Il volley pesarese: “Siamo tutti Charlie Hebdo”. Una matita gigante al PalaCampanara

di 

12 gennaio 2015

PESARO – Il mondo dello sport si è mobilitato dopo il tragico assalto dei due fondamentalisti islamici alla redazione di Charlie Hebdo, il giornale satirico parigino. A Bologna, prima della finale di Coppa Italia tra Modena e Trento e dell’esecuzione dell’Inno di Mameli, è stata suonata la Marsigliese, omaggio alla Francia.

Pesaro non è da meno, per merito di Leo Giulianelli, dirigente del Volley Pesaro, e dei Balusch. Mauro Filippini, presidente dei tifosi, soprattutto bravissimo grafico, ha lavorato una notte per realizzare l’illustrazione che vedete nella fotografia di Corrado Belli: una grande matita, a confermare la vicinanza solidale, morale, con chi è stato vittima della follia frutto di un’aberrazione religiosa. Davanti alla matita gigante, coni tricolori di Italia e Francia, hanno posato dirigenti e tifosi pesaresi. “Nous sommes tous Charlie Hebdo”.

Anche il Volley Pesaro è Charlie Hebdo

Anche il Volley Pesaro è Charlie Hebdo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>