Spinelli, coltelli e fucili: Tavoleto, i controlli dei carabinieri portano a sequestri e denunce

di 

15 gennaio 2015

TAVOLETO – Continuano nei comuni di Tavoleto, Auditore e Montecalvo in Foglia i controlli dei carabinieri della stazione di Tavoleto guidati dal maresciallo Alfredo Severini.

Negli ultimi giorni, nell’ambito di controlli alla circolazione stradale e di indagini volte a contrastare l’uso di sostanze stupefacenti e a reprimere reati in genere e’ stato controllato un 39enne di Auditore al quale e’ stato sequestrato un coltello, l’uomo e’ poi stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Urbino per porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere (art. 4 l. 110/75).

Una ragazza di Montecalvo in Foglia è poi stata sorpresa con una modica quantità di hashish ed uno spinello. Lo stupefacente veniva sottoposto a sequestro amministrativo e la donna segnalata alla prefettura di pesaro ed urbino per violazione dell’art. 75 dpr 309/90.

Nell’ambito di controlli alla circolazione stradale, in localita’ Casinella di Tavoleto un italiano residente da diversi anni nella valle del Metauro e’ stato sorpreso a guidare la propria vettura con una patente svizzera senza aver richiesto alle autorita’ competenti la conversione in quella italiana. In questo caso la patente svizzera e’ stata ritirata e trasmessa alla Prefettura di Pesaro ed Urbino. L’interessato ora dovra’ andare a scuola guida per conseguire regolarmente la patente, questa volta italiana.

Nelle scorse settimane, per finire, i carabinieri di Tavoleto erano stati chiamati per dirimere una lite in atto tra due fratelli della zona. Uno dei due denunciava poi l’altro, che deteneva vari fucili, dicendo di essere stato gravemente minacciato. Il comandante ed i suoi carabinieri – che conoscevano bene l’indole dei due fratelli – non hanno pero’ creduto a quanto scritto in denuncia e dopo avere avviato le indagini di rito anziche’ ritirare i fucili al denunciato, come pensava il denunciante, hanno indagato a piede libero quest’ultimo per il reato di calunnia (art. 368 c.p.) Avendo raccolto elementi tali da far ritenere le accuse infondate ed i fatti non avvenuti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>