Famiglia sterminata a Misano: morti padre, madre e figlia. Omicidio-suicidio?

di 

13 gennaio 2015

MISANO – Triplice omicidio a Misano, in via Vanzetti, all’interno di una villetta a schiera. A piano terra, poco fa, un’intera famiglia è stata trovata senza vita. Padre, madre e figlia: non si avevano notizie di loro da alcuni giorni. Ignote ancora le cause.  Indagano i carabinieri.  

Aggiornamento

Secondo le prime ricostruzioni si tratterrebbe di una famiglia sudamericana ma da anni integrata nel Comune di Misano . L’auto del padre è stata ritrovata a 300 metri dall’abitazione, i vicini di casa avrebbero confermato di non aver più avuto notizie dei tre da prima di Natale. Invece, l’unica sicurezza, è che la famiglia era all’interno della casa. Difficile capire cosa sia accaduto: le prime ricostruzioni fanno propendere per una lite brutale all’interno dello stesso nucleo famigliare. La figlia era poco più che adolescente e frequentava le scuole locali.

OMICIDIO – SUICIDIO?

ULTIMO AGGIORNAMENTO – Il proprietario dell’appartamento al piano terra,  a Misano Adriatico (Villaggio Argentina) al numero 35 di via Vanzetti, dagli inquilini aveva sempre ricevuto regolarmente l’affitto. Nell’ultimo mese, però, non avendo visto presentarsi nessuno ha atteso un po’ di giorni e, poi, non avendo risposte al telefono, è andato a verificare di persona il perchè di questa assenza.

Giunto davanti all’abitazione ha suonato il campanello senza ottenere alcuna risposta, così ha chiamato i carabinieri della Stazione di Misano Adriatico che sono poi arrivati sul posto. Avvicinandosi all’abitazione notavano qualcosa di strano e quindi hanno chiamato i Vigili del Fuoco per aprire la porta dell’appartamento.
Una volta aperto, immediatamente, hanno notato l’abitazione messa a soqquadro con molte tracce di sangue sul pavimento. A quel punto, verso le 17,30, sono entrati i carabinieri che hanno scoperto tre corpi senza vita: l’uomo, poi identificato come Cerda Cedeno Alvaro Alonso, nato in Equador nel 1979, è stato trovato in un lago di sangue nel corridoio a un paio di metri dalla porta d’ingresso, con i polsi tagliati. Molto sangue è stato trovato anche su un divano poco lontano. Le due donne, madre e figlia, sono state trovate abbracciate sul letto matrimoniale vestite con abiti e scarpe ai piedi ma non sono state trovate tracce di sangue: la
 madre è Stadie Adriana Andrea, nata in Argentina nel 1970, e la figlia di lei è Stadie Sophie Annette, nata in Argentina nel 1999.

Al momento, dai primi esami eseguiti sul posto dal medico legale, non si conosce né a quando risale la morte, né come siano morti. Le indagini sono state affidate al magistrato Dott. Luca Bertuzzi della Procura di Rimini. Per gli investigatori potrebbe trattarsi di un omicidio-suicidio.

 

LE FOTO DI AMATO BALLANTE:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>