Il nuovo prefetto Pizzi si presenta: “Consentire al sistema imprenditoriale l’accesso al credito”

di 

6 gennaio 2015

Si è insediato il nuovo prefetto di Pesaro e Urbino Luigi Pizzi, ascolano, 62 anni, ex prefetto di Matera. Laureato in Giurisprudenza, ha ricoperto una lunga serie di incarichi, tra cui nel 2009 quello di presidente della Commissione straordinaria del Comune di Gioia Tauro, consiglio comunale sciolto per infiltrazioni della criminalità organizzata.

Due concetti chiari espressi nel primo giorno “pesarese”: consentire alle aziende locali e al sistema imprenditoriale l’accesso al credito delle banche, in modo da evitare canali non convenzionali (“credo” portato avanti con forza dallo stesso Pizzi anche nel suo precedente impiego a Matera), e dialogo costante con la cittadinanza e tutto il territorio provinciale. Un riferimento anche al fenomeno delle “passeggiate notturne per la sicurezza” di Forza Nuova  a Fano, definite come comportamento capibile ma non giusto e da eviatare poiché portato avanti da persone che non hanno nulla a che fare con le forze dell’ordine e con la loro preparazione.

Pizzi è entrato nella carriera prefettizia nel novembre del 1981, è stato assegnato alla Prefettura di Chieti ove ha disimpegnato dapprima incarichi quale funzionario presso gli uffici amministrativi e successivamente, dal maggio 1984 al mese di ottobre 1985, ha svolto l’incarico di Vice Capo di Gabinetto. Dall’ottobre 1985 al mese di giugno del 2000 ha disimpegnato, presso la medesima Prefettura di Chieti, le funzioni di Capo di Gabinetto.

Nel giugno del 2000 è stato trasferito presso la Prefettura di Pescara, ove ha ricoperto dapprima l’incarico di Dirigente dei Settori Amministrativi, poi di Dirigente di Area ed infine nuovamente quello di Capo di Gabinetto.

Nel mese di aprile 2004, è stato trasferito presso la Prefettura di Pistoia, ove ha disimpegnato le funzioni di Vice Prefetto Vicario sino al marzo 2006, allorquando è stato trasferito presso la Prefettura di Campobasso con il medesimo incarico di Vice Prefetto Vicario.

In tale ultima sede, ha svolto le funzioni di Reggente della Prefettura nel periodo di vacanza della titolarità e cioè dal 1° ottobre 2007 al 10 gennaio 2008.

Con decorrenza 31 gennaio 2008, è stato trasferito presso la Prefettura di Venezia ove ha ricoperto l’incarico di Vice Prefetto Vicario sino alla nomina a Prefetto avvenuta il 31 luglio 2009.

Nella stessa sede di Venezia, è stato reggente dal 1° aprile 2009 al 31 luglio 2009.

Dal mese di gennaio al 1° giugno 2011, ha disimpegnato l’incarico di Commissario Prefettizio e Straordinario presso il Comune di Santa Maria Capua Vetere (CE). Dal 02 agosto 2011 al 23 dicembre 2011 è stato Commissario Prefettizio del Comune di Trevi (PG).

Nel corso della carriera, il Prefetto Pizzi ha disimpegnato vari incarichi commissariali presso Comuni delle province di Chieti, Pescara, Campobasso e Venezia, nonché presso altri Enti locali. Dal 10 gennaio 2012 ricopriva l’incarico di Prefetto della Provincia di Matera

Un commento to “Il nuovo prefetto Pizzi si presenta: “Consentire al sistema imprenditoriale l’accesso al credito””

  1. giorgio scrive:

    Dall’intervista apparsa oggi sul R. del Carlino il nuovo prefetto appare meno disponibile all’allargamento delle visite del Palazzo Ducale….non è un inizio incoraggiante.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>