Follia in discoteca: giovane pestato a sangue da tre coetanei

di 

6 gennaio 2015

MERCATINO CONCA – Nottata movimentata quella appena trascorsa alla discoteca Europa, tanta la gente arrivata anche da lontano per vedere il live della band ospite, i Gem Boy. Ma non è stata, solo, l’ottima esibizione ad aver riscaldato il clima; come spesso accadde, un cocktail in più, vecchie o nuove antipatie ed è facile arrivare quasi alle mani, la cosa poi come sempre scema con l’arrivo di buttafuori o amici.

Molto più grave il fatto, accaduto attorno le 4, che ha visto come vittime due ragazzi di Pietrarubbia, di cui uno pestato letteralmente a sangue.

Il primo, che ha riportato lesioni più “lievi”, nella zona della schiena, sarebbe rimasto vittima, all’ingresso del locale, di una banda che all’arrivo del secondo ragazzo, intento a difendere e proteggere l’amico ha attirato l’ira dei 3, stando ai racconti dei testimoni. Il giovane è rimasto ferito in volto, nella zona del setto nasale, zigomi e occhi, con la faccia ricoperta di sangue, presentando ferite, anche profonde, nella zona tra gli occhi, dove si poteva vedere la carne viva.

Sembrerebbe, sempre a quanto riportano i diversi testimoni presenti sul posto, che i 3 non abbiano utilizzato mezze maniere, infatti si sarebbero scagliati sul giovane, “colpevole” di aiutare un amico che si trovava in difficoltà, anche con calci sul volto.

In diversi della compagnia di Pietrarubbia, e non solo, si sarebbero messi in mezzo per proteggere i due, rischiando di finire vittime, anche loro, dell’ira violenta dei 3. Subito dopo, gli aggressori, si sarebbero dileguati su una Opel con targa samarinese, questo è quello hanno raccontato alcuni dei presenti che avrebbero visto l’auto sfrecciare, con a bordo 3 giovani italiani.

Il ragazzo di Pietrarubbia è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasferito presso il nosocomio urbinate, mentre gli amici e i presenti, rimasti nel piazzale d’ingresso, hanno continuato a mettere insieme, tra tristezza e rabbia, i pezzi del puzzle che hanno visto l’amico concludere la serata al pronto soccorso, serata nella quale il divertimento doveva essere l’unico protagonista.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>