Robur Tiboni, i complimenti di Matteo Bertini per l’ingaggio di Jan DE Brandt: “Una persona squisita, un bravissimo allenatore”

di 

9 gennaio 2015

Bertini. Foto Danilo Billi

Bertini. Foto Danilo Billi

PESARO – Complimenti alla Robur Tiboni Urbino per la scelta di Jan De Brandt. Sono firmati da Matteo Bertini, allenatore del Volley Pesaro, che conosce molto bene il nuovo coach di Urbino.

“Prima di tutto Jan è una bravissima persona, molto piacevole da conoscere e frequentare, un uomo di grande cultura, che ,mi risulta innamorato di Marche e Umbria. E un bravissimo allenatore che ha avuto bellissime esperienze a Tenerife e Istanbul (Fenerbahce), ma anche, lo scorso anno al Voléro Zurigo. Ha allenato anche in Azerbaigian. Il suo curriculum è molto importante. Gli auguro di fare bene a Urbino”.

Come sempre, il licenziamento di un allenatore è una medaglia, a due facce. La prima racconta un’ingiustizia perché se le cose vanno male la colpa non è mai di una sola persona. La seconda è che per un allenatore che lascia, un altro arriva. In questo caso un allenatore che potrebbe dare qualcosa d’importante alla pallavolo italiana.

“Sicuramente è arrivata una persona positiva. Spero rimanga parecchio in Italia perché è il volley in generale ha bisogno di persone come Jan; ancora di più la pallavolo italiana”.

Cosa può fare un nuovo allenatore in una squadra che ha perso, finora, undici partite su undici?

“Sicuramente lavorare tanto per provare a dare un’impronta di quello che è il suo gioco e motivare una squadra che in questo momento, proprio per le undici sconfitte di fila, non può essere al massimo delle motivazioni. Questo nell’immediato. Se verranno i risultati le motivazioni saliranno e il suo lavoro risulterà più facile, ma in questo momento il suo primo impegno sarà intervenire nella testa delle ragazze”.

Visto che vi conoscete bene, organizzerete un’amichevole, così De Brandt potrebbe chiederle un consiglio?

“Non credo abbia bisogno dei miei consigli. E’ vero però che con Urbino avevamo programmato un’amichevole il 22 gennaio. Vedremo se Jan sarà interessato o meno a quanto gli proporrà il suo secondo. Saremo molto contenti di ospitarli o di andare a giocare al PalaMondolce, così avrei l’occasione per salutarlo e fargli un grande in bocca al lupo”.

Matteo Bertini ha conosciuto De Brandt sia in occasione di una finale di Champions League, vinta dalla Foppapedretti Bergamo allenata dall’urbinate Lorenzo Micelli, che ha avuto una parte importante nell’ingaggio del belga, sia durante diversi stage delle nazionali juniores di Belgio e Italia.

Domenica Urbino (ferma a zero punti) ospita Forlì (che di punti ne ha 4), in una partita fondamentale per il prosieguo della stagione. Le romagnole hanno perso Cardullo e potrebbero cedere Agüero, ma hanno ingaggiato l’ottima schiacciatrice slovena Monika Potokar.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>