano le intese con contributi a pioggia”

di 

5 gennaio 2015

Movimento 5 Stelle Fano*

La calza della befana… contributi a pioggia per tutti

 

La tanto decantata discontinuità della giunta Seri in campagna elettorale trova, di nuovo, un forte detrattore negli stessi atti che approva. Oggi troviamo le dita nella marmellata di Seri nei contributi di fine anno, dati a pioggia, a un bel numero di associazioni cittadine. Al di fuori di ogni programmazione amministrativa e di coordinazione tra pubblico e attività associative. Il lupo perde il pelo ma non il vizio. E così nella calza della Befana ci saranno i soliti regali di fine anno, giusto per non farsi mancare il pacchetto di voti alle prossime elezioni (ricordiamo le prossime a maggio, quelle regionali). Ma su tutti ne spicca uno: 5000 euro agli Alberghi Consorziati per la manifestazione del trofeo “Join the Game” Basket svolto a Fano nel mese di maggio, in piena campagna elettorale. Un torneo che ha visto come vetrina la candidatura di Franco Del Moro nel partito di Mirco Carloni, quale organizzatore e artefice del torneo a Fano. Certo un torneo che ha portato tante persone, ma un evento che nel locale ha assunto una chiara impronta politica, innegabile! Basta leggere quello che c’era scritto sulla pagina facebook di Carloni: “Franco Del Moro, candidato della lista ‪#‎lacosagiusta‬, ha portato nella nostra città questo avvenimento nazionale”. A dimostrare che l’iniziativa abbia assunto contorni solo di “spot” limitato al 2014 resta il fatto che nel 2015 non giunge notizia di un nuovo appuntamento “Join the Game”. Insomma, dalle tasche dei cittadini fanesi vengono scuciti 5 mila euro per finanziare un pezzo della campagna elettorale della Lista di Carloni? Capiamo che Seri e Carloni ad oggi siano diventati “amiconi” all’interno delle “ larghe intese”, che vanno tanto di moda, grazie al Ministro Lupi. Ma la decenza ha un limite.

Le associazioni fanesi meritano ben di più di contentini di fine anno e di gettiti “ad personam”. Meritano una programmazione trasparente delle loro attività assieme al Comune, dove quest’ultimo decida fin dall’inizio dell’anno quanto destinare ad esse. Altro che dolcetti di fine anno nella calza della Befana.

Hadar Omiccioli, Marta Ruggeri, Roberta Ansuini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>