Donazione organi, De Benedittis (Noi Giovani) vuole che Fano aderisca al progetto “Una scelta in Comune”

di 

9 gennaio 2015

FANO – Da Noi Giovani, precisamente da Mattia De Benedittis, una mozione per adesione e promozione di “Una scelta in Comune”, progetto promosso da Regione e Federsanità Anci per poter prevedere la possibilità, a chi richiede o rinnova la carta d’identità, di esprimere il proprio consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti. Ecco il testo della mozione.

Al Presidente del Consiglio Comunale
Renato Claudio Minardi

Al Sindaco di Fano
Massimo Seri

OGGETTO: Mozione su adesione e promozione del progetto “Una scelta in Comune”

Premesso:

– che il progetto “Una scelta in Comune”, promosso da Regione Marche e Federsanità Anci, prevede la possibilità, a chi richiede o rinnova la carta d’identità, di esprimere il proprio consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti;

– che, secondo la nuova normativa, è possibile  esprimere il proprio consenso o diniego alla donazione, firmando un semplice modulo al momento del rinnovo della carta d’identità;

– che con la Legge n. 25 del 26 febbraio 2010, nota come “Milleproroghe” e dalla Legge 9 agosto 2013 n. 98, include nelle vigenti modalità di registrazione della propria volontà anche gli uffici anagrafe dei Comuni;

Preso atto:

– che è possibile dichiarare la propria volontà anche tramite metodi diversi;

– che i cittadini maggiorenni, i quali intendano esprimere la propria volontà alla donazione, possono registrarla nel SIT – Sistema Informativo Trapianti, oppure:

1. Firmando un modulo che sarà consegnato in occasione del rilascio/rinnovo della carta d’identità all’ufficio anagrafe.
2. Compilando e firmando un modulo che si può richiedere presso tutte le sedi URP delle Aziende del Servizio Sanitario Regionale.
3. Firmando l’atto olografo dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi (AIDO); grazie alla convenzione tra il Sistema Informativo AIDO (SIA) e il Centro Nazionale Trapianti, tutte le dichiarazioni raccolte confluiscono nel SIT.

Sono altrettanto valide, ai sensi di legge, le seguenti modalità per dichiarare il proprio consenso o diniego alla donazione:

4. Compilando e firmando le “donorcard” delle Associazioni di settore, così come il tesserino del Ministero della Salute.

5. Scrivendo su un foglio libero la propria volontà, ricordandosi di inserire i dati anagrafici, la data e la propria firma (Tale dichiarazione deve essere sempre portata con se).

Tutto ciò premesso:

Il Consiglio Comunale IMPEGNA il Sindaco e la Giunta:

– Ad aderire ufficialmente al progetto sulla donazione di organi e tessuti denominata “Una scelta in Comune” e a promuoverla sul territorio.

Mattia De Benedittis – Noi Giovani

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>