Scenaridens: a San Costanzo tornano Giobbe Covatta e Giorgio Montanini di Ballarò

di 

7 gennaio 2015

SAN COSTANZO – Grandi nomi della comicità e personaggi emergenti è il mix che continua a proporre SCENARIDENS, la prima stagione di teatro comico delle Marche che da oltre 20 anni va ininterrottamente in scena sul palco del Teatro della Concordia di San Costanzo.

“Amat, Comune, Provincia, Regione credono ancora molto in questo Festival dell’umorismo e il sold out che quasi tutti gli spettacoli fanno registrare testimoniano l’amore che gli abbonati e i cittadini hanno per questa nostra longeva iniziativa a cui teniamo moltissimo e che curiamo con attenzione diluendo novità a proposte di consolidata energia comica”, commenta Filippo Sorcinelli, vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di San Costanzo.

Si parte sabato 24 gennaio con “Nemico Pubblico” di e con Giorgio Montanini reduce dai successi dell’omonima trasmissione televisiva su Rai Tre e dalla partecipazione a Ballarò. Un monologo satirico di stand up comedy che non fa sconti, abbatte gli steccati e mette in dubbio le nostre certezze. In Nemico Pubblico, il comedian prende sotto braccio il pubblico e insieme affrontano un viaggio alla ricerca di quel marcio che ci è scivolato dentro e che è l’unica cosa che ci rende tutti uguali.

Mercoledì 4 febbraio è la volta del grande Giobbe Covatta che torna al della Concordia con il nuovissimo spettacolo “6° (sei gradi)”. Ancora una volta è un numero il titolo del suo nuovo spettacolo. Dopo “7” (come i sette vizi capitali) e “30” (come gli articoli della carta dei diritti dell’uomo), tocca ora al numero “6″! Anche in questo caso il numero ha un forte significato simbolico: rappresenta l’aumento in gradi centigradi della temperatura del nostro pianeta. Giobbe si diverte ad immaginare le stravaganti invenzioni scientifiche, ma anche sociali e politiche, che metteremo a punto per far fronte ad una drammatica emergenza ambientale e sociale. Ne emergeranno personaggi di grande verve comica indaffarati a realizzare all’ultimo momento quello che noi avremmo dovuto fare da anni. In questo spettacolo comicità, ironia e satira si accompagnano alla divulgazione scientifica su quelli che sono senza dubbio i grandi temi del nostro secolo: sostenibilità del Pianeta e di conseguenza delle sue popolazioni.

Sabato 21 febbraio Piero Massimo Macchini ci presenta, e si presenta, con il suo nuovo lavoro “ScherziAMO”. Energia positiva e tante risate in un’ora e trenta minuti di show ai massimi livelli per la regia di Max Giusti! “ScherziAMO”: un gioco di parole che introduce ad un mondo fatto di burle e nessuna voglia di prendersi sul serio. Si parla di un professionista, un cultore dello scherzo. E allora il teatro comico si impreziosisce di raffinate tecniche visual: pezzi di mimo e straordinari numeri di magia! Piero Massimo Macchini ci racconta il suo percorso di crescita personale, lasciando ormai alle spalle il celebre “Complesso di Edipo” (spettacolo pluripremiato) e approdando alla più rilassante sindrome di Peter Pan.

Per lo spettacolo di sabato 7 marzo non potevamo non dare spazio a una delle attrici comiche più talentuose del panorama nazionale ovvero Rossana Carretto che, con la regia di Paola Galassi, in occasione della festa della donna ci propone lo spettacolo “Una donna impenetrabile”. L’attesa è il filo conduttore dello spettacolo. Tre diverse tipologie di donne che aspettano. Tre figure femminili cucite addosso ad un’attrice un po’ cantante, un po’ ballerina, un po’ sexy e… molto clown.

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21:15. Per tutti le informazioni su biglietti e abbonamenti contattare Amat Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino tel. 0721 3592515 / 366 6305500. Vendita biglietti on line attraverso il sito www.vivaticket.it.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>