Volley Pesaro fa 11: neppure un black-out ferma la marcia dell’imbattuta capolista trascinata dal “braccio di ferro” di Mezzasoma

di 

11 gennaio 2015

VOLLEY PESARO – TODI VOLLEY 3-0
VOLLEY PESARO: Spadoni7  (5/10; 2 muri ), Salvia ne, Zannini (L: ricezioni 12, positiva 75%, perfetta 50%), Sestini 6 (4/8; 1 battuta valida; 1 muro), Concetti, Di Iulio 5 (2/2; 2 bv; 1 muro), Battistelli, Bellucci (Ricezioni 2, errori 1, positiva 50%, perfetta 50%), Battistoni ne, Bordignon 6 (6/29. Ricezioni 13, positiva 100%, perfetta 69%), Mezzasoma 20 (18/31; bv 2), Babbi 12 (9/18; 3 bv. Ricezioni 13, errori 1, positiva 76%, perfetta 47%). All. Bertini
TODI VOLLEY: Colarusso 2 (1/10; 1 muro), Ribelli ne, Sabbatini 3 (3/9. Ricezioni 2, positiva 50%, perfetta 50%), Spicocchi 5 (5/10), Devetag 8 (7/27; 1 muro), Mastrilli (L: ricezioni 24, errori 3, positiva 58%, perfetta 38%), Testasecca (0/1), Gatto ne, Brizi 1 (1 bv), Antignano 5 (5/9), Cerquetelli ne, Grazietti 8 (7/15; 1 bv), Tomatelli 1 (1/13). All. Ricci
ARBITRI: Belluco e Rucli di Padova
PARZIALI: 25-12; 25-20; 25-19 in 103 minuti
STATISTICHE DI SQUADRAVOLLEY PESARO: Battute 74, errori 8, punti 8. Ricezioni 45, errori 2, positiva 76%, perfetta 47%. Attacchi 98, errori 8, muri subiti 2, punti 44, 45%. Muri fatti 4. TODI VOLLEY: Battute 52, errori 7, punti 2. Ricezioni 66, errori 8, positiva 61%, perfetta 36%. Attacchi 97, errori 10, muri subiti 4, punti 29, 30%. Muri fatti 2
NOTE: spettatori 600 circa. In tribuna le ex Alessia Fiesoli e Caterina Gioia, entrambe alla Bakery Piacenza, in A2, ma anche l’ex direttore sportivo della Robur, Piero Babbi, uno degli artefici degli scudetti. Dietro il tavolo degli ufficiali di gara una grande matita con la scritta “Noi siamo Charlie Hebdo”, solidarietà al giornale satirico francese colpito al cuore da due fondamentalisti islamici

Elisa Mezzasoma supera un muro avversario

Elisa Mezzasoma supera un muro avversario

PESARO – Dove avevamo lasciato il Volley Pesaro? Al 21 dicembre, alla vittoria in trasferta a Bologna, la decima della stagione. E ovviamente in vetta alla classifica del girone C della serie B1. Dove lo ritroviamo? Ancora imbattuto, con una vittoria in più. Undici su undici, 32 punti su 33 disponibili, una partita praticamente perfetta davanti agli occhi dell’ex capitano Alessia Fiesoli, applaudita con Caterina Gioia dai  Balusch.

Un set e mezzo senza storia, come raccontano i parziali: 25-12 con il 47% offensivo e nessun errore nelle 11 ricezioni; 15 a 7 nel secondo set. Poi – improvvisa, temuta – l’interruzione di energia elettrica che faceva piombare Campanara al buio e al freddo. Temuta perché bis di quanto accaduto giovedì scorso, durante l’allenamento serale.

In questi casi, a pagare dazio è quasi sempre la squadra in vantaggio. E’ stato così, ma il Volley Pesaro ha pagato pegno solo facendosi recuperare un netto vantaggio, onestamente mai correndo il rischio di perdere contro una squadra che è decisamente sfortunata, avendo dovuto rinunciare – a gara in corso – anche alla brava dorica Martina Sabbatini, ex compagna di Bellucci e Zannini lo scorso anno a Loreto.

“Siamo state brave e ciniche nel secondo set – commenta Bertini a fine gara – dopo il black-out non era facile rientrare in campo e riprendere subito il ritmo giusto”.

PRIMO SET

Bertini schiera Spadoni e Bordignon, lasciando in panchina Salvia e Bellucci, titolari fisse ma reduci da infortunio e influenza. Non sta meglio Ricci, che  deve lasciare  in panchina Gatto e Grazietti e sul 10-5 interno perde Sabbatini, che lascia il campo toccandosi un ginocchio. Entra Grazietti, reduce da un infortunio. E si vede. Pesaro, invece, può contare su una strepitosa Mezzasoma (8 punti nel set, con 8/11 offensivo). Bene anche Spadoni, propositiva in attacco e attiva in difesa. La giovane centrale è  autrice dell’unico muro, ma anche di due ottimi attacchi con un primo tempo e una fast. Non è da meno Sestini. Le due centrali toccano tanti palloni, propiziando il sempre felice lavoro di Di Iulio, che libera le attaccanti dal muro avversario. Come sempre la difesa pesarese è super e Todi deve arrendersi all’evidente superiorità della capolista che chiude 25-12 in 23 minuti. Nelle nostre note, oltre all’8-4 e 16-8 delle soste tecniche, tante belle giocate, in attacco e in difesa, di tutte le ragazze  di Bertini che può contare su una ricezione positiva al 100% e perfetta al  73%.

SECONDO SET

S’apre e prosegue sulla falsariga del primo. Pesaro sfrutta bene le difficoltà altrui, con Zannini che segna direttamente su ricezione, con Mezzasoma implacabile anche in battuta (due ace). Sull’8 a 3, Todi prova a reagire, ma è doppiata 10-5 da una prima intenzione di Di Iulio che capitalizza una fantastica difesa di squadra. Le ragazze di Bertini non s’accontentano, continuando a spingere, ma quando, dopo una difesa collettiva memorabile, Babbi fissa il 15 a 7  servita da un grande bagher di Di Iulio, manca la luce. Nel senso che il PalaCampanara piomba nel buio. Si riaccendono le luci, ma non quelle che illuminano il campo. Buio e freddo,  partita sospesa, con il rischio di trasferire armi e bagagli al PalaSnoopy, come annunciano gli arbitri. Sarebbe un guaio perché a parte il prolungarsi dei tempi, molti dei 600 spettatori non troverebbero posto. A scaldare l’ambiente ci pensano i Balusch, che intonano il coro: “Anche al buio forza ragazze!”. A evitare problemi ci pensa l’elettricista. Era saltato l’interruttore dell’impianto elettrico di Campanara. Per fortuna non è saltato quello del “braccio di ferro” di Elisa Mezzasoma, che va subito a segno con un parallela. Sullo slancio, Pesaro va sul più 10 (18 a 8), poi accusa un black-out, complice un buon turno al servizio di Brizi (riserva di Gatto), che obbliga Bertini a chiedere il primo time-out della gara. Il parziale diventa preoccupante: 0 a 7. E forse in tribuna Alessia e Caterina pensano che non accadeva solo a una squadra giovane come quella della stagione precedente. Babbi è presa di mira dal servizio tuderte, Bertini la sostituisce con Bellucci. Ed arriva il 19 a 15 realizzato dalla solita grande Mezzasoma. Entra Battistelli per sostituire Spadoni che dovrebbe andare in battuta. Il servizio è insidioso e Diletta Sestini sfrutta con un “murone” che obbliga Ricci a fermare il gioco. Il coach umbro è ripagato dalle sue ragazze che salgono a meno due (20-18) grazie a un fantastico attacco di Grazietti, l’unica, con Devetag,  a fare danni alla difesa pesarese. Bordignon interrompe l’elastico, ma un’invasione  è ossigeno per Todi. Magia di Di Iulio di seconda intenzione, poi attacco fuori delle umbre (23-19). Una mancata copertura pesarese incrementa il punteggio di Todi, ma  Testasecca regala una palla set capitalizzata subito da Babbi, tornata in campo pochi istanti prima: 25-20 in 32 minuti, da sommare  a quelli della lunga pausa. Per Mezzasoma altri 8 punti con 6/10 offensivo e 2 ace. Bene anche Babbi (3/3).

TERZO SET

Todi va sull’1  a 0, è il primo vantaggio ospite dell’intero incontro. Pesaro reagisce, anche se non riesce  staccarsi definitivamente, pure passando dall’8 a 6 al 16-10. Entrambe le squadre sono fallose al servizio, ma Todi non può fare altro che provare a spingere in battuta per mettere in difficoltà la ricezione pesarese. Così si passa al 16-13. Ora Di Iulio, che per tutta la partita ha concesso grande fiducia a Bordignon (a sua volta felicissima in ricezione) cerca maggiormente Mezzasoma e Babbi, che propiziano il 20-14, ma i cui errori aiutano Todi a rientrare in corsa (20-17). Il brivido dura un amen, perché Spadoni piazza una fast da incorniciare, Todi sbaglia ancora, come Pesaro che fallisce due servizi consecutivi, ma il secondo muro di Spadoni trascina la capolista al successo finale, siglato dalla migliore in campo, Elisa Mezzasoma.

In serata, direttamente da San Giustino, la  notizia della sconfitta dell’Idea Volley Bologna. Quando mancano ancora due partite alle fine  del girone d’andata, 15 alla conclusione della stagione regolare, il Volley Pesaro vanta 13 punti sulla quarta piazza, la prima esclusa dai playoff. Nella peggiore delle ipotesi (successo di Orvieto nel recupero con Casal de’ Pazzi) saranno 12. E’ una grande ipoteca sulla partecipazione ai playoff, obiettivo più immediato della squadra dei presidenti Rossi e Sorbini, che intanto possono essere soddisfatti per la buona risposta degli appassionati che hanno acquistato il bellissimo calendario.

Il quadro completo dell’11^ giornata di andata

Giocate sabato
CS San Michele Firenze – Lucky Wind Trevi 3-1 (25-17; 25-20; 22-25; 27-25)
Fortitudo Città di Rieti – Proger V. Friends Roma 2-3 (29-27; 16-25; 18-25; 25-20; 12-15)
Gecom Security Perugia – Nottolini Capannori 3-0 (27-25; 25-21; 25-20).

Domenica
VOLLEY PESARO – Todi Volley 3-0
Evoluzione Ostia – Re-Hash Pagliare 3-1 (32-30; 23-25; 25-22; 25-16)
San Giustino – Idea Volley Bologna 3-1 (25-22; 14-25; 28-26; 25-21)
Zambelli Orvieto – Volleyrò Casal de’ Pazzi rinviata a mercoledì 28 gennaio, alle ore 18.

Prossimo impegno del Volley Pesaro, sabato 17 gennaio, alle ore 18,30, a Trevi, ospite della Lucky Wind.

Classifica

VOLLEY PESARO 32
Perugia 27
Firenze 25
Bologna e Todi 19
Orvieto  (*)  e San Giustino 17
Casal de’ Pazzi 16 (*)
Capannori 13
Trevi 12
Pagliare 11
Roma 9
Ostia 6
Rieti 5
(*) Una partita in meno

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>